il-lugano-stringe-i-denti-vince-e-blinda-la-salvezza
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
6 ore

Mark Streit ha fatto la sua scelta: addio alla Federazione

In futuro l'ex stella rossocrociata della Nhl si concentrerà sul suo mandato in seno al Berna
Hockey
6 ore

Lo Zugo pesca in Khl: ecco Anton Lander

Gli svizzerocentrali, freschi di titolo svizzero, mettono sotto contratto un attaccante svedese: un anno (con opzione)
Nuoto
7 ore

A Budapest, Ponti inizia da un sesto posto nella staffetta

La 4x100 maschile ritocca il record svizzero e chiude a un secondo e mezzo dal podio europeo. Oro per la Russia
Gallery
Calcio
8 ore

Con l'Under 21 di Lustrinelli anche Lungoyi

Il bianconero tra i 24 convocati dall'allenatore ticinese per l'amichevole contro l'Irlanda di domenica 30 maggio
Hockey
8 ore

Un triennale dai New Jersey Devils per Akira Schmid

Il 21enne portierino elvetico, 136esima scelta del deafr di tre anni fa ritroverà i connazionali Nico Hischier e Jonas Siegenthaler
CICLISMO
9 ore

Peter Sagan il più veloce a Foligno, Bernal rimane in rosa

La decima tappa del Giro d'Italia è andata allo slovacco, davanti al colombiano Gaviria e all'italiano Cimolai. Domani primo giorno di riposo
Atletica
9 ore

Ricky Petrucciani lancia al meglio la stagione

Nel lungo weekend dell'Ascensione l'onsernonese si mette in mostra dettando il tempo nei 300 m del meeting di Basilea
Ginnastica acrobatica
10 ore

Grandi prestazioni per la Acrogym Ticino

Ai Campionati svizzeri andati in scena al Palapenz. Otto le medaglie per i rossoblù (fra cui tre d'oro)
Basket
10 ore

Tigers, alla base dei buoni risultati c'è il gruppo

Il bilancio sulla stagione del Lugano con coach Cabibbo e il presidente Cedraschi: ‘Vorremmo allestire una squadra che possa competere con quasi tutte’
CALCIO
10.04.2021 - 20:220

Il Lugano stringe i denti, vince e blinda la salvezza

I bianconeri battono il Losanna con un gol di Maric e raggiungono quota 40, considerata da Jacobacci la quota sicurezza. Ora possono pensare ai quarti di Coppa

Il Lugano ha raggiunto quota 40 punti e da qui alla fine del campionato sarà tutto grasso che cola. Nel senso che, in  base ai calcoli stilati da Maurizio Jacobacci, grazie alla vittoria contro il Losanna, la salvezza è stata blindata e nelle otto partite rimanenti sarà possibile andare a cercare la conquista del secondo posto alle spalle dell’inarrivabile Young Boys. 

Missione compiuta, dunque. Anche se è stato molto più difficile del previsto salire da 37 a 40 punti. Il Losanna, a essere onesti, almeno un punto lo avrebbe meritato, per la qualità del gioco mostrato, per le occasioni create, per la mole di lavoro sviluppato. La partita l’ha fatta la squadra di Giorgio Contini, anche perché il vantaggio precoce dei bianconeri, trovato da Maric al 18’ con una deviazione di piatto su calcio d’angolo di Ziegler, ha costretto gli ospiti a premere sull’acceleratore. Squadra giovane e talentuosa, quella vodese non si è fatta pregare e ha costruito un buon numero di occasioni per pareggiare, su tutte una prolungata azione conclusa con un diagonale respinto sulla linea da Kecskes e con il tap-in da due passi fallito da Guessand (56’), il palo centrato di testa da Bolingi al 79’, e la deviazione aerea del portiere Diaw al 94’, finita al lato di un niente. Va anche detto che, alla luce della mole di gioco sviluppata dagli ospiti, il terzetto difensivo ha dato ulteriore prova della sua solidità, tanto che Osigwe (in campo per Baumann, infortunatosi nel riscaldamento) non ha mai dovuto sfoderare il suo talento.

E sul conto del Lugano? Poco o nulla, a dire il vero. La compagine di Jacobacci non è stata capace di finalizzare una sola delle molte ripartenze avute a disposizione, un po’ per scelte sbagliate, un po’ perché le due punte (Abubakar e Ardaiz) non si sono dimostrate all’altezza, a differenza di Bottani, schierato alle loro spalle e autore di un’eccellente prestazione. Sua, in definitiva, l’occasione migliore per i bianconeri, con un traversone basso dalla sinistra, sul quale nessuno è stato in grado di intervenire.

Tutto è bene quel che finisce bene, dunque. Il Lugano sale a 40 punti, trascorre la notte al secondo posto e può permettersi di preparare in tutta serenità l’appuntamento di martedì, quando a Cornaredo (inizio alle 17.00) arriverà il Lucerna per i quarti di finale di Coppa Svizzera.


Lugano - Losanna (1-0) 1-0

Rete: 18’ Maric 1-0

Lugano: Osigwe; Kecskes, Maric, Ziegler; Lavanchy (83’ Opara), Sabbatini, Lovric, Facchinetti (83’ Daprelà); Bottani (83’ Gerndt); Ardaiz (58’ Covilo), Abubakar (75’ Lungoyi)

Losanna: Diaw; Boranijasevic; Loosli, Moritz, Flo; Kukuruzovic, Puertas (85’ Bares), Suzuki (85’ Ninizayamo); Da Cunha (68’ Bolingi); Mahou (75’ Ouattara), Guessand

Arbitro: Fähndrich

Note: porte chiuse. Lugano senza Custodio (squalificato), Oss e Guerrero (infortunati); Losanna senza Falk, Trazié, Monteiro, Geissmann, Zekhnini, Zohouri, Schmidt, Turkes (infortunati). Ammoniti: 49’ Mahou. 63’ Covilo. 72’ Kecskes. 77’ Lavanchy

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved