Calcio
02.10.2018 - 20:450

Juventus troppo forte per un piccolo Young Boys

Champions League, i gialloneri bernesi sconfitti 3-0 a Torino dalla tripletta di Paulo Dybala. Nemmeno un'occasione da rete per Hoarau e compagni

Che lo Young Boys potesse andare a Torino per trovare un clamoroso risultato positivo in pochi ci credevano. E infatti i gialloneri bernesi, nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League, sono stati sonoramente bastonati dalla Juventus, impostasi con un tranquillo 3-0 in virtù della tripletta di Paulo Dybala. Per i campioni svizzeri si è trattato di una prestazione di qualità sensibilmente inferiore rispetto a quella offerta due settimane fa allo Stade de Suisse contro il Manchester United. Il punteggio è stato lo stesso, ma a Torino i gialloneri non sono riusciti a crearsi una sola vera occasione da rete, limitandosi a una conclusione di Hoarau deviata da un difensore juventino (con la palla che quasi inganna il portiere) e a una rasoiata da fuori area di Lauper, ben gestita a terra da Szczesny. Davvero troppo poco per sperare di creare difficoltà a una Juventus che ogni qual volta ha deciso di accelerare è riuscita mettere a mettere al malpartito la difesa degli ospiti. Il gol d'apertura, dopo appena 5', propiziato da un errore di Camara (poi espulso al 79 per doppio giallo) che si è lasciato scivolare alle spalle Dybala, ha ovviamente messo le ali ai piedi ai padroni di casa, i quali hanno trovato il punto del raddoppio, sempre con la Joya argentina, al 34' (lesto tap-in dopo una conclusione di Matuidi non trattenuta da Von Ballmoos). Nella ripresa il copione non è mutato, con lo  Young Boys capace a tratti di fare del possesso palla, ma assolutamente sterile e fine a se stesso. La Juventus, invece, oltre a diverse occasioni create ma non finalizzate, ha trovato il modo di andare in gol una terza volta con Dybala, veloce a toccare in rete da due passi un centro di Cuadrado. Seconda partita di Champions League e per lo Young Boys seconda sconfitta per 3-0. L'apprendistato giallonero a questi livelli sembra essere ancora molto lungo.

© Regiopress, All rights reserved