a-cornaredo-il-lugano-ferma-il-treno-di-celestini
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
STORIE MONDIALI
4 ore

Buff Donelli, una star del football prestata al soccer

La seconda edizione della Coppa del Mondo di calcio, nel 1934, fu voluta e accomodata da Mussolini in persona
nuoto sincronizzato
10 ore

Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi

Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
12 ore

Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner

Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ciclismo
14 ore

Tour de France, non ci saranno Alaphilippe e Cavendish

I due non sono stati convocati dalla Quick-Step
footbalino
14 ore

Anche tre atleti disabili ai Mondiali di Footbalino

La partecipazione è il frutto della collaborazione tra la federazione svizzera e quella ticinese
Calcio
15 ore

Mercato, Cragno al Monza

Il portiere arriverà in prestito dal Cagliari
ginnastica artistica
15 ore

Ginnastica, oro e argento ai Campionati svizzeri per Lena Bickel

La ticinese è prima alle parallele asimmetriche e seconda nel concorso multiplo. Argento e bronzo (ad anelli e sbarra) anche per Mattia Piffaretti
Calcio
16 ore

Simone Rapp a Karlsruhe

Il ticinese lascia Vaduz per la Germania
Calcio
16 ore

Lucas Leiva torna in Brasile

Il 35enne centrocampista giocherà nel Gremio
Triathlon
17 ore

Sasha Caterina si mette in evidenza ai Mondiali di Montreal

Con il contributo del triatleta ticinese la giovane squadra svizzera conclude sesta e si guadagna il pass per le Olimpiadi di Parigi
24.06.2020 - 22:26
Aggiornamento: 25.06.2020 - 00:04

A Cornaredo il Lugano ferma il treno di Celestini

I bianconeri superano 2-0 (in gol Kecskes e Lovric) la formazione allenata dal loro ex allenatore, che non aveva mai perso dal suo arrivo a Lucerna (6 partite)

I circa 800 tifosi bianconeri che hanno avuto il privilegio di poter assistere a Lugano-Lucerna sono stati doppiamente fortunati, in quanto hanno potuto festeggiare uno splendido successo 2-0 (in gol Kecskes e Lovric) della loro squadra contro una delle formazioni più in forma del campionato, quel Lucerna allenato dall’ex Fabio Celestini che non perdeva da sette partite.

Primo tempo

Per la seconda partita post-lockdown Jacobacci ha operato due modifiche rispetto all’undici titolare schierato tre giorni prima a Ginevra (1-1 con il Servette): quella forzata di Lovric al posto dello squalificato Sabbatini e quella tattica con Kecskes preferito a Bottani, con conseguente cambio di modulo dal 4-3-3 al 3-5-2 (Lavanchy e Yao sugli esterni, Gerndt e Janga davanti).

Sin dai primi minuti gli ospiti, apparsi più in palla anche fisicamente dei padroni di casa, hanno chiaramente preso in mano le redini del gioco, senza tuttavia riuscire a creare pericoli per l’estremo difensore bianconero Baumann, ben protetto dalla linea difensiva. Nettamente sovrastati sul piano del possesso palla, gli uomini di Jacobacci si sono avvicinati per la prima volta alla porta avversaria al 28’, quando dopo una bella manovra sull’asse Gerndt-Lavanchy Janga è stato anticipato all’ultimo da Lucas. Per la prima vera emozione è stato necessario attendere fino al 36’, quando Baumann con un bel riflesso ha negato la gioia del gol a Schulz, prima di ripetersi poco dopo su un tiro da fuori dello stesso giocatore.

Secondo tempo

Il Lugano è rientrato in campo dopo la pausa con un piglio più intraprendente e al 54’ ha sfiorato il vantaggio con una conclusione di Lovric tolta dall’angolino basso dalla mano di Muller, mentre sul prosieguo dell’azione è stato Gerndt a non centrare la porta con il suo sinistro a giro. Gli uomini di Celestini sono tornati a farsi vedere dalle parti di Baumann con un tiro alto di Margiotta a metà della seconda frazione, momento in cui i vodesi hanno ripreso a controllare il gioco, senza tuttavia anche in questo caso impensierire più di tanto Maric e compagni. Anzi al 75’ è stato un perfido tiro-cross del neoentrato Bottani a spaventare il portiere avversario, costretto a smanacciare la sfera che lo stava per superare beffardamente. Un episodio che ha fatto da preludio al vantaggio bianconero, firmato di testa da un Kecskes dimenticato dalla retroguardia ospite e pescato a meraviglia in mezzo all’area da Lovric su calcio d’angolo. Lo stesso centrocampista austriaco all’88’ è stato all’origine del 2-0 che ha chiuso la partita, con una sua punizione calciata di potenza dai 20 metri che grazie alla deviazione fortuita della barriera ha ingannato Muller, certificando il successo luganese.

Tabellino

Lugano - Lucerna (0-0) 2-0

Reti: 80’ Kecskes 1-0. 88’ Lovric 2-0

Lugano: Baumann; Daprelà, Maric, Kecskes; Yao, Lovric (90’ Guidotti), Covilo (52’ Selasi), Custodio, Lavanchy; Gerndt (74’ Bottani), Janga

Lucerna: Muller; Knezevic, Lucas, Burch; Schulz, Voca, Emini, Schürpf (46’ Sidler, 86’ Marleku); Ndiaye (65’ Males), Margiotta (74’ Grether), Matos

Arbitro: Schärer

Note: 1000 spettatori. A inizio partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Luigi Jori, ex preparatore dei portiere anche del club bianconero. Lugano senza Sabbatini (squalificato), Rodriguez, Sulmoni e Obexer (infortunati); Lucerna privo di Balaruban, Ndenge, Schwegler (infortunati). Ammoniti: 48’ Sidler. 58’ Burch. 84’ Bottani. 87’ Schulz. 90’ Knezevic

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved