laRegione
Nuovo abbonamento
guidotti-all-88-riagguanta-il-thun
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
2 ore

Playoff Nhl, Kukan e compagni avanzano

I Columbus Blue Jackets vincono la 'bella' contro i Maple Leafs e accedono agli ottavi di finale. Dove affronteranno i Tampa Bay Lightning
Gallery
Hockey
12 ore

Successi a rigor di logica, ma siamo solo all'inizio

Ambrì Piotta e Lugano reduci dai vittoriosi test con i Ticino Rockets. Cereda: ‘Calati alla distanza, ma è normale’. Pelletier: 'C'è spazio per tutti, poi sceglieremo’
Formula 1
14 ore

Verstappen diverte tutti

L'olandese della Red Bull è giovane ma è già un abile stratega. Decisiva la scelta di un solo cambio gomme. Battute le Mercedes di Hamilton e Bottas
Calcio
16 ore

Young Boys in finale di Coppa Svizzera

I campioni svizzeri sconfiggono 3-1 il Sion di Paolo Tramezzani. Vallesani in dieci dal 35' per l'espulsione di Zock
Atletica
17 ore

Titolo svizzero U20 per Emma Piffaretti nell'eptathlon

Ai Campionati nazionali di Langenthal la 18enne ticinese dell'Us Ascona ha stabilito il nuovo record ticinese con 5'308 punti
Gallery
Tennis
17 ore

Interclub di Lna, Chiasso campione svizzero

Trascinata da Susan Bandecchi e Belinda Bencic, la squadra di Pedro Tricerri bissa il titolo dello scorso anno: Grasshopper sconfitto 4-3
Formula 1
17 ore

Verstappen batte le Mercedes

A Silverstone, teatro della gara che ha celebrato il 70esimo della F1, l'olandese ha preceduto Lewis Hamilton e Valtteri Bottas
Motociclismo
18 ore

Moto2, Lüthi soltanto 17esimo a Brno. In MotoGp vince Binder

Nel Gran Premio della Repubblica Ceca il pilota bernese è scattato dalla 26esima posizione. Per il sudafricano una bella 'prima' nella categoria regina
Calcio
19 ore

Thun a forte rischio retrocessione: parte dallo 0-2 di Vaduz

Domani l'incontro di ritorno dello spareggio di promozione e retrocessione: Il tecnico Marc Schneider: ‘La pressione c'è, è innegabile’
Calcio
20 ore

Europa League e Champions, da domani via ai quarti di finale

Il Basilea in campo martedì contro lo Shakhtar Donetsk. Ai quarti di Champions uno spettacolare Barcellona-Bayern Monaco
Hockey
1 gior

A Biasca finisce 3-1 per l'Ambrì Piotta

I biancoblu di Luca Cereda piegano i Rockets nella prima amichevole post-lockdown
Tennis
1 gior

Marco Chiudinelli: 'Amo il Ticino, perché è un po' come me'

Il tennis come scuola di vita, le nuove sfide, i consigli ai giovani, Roger Federer (ma non troppo). Intervista all'ex n. 52 al mondo: 'Contento della mia carriera'.
Formula 1
1 gior

La Formula Uno, ovvero il Circo della finzione

Con il bis a Silverstone si festeggiano i 70 anni del Mondiale automobilistico, ma la vicenda Racing Point (e altri problemi) ne mettono a nudo i limiti attuali
Calcio
2 gior

Ronaldo non basta alla Juve, ai quarti ci va il Lione

Negli ottavi di Champions i bianconeri superano 2-1 i francesi grazie al portoghese ma l'1-0 dell'andata premia gli uomini di Garcia. Il City elimina il Real.
CALCIO
15.07.2020 - 22:270
Aggiornamento : 16.07.2020 - 00:10

Guidotti all'88' riagguanta il Thun

I bianconeri pareggiano in extremis una partita complicata e poco spettacolare

Ci sono occasioni in cui occorre sapersi accontentare. L'1-1 ottenuto contro il Thun, potrebbe sembrare un risultato non proprio positivo, ma alla luce di come si è dipanata la contesa, i bianconeri possono tirare un sospiro di sollievo: hanno portato a nove partite la striscia positiva a Cornaredo, ma soprattutto, in classifica hanno tenuto a distanza i bernesi, compiendo di fatto un passo importantissimo verso l'obiettivo della salvezza. Il bicchiere, insomma, è da considerarsi mezzo pieno, nonostante per lunghi tratti il pubblico presente abbia mugugnato. Un bicchiere mezzo pieno anche perché quando all'87' Gerndt ha centrato una clamorosa traversa, sembrava che non ci fosse più nulla da fare e che il semaforo di questa partita segnasse un rosso molto pericoloso nel concitato finale di stagione che stiamo vivendo. Invece, un minuto dopo, su ubriacante azione di Lungoyi, capace di saltare un paio di difensori prima di mettere il pallone sul primo palo, Guidotti ha trovato la deviazione giusta per regalare a sè stesso il primo gol in Super League e alla squadra un pareggio che sembrava sempre meno probabile... «Ancora una volta si è evidenziata tutta la grinta e tutto il carattere che contraddistinguono questa squadra – ha commentato Maurizio Jacobacci –. Nel primo tempo, è vero, siamo stati poco incisivi, ma nemmeno il Thun si è messo in grande evidenza. Durante la pausa abbiamo cercato di cambiare qualcosa tatticamente per poter essere più alti e più aggressivi».

Dopo le belle prestazioni offerte nelle ultime settimane (non sempre coronate dai risultati che avrebbero meritato), contro il Thun i bianconeri hanno faticato maledettamente a prendere le misure di una squadra scesa in Ticino con la chiara intenzione di non scoprirsi e aspettare l'occasione utile. Occasione che, per altro, è puntualmente arrivata al 55', quando Hefti (primo gol in Super League pure per lui) ha trovato lo spazio per battere Baumann in quello che è stato l'unico tiro in porta da parte bernese. «Il loro gol ci ha messo in difficoltà, non lo nego. La partita si è fatta ulteriormente complicata, in quanto il Thun si è chiuso a riccio, bloccando tutti gli spazi in profondità»

Cambi decisivi

La formazione di Jacobacci ha iniziato la partita controllando le operazioni, cercando di attaccare con la pazienza necessaria a non prestare il fianco alle incursioni ospiti. Le difficoltà in fase offensiva, però, non rappresentano una novità e, pur costruendo manovre interessanti, i bianconeri non sono mai arrivati alla conclusione. Tra una squadra che non voleva e una che non poteva, è nata una partita bruttina, avara di emozioni,  con il Lugano che ha provato sia centralmente, sia sulle fasce, ma a conti fatti non è mai riuscito ad andare alla conclusione, con Gerndt e Janga che hanno faticato a trovare spazi nella morsa dei tre centrali bernesi. Il gol di Hefti ha di fatto dato una sferzata ai bianconeri, i quali si sono trovati costretti a premere sull'acceleratore. Ancora una volta, Jacobacci può essere contento sia della reazione della squadra, sia della sua personale lettura della partita. Ha infatti buttato nella mischia Lungoyi e Guidotti, con il giovane romando che ha di fatto spaccato la difesa bernese, saltando ripetutamente il diretto avversario sulla fascia destra e il ticinese che ha insaccato il punto del pareggio. «Occorreva cambiare qualcosa e gli innesti di forze fresche hanno dato i frutti sperati. Il cambio di sistema ha permesso a Lungoyi di poter andare all'uno contro uno sulla fascia. Con un pizzico di fortuna in più, il pareggio lo avremmo potuto trovare molto prima e, in quel caso, sono convinto che saremmo riusciti a vincere la partita. Ma non mi lamento: di norma un pareggio non mi soddisfa mai, ma questa volta è diverso, possiamo essere contenti, perché questa era una partita davvero importante». E nove punti di vantaggio sul Thun a cinque turni dalla conclusione rappresentano un tesoretto niente male.

Due posticipi per il Lugano

La decisione di rinviare a questa sera la sfida tra Neuchâtel Xamax e Sion, a causa del caso di coronavirus nello spogliatoio neocastellano, comporta due conseguenze dirette anche per il Lugano. Dovendo garantire alle squadre due giorni pieni di recupero tra una partita e l'altra, la sfida prevista sabato a Sion è stata posticipata a domenica e di conseguenza, quella in calendario martedì contro lo Zurigo è slittata a mercoledì.

Lugano - Thun (0-0) 1-1

Reti: 55' Hefti 0-1, 88' Guidotti 1-1

Lugano: Baumann; Kecskes (81' Guidotti), Maric, Daprelà; Lavanchy, Lovric (57' Custodio), Covilo (68' Lungoyi), Sabbatini, Yao (81' Pavlovic); Janga (68' Holender), Gerndt

Thun: Faivre; Kablan, Havenaar, Stillhart; Hefti (79' Glarner), Bertone, Fatkic, Hasler; Castroman, Munsy, Karlen (79' Tosetti)

Arbitro: Tschudi

Note: 1'000 spettatori. Lugano senza gli infortunati Bottani e Macek; Thun privo di Bigler, Hediger, Sutter, Rapp (infortunati). Ammoniti: 74' Kablan. 82' Stillhart. 87' Sabbatini

CALCIO: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved