Red Bull Salzburg
1
Dinamo Zagreb
0
2. tempo
(0-0)
Chelsea
Milan
21:00
 
Rb Leipzig
2
Celtic
1
2. tempo
(1-0)
Real Madrid
Shakhtar Donetsk
21:00
 
Manchester City
FC Copenhagen
21:00
 
Sevilla
Borussia Dortmund
21:00
 
Juventus
Maccabi Haifa
21:00
 
Benfica
Paris Saint Germain
21:00
 
11.05.2021 - 17:29

Due arbitri svizzeri selezionati dall'Uefa per l'Europeo

Undici anni dopo la partecipazione del ticinese Busacca ai Mondiali in Sudafrica tocca a Sandro Schärer (quarto uomo) e Stéphane De Almeida (assistente)

due-arbitri-svizzeri-selezionati-dall-uefa-per-l-europeo

Per la prima volta dal 2010 gli arbitri svizzeri saranno presenti a una fase finale di un grande torneo maschile. Sandro Schärer e Stéphane De Almeida sono infatti presenti sulla lista dei "Support Match Officials“ per l'Europeo itinerante di calcio in programma in udici città dall'11 giugno all'11 luglio. Undici anni dopo la convocazione del ticinese Massimo Busacca per la Coppa del Mondo in Sudafrica, Schärer (32 anni) è stato selezionato dall'Uefa come quarto ufficiale, mentre De Almeida (33) come assistente sostituto. «Tanto di cappello ai convocati, sappiamo quanto hanno investito questi membri della squadra, solo chi lavora duramente ogni giorno può raggiungere traguardi del genere», dice Dani Wermelinger, capo degli arbitri élite presso l'Associazione Svizzera di Football (Asf).

La direttrice di gara Staubli e la sua assistente Küng a Tokyo

Esther Staubli e Susanne Küng dal canto loro andranno dal canto loro in Giappone per i Giochi olimpici (23 luglio-8 agosto). La 41enne di Berna e la sua assistente 33enne del canton Argovia sono infatti tra i 99 ufficiali di gara chiamati dalla Fifa per dirigere le partite olimpiche a Tokyo a partire dal 21 luglio, quando tra l'altro per la prima volta il Var sarà utilizzato in un torneo olimpico. Il palmares di Staubli e Küng comprende tra l’altro già le finali della Champions League femminile del 2015 e del 2020, nonché la Coppa del mondo donne del 2019.

Christophe Girard, Presidente della commissione degli arbitri dell’Asf, vede questi risultati come il frutto di un intenso lavoro durato diversi anni... «Penso che sia stato provato che in passato sono state prese delle giuste decisioni. La convocazione del quartetto dimostra cosa è possibile raggiungere se si ha una visione chiara e se si lavora intensamente per raggiungere un obiettivo».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved