15.11.2021 - 19:33
Aggiornamento: 21:15

Super Mario guida l’assalto rossocrociato

Per la sfida con la Bulgaria come previsto Yakin schiera il ticinese dal primo minuto e Fabian Frei centrale di difesa. Ancora titolare anche Okafor

super-mario-guida-l-assalto-rossocrociato
Ti-Press/Golay

Tutto pronto a Lucerna dove alle 20.45 la Svizzera si gioca un posto ai Mondiali del prossimo anno in Qatar nella sfida a distanza con l’Italia, impegnata a Belfast con l’Irlanda del Nord e appaiata ai rossocrociati in vetta al girone C delle qualificazioni a quota 15 punti, ma davanti di due gol nella differenza reti. Per cercare di battere la Bulgaria segnando più reti possibile e provare a ribaltare la situazione con gli Azzurri, Murat Yakin – privo dello squalificato Akanji e degli infortunati Xhaka, Rodriguez, Elvedi, Zuber, Fassnacht, Embolo, Seferovic e Kobel – ha logicamente deciso di schierare una formazione molto offensiva, puntando in attacco per la prima volta nella sua gestione sul ticinese Mario Gavranovic, schierato titolare in attacco e supportato alle spalle da Xherdan Shaqiri in mezzo e da Okafor e Vargas sugli esterni. Dietro alla rodata coppia di centrocampo Freuler-Zakaria e davanti a Sommer, la mossa (forzata) di Fabian Frei centrale assieme a Schär, con Mbabu e Widmer sulle fasce.

Da segnalare che prima dell’incontro sono stati premiati dal presidente dell’Associazione svizzera di calcio (Asf) Dominique Blanc per la loro carriera in rossocrociato Stephan Lichtsteiner, Admir Mehmedi e Johan Djourou, mentre appena prima degli inni nazionali il direttore delle squadre nazionali Pier Tami si congratulerà con Xherdan Shaqiri per la sua centesima presenza con la Nati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved