questo-lugano-fa-e-disfa-alla-fine-e-solo-pareggio
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
9 ore

A Langnau (quasi) tutto facile per il Lugano

Dopo il derby i bianconeri vincono anche alla Ilfis in una partita piuttosto pazza, finita 7-4. Per i bernesi è la tredicesima sconfitta di fila
HOCKEY
12 ore

Anche Alina e Sinja spiccano il volo. Con Ammann e Odermatt

Reduci da isolamento, le due ragazze della Nazionale di hockey raggiungono Pechino assieme al saltatore e al leder di Coppa del mondo di sci
CALCIO
13 ore

Quindici anni al vertice e non sentirli

Ancillo Canepa, da tre lustri alla testa dell’Fc Zurigo, è pieno di entusiasmo per la ripresa di una stagione che la sua ‘ceratura’ affronta da leader
Hockey
15 ore

Lugano, sciolto il contratto di Nodari. Finirà a Kloten?

Il trentaquattrenne difensore ticinese non rientrava ormai più nei piani di Chris McSorley, e ora potrebbe raggiungere Zurkirchen alla Stimo Arena
Basket
16 ore

Gubitosa: Per la Coppa ‘intelligenza, gioco e aggressività’

A Montreux si assegna nel weekend il primo trofeo stagionale, la Swiss Basketball Cup. Semifinali Sam-Neuchâtel e Olympic-Ginevra. Finale domenica alle 16
VOLLEY
16 ore

Due sfide fondamentali per il Lugano

Nel tentativo di rincorsa ai playoff, le ticinesi dovranno superare domani il Val de Travers e martedì il Franches-Montanges. Le due partite a Cadempino
CALCIO
16 ore

Dieci anni in bianconero, Sabbatini bandiera del Lugano

Il capitano uruguaiano spera di poter prolungare il contratto in scadenza. E sulla ripresa della stagione afferma: ‘Rosa da completare, ma sono fiducioso’
SCI ALPINO
17 ore

Grave infortunio per Urs Kryenbühl in Coppa Europa

Lo svittese è caduto in SuperG a Saalbach ed è stato elitrasportato a Zurigo dove ha subito un intervento chirurgico al bacino
SCI ALPINO
17 ore

A ottobre appuntamento con la velocità sul Cervino

Due discese maschili e altrettante femminili lungo la Gran Becca disegnata da Didier Défago. Le prime gare già nella prossima stagione
Gallery
Tennis
18 ore

Australian Open, in finale Nadal contro Medvedev

Il maiorchino ha sconfitto Matteo Berrettini in quattro set (6-6 6-2 3-6 6-3), il russo ha fatto lo stesso contro il greco Tsitsipas (7-6 4-6 6-4 6-1)
Freestyle
22 ore

Marco Tadè e quei cinque cerchi per chiuderne uno

Il ticinese specialista delle gobbe è pronto disputare quelle Olimpiadi sfuggitegli di un soffio già due volte. E stavolta ci si è messo pure il Covid...
Calcio
12.07.2020 - 17:590
Aggiornamento : 18:30

Questo Lugano fa e disfa, alla fine è 'solo' pareggio

Bianconeri in doppio vantaggio alla pausa, sul 3-0 al 47', ma beffati dalla rimonta del Lucerna (3-3) trascinato da Schürpf. Palo di Lavanchy al 93'

È possibile dominare per un tempo intero, passare in vantaggio 3-0 dopo due minuti dall'inizio della ripresa e uscire dal campo con mille rimpianti e un punto solo, frutto di un pareggio 3-3? La risposta è sì, è possibile. Quantomeno, il Lugano lo ha reso possibile. A lungo l'ha fatta da padrone, ha segnato, sprecato, e condotto. L'aveva quasi decisa, salvo poi subire il prepotente ritorno dei padroni di casa, trascinati dall'ex Schürpf, autore di un'incredibile doppietta che, intervallata dal rigore di Margiotta, vale alla squadra di Celestini un rocambolesco pareggio al quale al 45' nessuno avrebbe mai potuto credere. Un pareggio che Pavlovic e Lavanchy allo scadere avrebbero potuto trasformare in un pirotecnico 4-3 (palo esterno colto dall'esterno di Jacobacci),

Nel primo tempo dominio assoluto fino al 3-0 divorato da Holender

Un rigore che Janga ha cercato di farsi concedere in avvio di partita (il Var è però intervenuto in favore dell'eccellente Jaccottet assegnando la punizione al Lucerna dopo che l'arbitro aveva invece decretato il penalty), due gol firmati Lavanchy (lancio al bacio di Sabbatini alle spalle delle difesa) e Lovric (dà inizio e chiude la bella combinazione che vale il raddoppio), il 3-0 miseramente fallito da Holender: Nettissimo il dominio dei bianconeri in un primo tempo dominato per una quarantina di minuti, prima di concedere campo ai padroni di casa, graziati dall'errore da due passi del citato attaccante ungherese che invece di chiudere la partita ha favorito la reazione di chi, fino a quel momento, era chiaramente in affanno. Così, la parte finale del primo tempo ha avuto anche in Baumann un protagonista, autore di due interventi decisivi sui colpi di testa ravvicinati di Schulz e Bürki. Non chiudere la prima frazione in doppio vantaggio sarebbe stato davvero uno spreco, per un Lugano compatto, organizzato, chiuso a protezione della propria porta e abilissimo a ripartire negli spazi. Unico neo, come detto, l'egoismo di Holender: da lì, o segni o la dai a Janga, piazzato meglio: ha optato per la conclusione, facendosela parare.

Pronti-via nella ripresa, Holender si riscatta ma poi solo Lucerna

Nemmeno il tempo di ripresentarsi in campo, che Holender riscatta il grave errore testè descritto e sorprende l'incerto Müller (pessimo 27esimo compleanno, il suo) con un diagonale mancino valso al Lugano il punto del 3-0, con una decina di minuti di ritardo. Purtroppo per gli ospiti, quella che avrebbe dovuto essere la rete della sicurezza, segna la fine della partita del Lugano e l'inizio della riscossa del Lucerna, in rete a tre riprese in 16 minuti. Apre le danze Schürpf (colpo di testa, 'bruciato' Yao nello stacco), Margiotta accorcia le distanze dal dischetto (trattenuta di Pavlovic), ancora Schürpf e ancora di testa realizza il 3-3. Ottimo il contributo dei rimpiazzi mandati in campo da Celestini (Schürpf su tutti, ma anche Binous che si è procurato il rigore), pessimo il contributo di Yao e Pavlovic, tra i subentrati in casa bianconera, con quest'ultimo che al 93' ha avuto sul piede il pallone del successo, poi ribadito sul palo da Lavanchy. Da non credere.

Lucerna - Lugano 3-3

Reti: 15' Lavanchy 0-1. 23' Lovric 0-2. 47' Holender 0-3. 61' Schürpf 1-3. 69' Margiotta (rigore) 2-3. 77' Schürpf 3-3

Lucerna: Müller; Grether (78' Sidler), Lucas, Bürki; Schulz, Emini, Voca (67' Binous), Kakabadze; Matos (82' Marleku), Margiotta, Eleke (46' Schürpf)

Lugano: Baumann; Kecskes (46' Yao), Maric, Daprelà; Lovric; Lavanchy, Sabbatini, Selasi (84' Covilo), Jefferson (57' Pavlovic); Janga (80' Lungoyi), Holender (57' Gerndt)

Arbitro: Jaccottet

Note: 1'000 spettatori. Lucerna senza Knezevic (squalificato), Burch, Ndenge, Ndiaye e Schwegler (infortunati). Lugano senza Bottani, Custodio e Macek (infortunati). Ammoniti: 6' Kecskes. 8' Janga. 54' Emini. 61' Pavlovic. 78' Maric e Daprelà. 82' Schulz

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved