impresa-dello-young-boys-che-al-95-stende-il-manchester-united
La rete di Siebatcheu, la disperazione di Maguire
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Nhl
48 min

Merzlikins prolunga per 5 anni con Columbus

Il portiere lettone con licenza svizzera, ex degli Juniores dell’Hcl, gioca in Ohio da due anni
Swimrun
4 ore

Per Sabina Rapelli un argento mondiale che vale oro

Ötillö: la ticinese e Alexis Charrier secondi con un tempo più basso dei vincitori 2019. “Felicissimi così: al primo tratto a nuoto pensavo fosse finita”
Hockey
11 ore

A Lugano tra decisioni rinviate, emozioni e altri due punti

Acciuffati a sette decimi dalla fine, i bianconeri battono lo Zugo segnando il gol-partita al supplementare, grazie a un’azione personale di Bertaggia
Hockey
11 ore

Il secondo tempo condanna l’Ambrì Piotta

Terza sconfitta filata per i biancoblù, che contro il Rapperswil pagano il crollo nel periodo centrale
Gallery
Motociclismo
12 ore

‘Siamo riusciti a tenere il passo dei team ufficiali’

Il secondo posto al Bol d’Or lancia il finale di stagione del team Moto Ain di Roby Rolfo
Calcio femminile
12 ore

Tutto facile per la Svizzera in Moldavia

Le ragazze di Nils Nielsen si sono imposte 6-0 sulle padrone di casa nel secondo match delle qualificazioni ai Mondiali del 2023, confermando il primato
Calcio
16 ore

Razzismo: multa e partita a porte chiuse per l’Ungheria

La Fifa sanziona la federazione ‘per il comportamento di buona parte dei tifosi’ nel match di qualificazione ai Mondiali contro l’Inghilterra
Calcio
18 ore

Quattro giovani ticinesi convocate con le Nazionali

Paulina Stanic, Melissa Rondalli e Alyssa Keller chiamate per un campo di allenamento con la U15 a Tenero, Melissa Colombo con la U16 a Briga
Hockey
19 ore

Lo Zugo si tiene stretto il ticinese Dario Simion

L’attaccante ha prolungato di tre anni il contratto che lo lega alla squadra con cui, la stagione scorsa, ha vinto il titolo svizzero
Calcio
19 ore

Dalla Cambogia mire principesche sul Saint-Etienne

Il principe Norodom Ravichak, figlio del fratellastro dell’attuale re, si è detto intenzionato a rilevare il club che versa in difficoltà finanziarie da anni
CALCIO
14.09.2021 - 21:130

Impresa dello Young Boys che al 95’ stende il Manchester United

Inglesi battuti 2-1 nella prima giornata di Champions League. I bernesi recuperano il vantaggio di Ronaldo con Ngamaleu, prima del gol vittoria di Siebatcheu

La Champions League dello Young Boys inizia con un risultato che verrà scritto a lettere d’oro nel libro di storia del club bernese. I campioni svizzeri hanno infatti battuto il Manchester United per 2-1 e, pur se favoriti dalla possibilità di giostrare con un uomo in più fin dal 35’ (espulsione diretta per Wan-Bissaka per un fallo su Martins), hanno regalato a un Wankdorf stipato in ogni ordine di posto una prestazione monumentale. A rendere ancora più memorabile il successo giallonero, il gol del 2-1 è giunto addirittura al 95’, grazie a Siebatcheu, lesto a fiondarsi su uno sciagurato retropassaggio di Lindgard che avrebbe voluto far giungere il pallone al portiere de Gea, il quale non ha invece potuto far nulla sulla conclusione dell’attaccante franco-statunitense.

Tutto sommato, dal profilo difensivo lo Young Boys ha trascorso una serata tranquilla, per quanto si sia quasi subito trovato sotto di un gol, quello firmato al 13’ dal solito Cristiano Ronaldo (135ª rete in Europa in 177 presenze). Più in là, però, i Red Devils non si sono spinti, tanto da aver concluso verso Von Ballmoos una sola volta, ancora con Ronaldo, al termine di un contropiede che ha fatto seguito a una grossa occasione capitata sui piedi di Fassnacht al 25’ (conclusione incrociata con pallone fuori di una ventina di centimetri alla destra di De Gea). Per il resto, niente altro da segnalare sul conto della compagine inglese. Lo United si è limitato a difendere il gol del vantaggio, speculando su possibili ripartenze che non si sono mai materializzate per l’ottima prestazione dei gialloneri in fase di rottura.

Lo Young Boys ha accentuato la pressione sin dai primi minuti della ripersa, con l’inserimento di Siebatcheu a far coppia con un Meshak Elia capace di tenere in apprensione la retroguardia inglese già nel corso del primo tempo. Non è che i gialloneri abbiano avuto chissà quali occasioni, ma hanno comunque tenuto sotto pressione un Manchester United che in una sola circostanza è riuscito a rendersi pericoloso, quando al Ronaldo ha negoziato meglio di Camara un rimbalzo del pallone, se n’è andato verso Von Ballmoos, ma in area è finito a terra reclamando un rigore che l’arbitro Letexier non ha concesso. La pressione dei bernesi ha dato i suoi frutti al 66”, con un traversone dalla destra di Elia, sul quale Ngamaleu è riuscito a mettere la punta del piede per superare De Gea. Un gol del pareggio meritatissimo che avrebbe fatto la felicità dello Young Boys anche senza quel 2-1 di Siebatcheu che ha trasformato una splendida serata in un’apoteosi.

Young Boys - Manchester United (0-1) 2-1

Reti: 13’ Ronaldo 0-1. 66’ Ngamaleu 1-1. 95’ Siebatcheu 2-1.

Young Boys: Von Balmoos; Hefti (83’ Sulejmani), Camara, Lauper (92’ Zesiger), Garcia; Fassnacht, Sierro (46’ Siebatcheu), Aebischer, Martins (82’ Rieder), Ngamaleu; Elia (92’ Kanga).

Manchester United: De Gea; Wan-Bissaka, Lindelöf, Maguire, Shaw; Van de Beek (46’ Varane), Fred (89’ Martial); Sancho (37’ Dalot), Bruno Fernandes (72’ Matic), Pogba; Ronaldo (72’ Lingard).

Arbitro: Letexier (Francia)

Note: 31’120 spettatori. Young Boys senza Lustenberger, Nsame, Lefort, Monteiro e Petignat (infortunati). Manchester United senza Rashford, Cavani, McTominay e Telles (infortunati). Al 35’ espulso Wan-Bissaka. Ammoniti: 45’ Fassnacht. 50’ Martins. 64’ Varane.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved