esordio-con-il-botto-per-la-u21-inghilterra-battuta
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
MOTO-E
29 min

Aegerter chiude 2° ad Assen

Ottimo weekend per l’elvetico, che aveva vinto la gara di sabato
ATLETICA
34 min

Nei 400 metri Ricky Petrucciani deve accontentarsi dell’argento

Ancora una medaglia ticinese sabato ai campionati svizzeri. L’onsernonese è stato battuto nel rettilineo finale da Lionel Spitz
CALCIO
1 ora

Ardaiz passa dallo Sciaffusa al Lucerna

Ritorno in Super League per l’uruguaiano ex Lugano che la scorsa stagione era stato il miglior realizzatore della Challenge League (20 reti)
CICLISMO
1 ora

Nils Politt campione di Germania

Arrivo in solitaria per il 28enne della Bora, Arndt secondo, Geschke terzo
PALLANUOTO
1 ora

Per gli Sharks la corsa al titolo parte dai quarti di finale

Un solo punto racimolato dal Lugano nell’ultimo weekend in Romandia. Nei playoff il primo avversario sarà il Carouge. Gara 2 al Lido il 2 luglio
MotoGP
1 ora

Bagnaia e Bezzecchi, doppietta italiana ad Assen

Terzo posto in classe regina per Maverick Viñales, cade due volte Quartararo
MOTO2
3 ore

Assen, vince Augusto Fernandez

Lo spagnolo raggiunge Vietti in testa al Mondiale
MotoGP
4 ore

Alex Marquez guiderà una Ducati dal 2023

Il 26enne spagnolo lascia la Honda, ha firmato per il Team Gresini
MOTOMONDIALE
4 ore

Ad Assen in Moto3 vince Ayumu Sasaki

Primo successo in carriera per il nipponico, caduta per Foggia
ATLETICA
5 ore

Nuovo record mondiale per McLaughlin

51”41 nei 400 ostacoli per l’americana
MOUNTAIN BIKE
5 ore

Argento europeo per Camille Balanche

In Slovenia, podio nel downhill per la neocastellana
Calcio
5 ore

Gareth Bale a Los Angeles

Il gallese vola in California a parametro zero
CALCIO
25.03.2021 - 17:21
Aggiornamento : 18:30

Esordio con il botto per la U21, Inghilterra battuta

Agli Europei U21 la Svizzera parte come meglio non poteva grazie al gol di Ndoye al 78'. Grande prestazione collettiva dei ragazzi di Lustrinelli

Comincia con il botto l'avventura della Svizzera U21 nella fase finale dell'Europeo. A Capodistria i ragazzi di Mauro Lustrinelli hanno superato per 1-0 l'Inghilterra, al termine di una prestazione di grande spessore sia dal profilo tattico, sia sotto l'aspetto tecnico. Il gol della vittoria lo ha firmato al 78' Ndoye, al termine di una bella azione: il giocatore del Nizza ha approfittato di un eccellente servizio di Imeri, appena entrato in campo, e ha concluso proprio mentre stava scivolando a terra, dando alla palla una traiettoria particolare che l'ha portata a insaccarsi nel sette della porta britannica. «Quando ho realizzato che la palla era entrata è stato un momento magico - commenta l'artefice della vittoria per la Svizzera riferendosi al gol vittoria -. Ho calciato di destro scivolando e il pallone è rimbalzato sul piede sinistro. Un po' di fortuna c'è stata, sì».

Una vittoria meritata, quella dei giovani rossocrociati, contro una delle favorite per la conquista del titolo, un'Inghilterra che nelle qualificazioni non aveva subito nemmeno una sconfitta. Certo, Hudson-Odoi e compagni hanno avuto in larga misura il controllo delle operazioni, ma la perfetta disposizione tattica degli uomini di Lustrinelli li ha costretti a mantenere bassi i ritmi e a girare attorno alla difesa per cercare uno spiraglio che non si è mai aperto. L'Inghilterra, a conti fatti, ha avuto una sola occasione, su calcio di punizione dal limite di Hudson-Odoi che Racioppi ha deviato in calcio d'angolo. Per contro, la Svizzera è stata capace di rendersi molto più pericolosa e si è costruita almeno due clamorose occasioni: la prima già dopo un quarto d'ora quando, approfittando di un'incertezza della retroguardia avversaria, Zeqiri si è presentato davanti a Ramsdale, ma ha battuto in modo fiacco e si è fatto respingere la conclusione; la seconda al 50', quando Toma si è trovato in ottima posizione per battere, ma sull'uscita del portiere avversario il pallone si è stampato sul palo. Senza dimenticare un colpo di testa di Zeqiri finito fuori di pochissimo nel primo tempo e, nella ripresa, una conclusione di Imeri respinta da Ramsdale, con Ndoye che non è riuscito a trovare i tempi giusti per il tap-in.

La Svizzera ha mostrato grande capacità di gestione dello spazio, con una difesa molto attenta (ottimo Zesiger, ancorato nel quartetto arretrato Lotomba) e un centrocampo dinamico, ma anche di personalità (molto buone le prestazioni di Toma e, soprattutto, Jankewitz). Davanti sia Guillemenot, sia Zeqiri hanno corso molto, faticando però a imporsi contro la fisicità di un'Inghilterra che poteva schierare un elevatissimo numero di giocatori già titolari in Premier League. «Questa vittoria - rincara Ndoye - è semplicemente il segnale che si sta cominciando a capire che la Svizzera è una grande nazione di calcio: questo Europeo ci dà l'occasione di dimostrarlo».

«Sapevamo che contro un avversario così forte avremmo potuto soffrire - analizza il ct ticinese Mauro Lustrinelli - e abbiamo risposto con un'organizzazione molto buona. È stata una prestazione eccellente da parte di tutto il collettivo. In particolare, abbiamo giocato molto bene a livello difensivo, abbiamo corso molto e concesso poco o niente all'Inghilterra. Tanto che Racioppi ha effettuato un solo intervento importante (sulla punizione di Callum Hudson-Odoi). Abbiamo una volta di più fatto prova di grande maturità, sono orgoglioso della mia squadra. Siamo cresciuti, abbiamo fatto un passo importante».

Insomma, un esordio perfettamente riuscito per la squadra di Lustrinelli. La qualificazione è ancora di là da venire, ma con in tasca tre punti, domenica pomeriggio gli elvetici potranno affrontare la Croazia con la consapevolezza che un successo equivarrebbe al raggiungimento ai quarti di finale. «Prepareremo la prossima partita per vincerla, come abbiamo fatto per tutte le altre».

Inghilterra - Svizzera (0-0) 0-1

Rete: 77' Ndoye 0-1.

Inghilterra: Ramsdale; Godfrey, Guehi, Kelly; Aarons, Skipp, Davies (66' Jones), McNeil (76' Sessegnon); Hudson-Odoi, Nketiah (76' Brewster), Smith Rowe (66' Eze).

Svizzera: Racioppi; Lotomba, Bamert, Zesiger, Muheim; Toma (85' Rüegg), Domgjoni, Jankewitz, Ndoye (79' Mambimbi); Guillemenot (65' Imeri), Zeqiri.

Arbitro: Kurashvili (Georgia)

Note: porte chiuse. Inghilterra senza Greenwood (infortunato). Ammoniti: 60' Guehi. 63' Bamert. 83' Hudson-Odoi. 85' Jankewitz. 94' Skipp.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
inghilterra lustrinelli ndoye svizzera u21 zeqiri

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved