il-lugano-scopre-celar-e-sbanca-lucerna
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HOCKEY
9 ore

Dario Simion e il formato Nhl. ‘Ma adesso la mia testa è qui’

Il ticinese si gode il momento in un finale di stagione travolgente, oltre alla stima di Patrick Fischer. ‘A Zugo Dan Tangnes non mi dava pace’.
Tennis
9 ore

La maledizione di Thiem: ancora fuori al primo turno

Di ritorno dopo 9 mesi di stop, l’austriaco ex numero 3 al mondo non riesce più a vincere: a Ginevra è stato battuto in due set dall’italiano Cecchinato
Calcio
10 ore

Fc Lugano, ora spetta al club la giocata vincente

Dopo il capolavoro di staff e giocatori capaci di conquistare la Coppa, tocca ai nuovi dirigenti trovare il mondo giusto per cavalcare l’entusiasmo.
TENNIS
12 ore

Golubic avanza finalmente anche sulla terra rossa

La zurighese ha facilmente avuto la meglio sulla tedesca Morderger (Wta 379). Prossima avversaria la vincente di Ferro-Gabueva
PODISMO
13 ore

Boggini e Solari vincono la seconda Comano Run

Sono stati 538 nelle varie categorie ad affrontare il percorso di 9 km. Bernasconi e Mideo (uomini), Barloggio e Bragagnolo (donne) completano il podio
Hockey
13 ore

L’ultima volta di René Matte. ‘Dopo questa lascio’

Vice di Bozon sulla panchina della Francia ai Mondiali e assistente di Cereda in campionato su quella dell‘Ambrì. ‘Luca è il mio capo, ma anche un amico’
NUOTO
13 ore

Celine Weil e Mattia Mauri campioni nazionali nei 5 km

La prova si è svolta nella piscina del bagno pubblico di Bellinzona. Appassionante la gara maschile, con appena 4” a decretare la vittoria del ticinese
PALLANUOTO
13 ore

Amara sconfitta per gli Sharks a Hogen

Ticinesi poco lucidi e troppo imprecisi, battuti per la seconda volta in stagione dalla compagine zurighese
RUGBY
13 ore

Vittoria di spessore (non solo numerico) per il Lugano

La compagine ticinese ha superato 79-0 il La Chaux-de-Fonds con quattro delle dodici mete complessive firmate dal giovane ticinese Kleiner
BASKET
13 ore

I Lugano Tigers U18 campioni nazionali di categoria

La compagine ticinese di Carlos Lopes ha superato nelle final four Morges-Saint-Prex in semifinale e Bernex nell’atto conclusivo
Hockey
13 ore

La spedita marcia canadese: ai Mondiali è tre su tre

Dopo tedeschi e italiani la selezione di Julien sconfigge anche la Slovacchia, mentre la Germania conquista tre punti pesanti contro una buona Francia
CICLISMO
13 ore

Si apre una settimana interlocutoria aspettando le grandi salite

Il Giro d’Italia mette in archivio la seconda giornata di riposo. Si ripartirà da Pescara in direzione di Jesi con Juan Pedro Lopez ancora in rosa
26.09.2021 - 16:10
Aggiornamento : 18:24

Il Lugano scopre Celar e sbanca Lucerna

Alla sua prima partita da titolare in campionato il 22enne attaccante sloveno firma due gol e un assist (per Abubakar) permettendo ai suoi di imporsi 3-2

Alla sua seconda partita in qualità di allenatore “ufficiale” del Lugano Mattia Croci-Torti ha festeggiato la prima vittoria. Dopo l’1-1 di giovedì con il Grasshopper i bianconeri sono infatti andati a prendersi un’importante vittoria 3-2 sul campo del Lucerna dell’ex Fabio Celestini, in particolare grazie all’ottima prova del 22enne attaccante sloveno Zan Celar, alla prima da titolare in campionato e autore di due gol e un assist.

Primo tempo: 10 minuti di blackout, per il resto un buon Lugano

A Lucerna Croci-Torti ha ritrovato Maric e Lovric, due recuperi fondamentali alla luce dell’assenza di altre pedine importanti quali Custodio (squalificato) e Ziegler (infortunato), oltre a Baumann. Tra i pali confermato quindi Osigwe, così come Hajrizi, schierato però non nel classico terzetto centrale bensì a destra della difesa a quattro con Maric, Daprelà e Facchinetti a sinistra. Davanti alla difesa Sabbatini, mentre il quartetto formato da Lavanchy, Lovric, Bottani (al rientro da titolare) e Abubakar ha agito alle spalle della punta slovena Zan Celar, all’esordio dal primo minuto in campionato.

E il 22enne attaccante ci ha messo appena tre minuti a rendersi utile, fornendo l’assist dell’immediato vantaggio ad Abubakar, il quale con un preciso piattone destro da dentro l’area non ha lasciato scampo al portiere avversario. Finalizzando un’azione che aveva iniziato lui stesso con la sponda per Bottani, dal canto suo bravo a lanciare sul filo del fuorigioco (inizialmente fischiato ma poi corretto dal Var) proprio Celar.

Una rete che ha certificato l’ottimo inizio dei bianconeri, che anche per i 15 minuti seguenti hanno controllato con autorità il gioco, pur senza crearsi altre occasioni da rete. Appena gli ospiti hanno però abbassato il ritmo, i padroni di casa non si sono fatti pregare guadagnando terreno e trovando il pareggio al 21’ con Ugrinic, abile nell’uno contro uno con Hajrizi a trovare lo spazio per far partire un preciso sinistro che, incocciando dapprima sul palo, non ha lasciato scampo a Osigwe. Un episodio sufficiente a invertire l’inerzia del match, con gli uomini di Celestini che hanno preso coraggio e ulteriori metri, portando scompiglio dalle parti del portiere di origine nigeriana in almeno un paio di occasioni. Anche in questo caso però a sorpresa è stata la squadra meno attiva a colpire, piu precisamente al 35’, quando Celar dopo l’assist si è preso la soddisfazione di realizzare la sua prima rete in bianconero bevendosi la difesa avversaria e sorprendendo Vasic sul primo palo. Non pago, a pochi istanti dalla pausa il giovane sloveno ha firmato pure il 3-1 del Lugano, deviando di petto il pallone messo in mezzo da Lavanchy.

Secondo tempo: l’ingenuità di Daprelà riapre la partita

Forte del doppio vantaggio, nella ripresa il Lugano ha pensato innanzitutto ad amministrare la situazione e lo ha fatto benissimo fino al 71’, quando Daprelà ha deciso di complicare una partita che pareva decisamente chiusa trattenendo ingenuamente un avversario in area in occasione di un calcio d’angolo. Rigore trasformato da Sorgic e Lucerna (e i suoi 8’000 tifosi della Swissporarena) resuscitato a tal punto da andare vicinissimo al pareggio con due colpi di testa e una conclusione da fuori di Tasar, neutralizzati da Osigwe (in un caso con la collaborazione di Guidotti). E così il Lugano ha potuto festeggiare la sua terza vittoria in questo campionato.

Lucerna - Lugano 2-3

Reti: 3’ Abubakar 0-1. 21’ Ugrinic 1-1. 35’ Celar 1-2. 45’ Celar 1-3. 72’ Sorgic 2-3.

Lucerna: Vasic; Sidler, Burch, Badstuber, Grether (59’ Farkas, 80’ Alounga); Wehrmann, Gentner, Ugrinic; Campo (59’ Schulz); Cumic (58’ Tasar), Sorgic.

Lugano: Osigwe; Hajrizi, Maric, Daprelà, Facchinetti; Sabbatini; Lavanchy, Lovric, Bottani (80’ Yuri), Abubakar (59’ Guidotti); Celar (73’ Amoura).

Arbitro: Bieri.

Note: 8’218 spettatori. Lucerna senza Müller, Ndiaye, Ndenge, Schürpf, Frýdek, Alabi (infortunati); Lugano privo di Custodio (squalificato), Baumann, Ziegler e A. Muci (infortunati). Ammoniti: 28’ Bottani. 30’ Ugrinic. 35’ Lovric. 63’ Hajrizi. 83’ Croci-Torti. 87’ Lavanchy. 90’ Osigwe.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lucerna fc lugano super league

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved