paolo-righetti-ac-bellinzona-al-lavoro-settimana-prossima
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
10 ore

Il Chiasso si piega nello scontro salvezza con lo Xamax

Nonostante lo spirito giusto e il vantaggio 1-0 alla pausa, i rossoblù escono sconfitti 2-1 dalla Maladière. Raineri: ‘Peccato, ma non ci spezziamo!’
Hockey
11 ore

Una sconfitta crudele per l'Ambrì

I biancoblù sfiorano l’impresa in casa della capolista Zugo, vanno due volte in vantaggio ma vengono beffati dai Tori nel finale
Hockey
11 ore

Lugano sulle montagne russe, e il Bienne ringrazia

I bianconeri di Pelletier tornano sulla terra dopo il roboante 7-2 al Ginevra: altri sei gol sul groppone, tre dei quali firmati dal solo Fabio Hofer
Basket
15 ore

Senza la Svizzera tedesca, il nostro è un basket monco

Il mondo della pallacanestro d'élite nel nostro Paese vive quasi esclusivamente sull'asse Ticino-Romandia, ma in questo modo è quasi impossibile crescere
Gallery
Atletica
16 ore

Filippo Moggi, correre fa bene alla testa, e viceversa

Studente di diritto e atleta di punta dell'Lcz di Zurigo, il 21enne talento sbocciato in casa Sam disputerà i 400 agli Europei assoluti
Tennis
16 ore

Stan Wawrinka subito eliminato a Rotterdam

Il 35enne vodese si è inchinato d'entrata 6-4 7-5 al russo Khachanov. Ko anche Belinda Bencic a Doha, Stefanie Vögele accede agli ottavi a Lione
Sci nordico
18 ore

Dodicesimo titolo iridato per Therese Johaug

La norvegese ha trionfato sulla distanza dei 10 chilometri a stile libero dei Campionati del mondo di Oberstdorf
Altri sport
21 ore

Tadej Pogacar con la maglia di Uae Team fino al 2026

Il 22enne sloveno è il vincitore dell'ultimo Tour de France. Mauro Gianetti: "Fiero di ciò che stiamo costruendo negli Emirati arabi uniti"
Hockey
22 ore

In Nhl brilla Timo Meier: tre assist e prima stella per lo svizzero

L'appenzellese decisivo nella vittoria dei San José Sharks contro Colorado. Un assist e vittoria per Nino Niederreiter; serataccia per i Minnesota di Kevin Fiala.
Gallery
Calcio
1 gior

L’Ac Bellinzona indica la via

Attesa a giorni la ratifica di Swiss Olympic del passaggio al semiprofessionismo del club granata (e della Promotion League). Paolo Righetti puo cantar vittoria
CALCIO
1 gior

Il Chiasso vuole mettere la freccia

Domani alla Maladière i rossoblù affrontano il Neuchâtel Xamax che li precede di due lunghezze. In palio tre punti fondamentali nella lotta per la salvezza
Hockey
1 gior

‘L'obiettivo è chiaro: i playoff per via diretta’

Contro il Bienne, per Alessio Bertaggia e il suo Lugano un'altra sfida che vale doppio. 'La giusta reazione dopo lo scappellotto di giovedì’
Gallery
Tennis
1 gior

Bencic: ‘Adelaide rampa di lancio ideale’

La sangallese giocherà a Doha e Dubai, poi Miami, prima della stagione sulla terra che per lei partirà a Stoccarda. ‘A casa torno solo in aprile’
FREESTYLE
1 gior

Ad Airolo Scott e Roth dominano nell'Aerials

Europa Cup, l'australiana e l'elvetico troppo forti per la concorrenza. Domani e mercoledì il moguls con in gara sei ticinesi
CICLISMO
1 gior

Frattura della clavicola per Silvan Dillier

È la terza da maggio 2019 (la prima all'osso destro). L'argoviese è caduto durante la Kuurne - Bruxelles - Kuurne di domenica
CALCIO
1 gior

Il Basilea sospende il capitano Valentin Stocker

Di recente il giocatore era stato critico sul momento difficile del club renano e le sue parole erano state lette come un attacco al tecnico Ciriaco Sforza
GINNASTICA ARTISTICA
1 gior

Oliver Hegi si ritira per dedicarsi alla fisica

La Nazionale svizzera perde un punto fermo. L'argoviese ha vinto il titolo europeo 2018 alla sbarra, oltre ad altre tre medaglie continentali
Calcio
19.01.2021 - 06:000
Aggiornamento : 18:17

Paolo Righetti: ‘Ac Bellinzona al lavoro settimana prossima’

Il campionato di Promotion League riparte forse solo in aprile. ‘Ripartire, per dare un segnale, per la condizione e per il morale’

Regna sovrana l’incertezza, e non poteva che essere così. Al pari di molte manifestazioni sportive e di quasi tutti i tornei al palo da tempo, anche il campionato di Promotion League si interroga circa il proprio futuro. Tutte le domande che possono legittimamente essere rivolte ai responsabili della Prima Lega in seno all’Asf si scontrano però con i dubbi e le incertezze legati alla situazione sanitaria del paese, tutto fuorché delineata in modo chiaro. Ne consegue, per dirla pensando al Ticino, che l’Ac Bellinzona non sa se né quando tornerà a giocare. O meglio, che torni a giocare è un’ipotesi non così campata in aria, al netto di una situazione in piena evoluzione che al momento non promette granché bene. Sui tempi di un’eventuale ripresa, per contro, è difficile esprimersi. Anche se l’Asf un tentativo di fornire una risposta lo ha fatto, ieri, comunicando ai club affiliati alla Prima Lega (classica e, appunto, Promotion League) che difficilmente ci si può prefigurare una ripresa prima del mese di aprile. Piuttosto in là, quindi. Inoltre, giusto in tempo per permettere quantomeno l’omologazione di un campionato che per essere considerato valido deve vedere la disputa di almeno la metà delle partite in calendario: mancano quindi almeno cinque giornate, per buona pace dell’Yverdon capolista già beffato la scorsa stagione (avrebbe vinto a mani basse) e che quest’anno ambisce a una promozione per la quale ha investito tantissimo.

Tenersi in forma non guasta

«La nostra squadra - precisa Paolo Righetti, presidente dell’Ac Bellinzona, ha cercato di proseguire con gli allenamenti il più a lungo possibile quindi fino a inizio dicembre, con sedute in piccoli gruppi, distanziamento, protocolli, eccetera. D’accordo con Davide Morandi (il tecnico dei granata, ndr), invece di riprendere il lavoro in questi giorni, abbiamo rinviato tutto alla prossima settimana, proprio in virtù del fatto che eravamo in attesa di una comunicazione con la quale si paventa l’inizio del campionato non prima di aprile. Vogliamo capire cosa uscirà dall’assemblea di sabato di tutti i presidenti della Prima Lega collegati in videoconferenza. Indipendentemente da quanto scaturirà dall’assemblea, però, è nostra intenzione ricominciare a fare qualcosa sul campo, nel pieno rispetto delle norme e dei protocolli. Tenersi in forma non guasta, anche se l’inizio del campionato non sembra essere prossimo. Inoltre, ripartire può servire a noi del comitato e allo staff tecnico per capire quale sarà il volto dell’Ac Bellinzona nella stagione 2021/22, la cui definizione deve già essere una priorità, a questo punto della stagione, e con questo campionato sul quale pendono tutti questi interrogativi».

Under 21, disparità di trattamento

Righetti solleva poi una questione piuttosto delicata, che riguarda lo statuto delle compagini Under 21, le quali sono assoggettate al calcio professionistico e quindi sono libere di muoversi piuttosto liberamente, per quanto attiene allenamenti e incontri amichevoli. «Ci auguriamo vivamente che si trovi presto una soluzione univoca - spiega il dirigente granata - ma intanto assistiamo a quella che ritengo essere una questione che mina la regolarità del campionato: le Under 21 possono allenarsi in maniera tradizionale. Noi nel girone ne abbiamo tre, Sion Zurigo e Basilea. Se penso a tutte le squadre di Prima Lega, sono moltissimi i giovani in età Under 21 tesserati per queste compagini che al momento non possono allenarsi come invece fanno i loro coetanei delle U21 che fanno riferimento a una prima squadra di professionisti. Non lo trovo corretto. Da queste incongruenza risulta che c’è un problema di fondo relativo alla gestione stessa della Prima Lega. Sono cose che andavano analizzate e valutate meglio. Anche a livello sportivo ci sono delle implicazioni piuttosto rilevanti: come possiamo, noi che siamo costretti a lavorare in piccoli gruppi e con tante limitazioni, pretendere di essere allo stesso livello di preparazione di un’avversaria che ha potuto allenarsi regolarmente per settimane e disputare dei test amichevoli ? Ne va della regolarità del campionato, da un punto di vista sportivo non è assolutamente corretto».

Il rischio della disaffezione

Nel documento inviato ai club dall’Asf si fa anche - giustamente - menzione al pericolo nel quale rischiano di incorrere, in un periodo così particolare, giocatori e addetti ai lavori, magari delusi e scoraggiati e intenzionati a lasciare il calcio e i rispettivi club. Per scongiurare questa eventualità, l’Asf preannuncia il lancio di una campagna “con l‘intento - citiamo - di aiutare a mantenere accesa la passione e il fuoco di tutti per il calcio”.

Verosimilmente i club ne sapranno di più sabato, nel corso dell’assemblea. Intanto però Paolo Righetti e l’Acb hanno già fatto proprie queste preoccupazioni. «Ci auguriamo che qualcosa venga effettivamente fatto, perché il rischio che paventano è concreto. Ci sono sicuramente dei ragazzi in perdita di motivazione. Sappiamo benissimo che quando ci si abitua a un certo stile di vita, poi è difficile riadattarsi. Vale per tutti, giocatori e addetti ai lavori. È anche per questo motivo che, seppur a piccole dosi, vogliamo fare sentire ai nostri ragazzi la presenza della società che li rappresenta, la sua vicinanza, nonché il profumo del calcio che viene dal campo, dalla condivisione, seppur con le dovute distanze. L'obiettivo è non perdere di vista completamente la componente sociale di un’attività come la nostra e fare di tutto per non agevolare la disaffezione totale della gente. È un rischio che si sta correndo un po’ tutto il mondo, purtroppo. Per quello che è diventato adesso, e parlo anche da fruitore di partite di livello alla televisione, il calcio non è più stimolante». 

CALCIO: Risultati e classifiche

Ingrandisci l'immagine
© Regiopress, All rights reserved