il-chiasso-ha-una-sola-possibilita-vincere-con-3-gol-di-scarto
Affolter e compagni ora sanno cosa debbono fare (Ti-Press/Golay)
14.05.2021 - 23:12

Il Chiasso ha una sola possibilità: vincere con 3 gol di scarto

Un pareggio sul campo dello Sciaffusa permette ai rossoblù di sperare fino all'ultimo nella salvezza. Che passa, però, da un successo rotondo sullo Xamax

di di Emiliano Rossi

Vincere con almeno tre reti di scarto per salvarsi. Ha una sola possibilità, il Chiasso: giocare l’ultima partita casalinga, guarda caso contro la penultima della classe, l’unica ancora in lotta per non retrocedere (il Kriens è salvo), e farlo con un risultato ampio. Come affrontare il ritorno di una finale con due reti di svantaggio, con la necessità di farne tre più dell’avversario per sopravvivere. I rossoblù tre gol in una sola partita li hanno siglati solo tre volte e in una di quelle sono riusciti a trovare il risultato che servirebbe. L’attacco è il peggiore del campionato, lo Xamax ha la seconda peggior difesa. Fattibile? Nel calcio e nella vita nulla è impossibile si dice. Le statistiche, le analisi, i se e i ma non conteranno più: sarà Chiasso contro Neuchâtel con un solo risultato possibile.

Per spiegazione, il Chiasso vincendo arriverebbe a pari punti con lo Xamax, al che conterebbe la differenza reti. Con tre gol di scarto diverrebbe favorevole ai rossoblu che dunque si salverebbero condannando il Neuchâtel.

A Sciaffusa agli uomini di Baldo Raineri serviva almeno un punto, sarebbero stati meglio tre, per restare in corsa. Ma a scendere in campo col piglio giusto sono stati gli sciaffusani, che hanno tenuto a lungo palla (col 60% di possesso palla nel primo tempo) e si sono portati avanti con l’ex Pollero: pallone perso da Bahloul in area sugli sviluppi di un corner, cross in mezzo per l’attaccante che ha segnato. Dal Chiasso ci si aspettava una compagine pronta a mordere le caviglie, invece ha subito il colpo, lasciando il pallino agli avversari, pericolosi ancora con Lika e Rodrihuez. Il primo vero tiro in porta rossoblù è arrivato a inizio secondo tempo con Marzouk, anche se il canovaccio non è cambiato. Matteo Cortesi ha trovato il pari che riaccendeva le speranze a un quarto d’ora dal termine. Gli ospiti avrebbero dovuto tentare un assalto per riuscire a ribaltare il risultato, non hanno avuto la forza di farlo e addirittura si registra un palo dello Sciaffusa (in dieci per gli ultimissimi istanti, causa il doppio giallo a Djoulou), che avrebbe condannato la squadra ticinese alla relegazione. Complice il pari del Grasshopper con lo Xamax, resta ancora accesso un lumicino.

Come verrà impostata una partita dove c’è un solo risultato, con un preciso scarto di reti, possibile? Il Chiasso dovrà essere arrembante, deciso, offensivo. Dovrà puntare a sbloccare la gara subito, per poi proseguire sulle ali dell’entusiasmo. Non dovrà per nessun motivo andare sotto, un gol ospite renderebbe tutto ancora più complesso, per cui servirà attenzione in difesa. Lo Xamax sicuramente si chiuderà.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
challenge league fc chiasso

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved