CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
6 ore

A Lugano tornano le luci spente. ‘Cambiamo registro’

Cornèr Arena espugnata (per la terza volta) anche dal neopromosso Kloten. Herburger: ‘Dopo il derby pensavamo di aver intrapreso la strada giusta’.
HCL
7 ore

A Lugano si chiude tra i fischi. Con la vittoria del Kloten

Dopo le buone impressioni nel derby, i bianconeri cadono di fronte agli Aviatori, che alla Cornèr Arena centrano il loro primo successo stagionale
BOXE
8 ore

Colombia, morire sul ring a venticinque anni

Luis Quiñones non ce l’ha fatta: aveva combattuto sabato per il titolo nazionale dei pesi superleggeri, è morto a causa di un trauma cranico encefalico
Tennis
10 ore

Sofia, Hüsler non si ferma: sfiderà Musetti in semifinale

Numero uno elvetico dopo il ritiro di Federer, il ventiseienne mancino zurighese elimina il polacco Majchrzak dopo aver saputo cancellare due matchpoint
CALCIO
11 ore

Cornaredo, un fortino da tornare a difendere

Il Lugano riprende il cammino in Super League ospitando il Servette, rivelazione di inizio stagione. Assenti, tra gli altri, Bottani e Celar
FORMULA 1
11 ore

La Red Bull sfora il budget cap, a Singapore scoppia la bomba

In regola, invece, Ferrari e Mercedes. Occorrono regole più chiare e semplici. Intanto, Verstappen potrebbe diventare campione del mondo già domenica
RALLY
12 ore

Balerna, con la prova spettacolo s’accendono i fari sul rally

Stasera s’inaugura l’edizione 2022 della Ronde ticinese, che vivrà il momento ‘clou’ domani a Isone. Meno iscritti del solito? ‘È anche colpa dell’euro’
31.08.2021 - 11:30
Aggiornamento: 18:55

Islanda: scandalo sessuale, dimissiona la federazione di calcio

L'istituzione è accusata di aver tentato di far passare sotto silenzio la violenza e le molestie del giocatore Kolbeinn Sigthorsson nei confronti di una 25enne

islanda-scandalo-sessuale-dimissiona-la-federazione-di-calcio
Keystone

Dopo la partenza del presidente Gudni Bergsson, tutto il comitato esecutivo della Federazione islandese ha rassegnato le dimissioni lunedì sera. Federazione che è accusata di aver coperto le accuse di aggressione sessuale riguardanti l'internazionale islandese Kolbeinn Sigthorsson nel 2017.

I sedici membri di comitato rimanenti, dopo una riunione d'urgenza durata quasi cinque ore, hanno a loro volta annunciato che lasciano la loro carica. "È un esito conforme agli appelli di Íslenskur Toppfótbolti (gruppo rappresentante gli interessi dei club delle due prime divisioni maschili e femminili, ndr), agli auspici dei rappresentanti dei club (...) e alla pressione popolare", afferma la federazione in una nota stampa. 

Gli appelli alle dimissioni in toto del comitato esecutivo, si erano moltiplicati lunedì; a seguito di un caso che scuote il calcio islandese, dopo la testimonianza di una donna di 25 anni venerdì alla tv islandese. 

La federazione è accusata di attendismo di fronte alla gravità dei fatti e di aver tentato di farli passare sotto silenzio, negando di esserne a conoscenza ad alto livello; mentre mail e testimonianze provano il contrario.

Una sessione straordinaria per designare un nuovo presidente, così come un nuovo comitato esecutivo, si terrà fra un mese.

Venerdì sera, Thórhildur Gyda Arnarsdóttir (25 anni), ha detto alla televisione pubblica RUV di aver sporto denuncia, dopo essere stata vittima di violenze e molestie sessuali da parte di un giocatore della squadra nazionale, in occasione di una serata in un locale a Reykjavik nel settembre 2017.

Confessione

La donna ha sostenuto che il giocatore ha riconosciuto i fatti, si è scusato e le ha versato una compensazione in denaro, il cui montante non è stato reso noto.  I media islandesi hanno poi indicato che il calciatore in questione è l'attaccante Kolbeinn Sigthorsson, che attualmente gioca in Svezia, dopo aver militato anche nell'Ajax Amsterdam e nel Nantes.

Lunedì sera il Göteborg, in cui milita Sigthorsson, ha confermato in un comunicato l'implicazione del suo giocatore, senza tuttavia indicarne il nome. Il club di prima divisione svedese "prende il caso molto seriamente, sebbene sia giuridicamente chiuso", si legge nella nota della società. "Vogliamo sia chiaro che non approviamo i suoi atti, così come ogni genere di comportamento simile".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved