TiPress
Calcio regionale
13.09.2019 - 17:480

Terza Lega, tutte le cifre del Gruppo 2

Lo strano caso del Moesa, Azzurri e Gordola le più "cattive". Ecco tutte le statistiche dopo i primi 270' di gioco

Parte oggi il quarto turno di Terza Lega Gruppo 2. Ad aprire le danze sarà l’anticipo di questa sera (20:00) tra il Moesa di Pfisterer e il Pro Daro di Sciarini. Nell’ultimo turno il Moesa ha sconfitto 2-5 il Sant’Antonino, mentre il Pro Daro ha incassato il secondo KO in altrettante partite.

Più fitto il programma di domani con ben quattro sfide in palinsesto. Il Losone di Bontognali proseguirà la caccia alla prima posizione ospitando il Verscio di Broggini. Cercherà di risollevarsi il Monte Carasso di Donghi, caduto lo scorso fine settimana proprio contro il Losone. Ianu e compagni saranno impegnati sul campo del Tenero di Fiori, attuale settima forza del Gruppo 2 di Terza Lega.

È alla ricerca del primo successo il Riarena di Mozzetti. Gli amaranto – due pareggi e una sconfitta nelle prime tre partite della stagione – cercheranno la prima gioia stagionale in casa del Ravecchia di Casarotti. Chiude il programma del sabato la sfida tra il Solduno capolista e il Blenio di mister Zanchi.

Due le sfide in programma, invece, la domenica. Sarà scontro tra neopromosse a Sant’Antonino con la formazione locale che riceverà gli US Azzurri. Il Gordola targato De Marchi ha messo nel mirino la prima vittoria stagionale. Croce e compagni, però, dovranno vedersela domenica pomeriggio contro il semine di Gigantelli, anche esso all’inseguimento del primo successo in stagione.

Solo il Solduno a punteggio pieno

Dopo 270' di gioco troviamo solo il Solduno a punteggio pieno. Di conseguenza, l'allenatore dei locarnesi Samuele Demir è l'unico a vantare finora il 100% di vittorie. Segue una fitta comitiva di allenatori con il 66% delle vittorie.

Lo strano caso del Moesa

Il Moesa di Jeremy Pfisterer ha sin qui disputato un avvio di stagione in linea con le proprie potenzialità. I moesani, però, hanno l'onore e il dispiacere di vantare due record particolari. Il primo, positivo, riguarda la speciale classifica riservata ai reparti offensivi. Il Moesa è infatti la squadra con più gol realizzati: 11 le reti in tre giornate per una media di 3.67 per partita. E a chi spetta la spiacevole etichetta di "peggior difesa"? Ancora Moesa. La difesa giallobianca ha incassato 10 reti in tre partite per una media di 3.33.

Da qui non si passa

È sicuramente un momento positivo per i portieri di Losone, Blenio e Solduno. Tutti e tre hanno saputo mantenere la propria porta inviolata in due occasioni su tre. Particolarmente attento il guardiano dei pali del Losone, capace di abbassare la saracinesca due volte su due lontano dai "Saleggi", il campo amico degli "oranges".

Chi segna quando

Ogni squadra ha il proprio periodo preferito per andare a segno. Il Blenio di mister Zanchi, per esempio, è la squadra che ha segnato più reti nel primo quarto d'ora di gara con tre delle sei reti totali. Il Monte Carasso di Patrick Donghi, invece, ha un certo feeling con gli ultimi quindici minuti di gioco avendo realizzato tre delle nove reti finora messe a referto.

In rimonta c'è più gusto

Che il Gruppo 2 di Terza Lega sia un campionato per "duri" lo si è sempre saputo. Ma in questo avvio di stagione il concetto è stato ribadito. Le protagoniste del torneo regalano emozioni ribaltando spesso l'inerzia di un incontro. Lo sanno bene Moesa, Monte Carasso, Solduno e Verscio: le quattro squadre finora capaci di ottenere tre punti ribaltando una situazione di svantaggio.

Gordola e Azzurri le "più cattive"

E se il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare. Nella classifica riservata alle compagini "più cattive" troviamo in testa il Gordola di De Marchi con 15 cartellini finora accumulati di cui 14 gialli e un rosso. Tradotto in numeri: un cartellino ogni 18'. Gli Azzurri invece sono la squadra che vede più rosso. Ben tre le espulsioni ai danni della compagine di mister Morisoli.  

Potrebbe interessarti anche
Tags
gruppo
tutte
terza lega
azzurri
gordola
moesa
lega
gioco
solduno
reti
© Regiopress, All rights reserved