BASKET

Riva costretto alla resa, Sam e Lugano invece no

Le momò sprecano troppo e soccombono al Nyon, mentre Massagno e Tigers possono rientrare col sorriso dalla trasferta al di là delle Alpi

Agli ordini di Cabibbo, stavolta i massagnesi non hanno scialacquato il vantaggio
(Ti-Press)

Week end che ha visto la Spinelli vincere contro il Pully, Il Lugano trionfare 76- 91 a Basilea e il Riva Basket soccombere in casa, ancora dopo un supplementare, contro il Nyon. Iniziamo proprio dalla squadra di Piccinelli che, in un lungo tiramolla, alla fine ha dovuto soccombere di un niente contro le vodesi: 86-89 dopo un tempo supplementare, e con la Bell fuori per falli all’8’ del terzo quarto.

Se una settimana fa sul parquet di Aarau la squadra aveva concesso il pari ad appena 3” dalla sirena, sabato, con 13” da giocare e palla in mano, Hunter ha deciso per un tiro anziché attaccare il ferro, ma proprio sul ferro si è infranto il pallone della vittoria.

Poi, nel supplementare, una tripla di Veri ha ridotto a -1 con una tripla, 86 a 87 a 63” dalla sirena: le ospiti, dopo errore di Rampi sul possibile pareggio, han trovato il libero del +3 sulla sirena. Veramente un peccato, perché le rivensi han giocato a rincorrere tutta la gara: 15-23 al 9’, poi recupero a -1 (24-25) al 3’, quindi 26-34 al 5’, 39-40 al 9’ e due punti sotto alla pausa grande (41-43). Terzo quarto sulla falsariga, con il Nyon a scappare sul 47 a 58 al 5’, dopo 3 palle perse (alla fine saranno23!). Ennesimo recupero, dopo il 57 a 66 all’ultima pausa e con Bell già in panca per 5 falli; poi il sorpasso, 73-72 al 6’ dopo un parziale di 13-2 e due errori dalla lunetta (13/19 alla fine), quindi il pareggio a quota 75 con un libero ospite a 13” dalla sirena, prima del finale all’overtime già descritto. Grande protagonista Hunter con 45 punti (19/36), con Bell solo 10 punti e limitata dai falli, ma ottima la prova di Veri con una doppia doppia, 15 punti e 10 rimbalzi. Il Riva ha sprecato troppo con le palle perse, pur se le ospiti ne han perse 25, ma il 44-50 ai rimbalzi e il 25-30 su secondi tiri han fatto la differenza. Ma questa squadra ha ancora molto da dire in questa stagione e sicuramente farà tesoro degli errori fatti, proprio per crescere.

Riva: Hunter 45, Picco 8, Bell 10, Veri 15, Fontana 4, Ghidini 2, Balmelli 0, Lattuada 2, Montesanti 0, Ne: Cattaneo, Iemma, Clerici.

Nessuna brutta sorpresa

La Spinelli, dal canto suo, non si è fatta sorprendere in quel di Losanna vincendo per 78-89. Il Pully non ha avuto scampo: il 15-25 del primo quarto e il 16-26 del secondo hanno in pratica messo fine alla contesa: un 51-31 che stavolta i ragazzi di Cabibbo non han scialacquato, come quattro giorni fa. Forse il 31-22 del terzo quarto ha illuso le Foxes, ma il 16 pari dell’ultimo quarto è testimone del controllo che Dusan e compagni hanno avuto sul match. Una gara che la Sam ha sfruttato al meglio sotto le plance, con i 26 punti per Clanton (12/16) e 21 rimbalzi, 9 dei quali in attacco, coadiuvato dai 20 punti di Dunans (12/16), cifre per loro mai viste in queste prime 11 giornate di basket. Una forza che è un segnale non indifferente del potenziale della Spinelli non solo dei suoi esterni ma anche sotto le plance.

Spinelli: M. Mladjan 9, Williams 5, Clanton 26, Martino 3, Steinmann 3, D. Mladjan 17, Tutonda 3, Solcà 9, Dunans 20, Koludrovic. Note: Sam 25/55, Ginevra 20/67. Palle perse Pully 16, Sam 17; rimbalzi: Pully 21, Sam 44.

Un successo di squadra

Il Lugano a Basilea, su un terreno sempre ostico per tutte o quasi, ha vinto bene giocando di squadra. Nel primo quarto, dopo un 7-0 iniziale, i ticinesi hanno rimediato, e dal 16-9 al 5’ sono andati sul 18-19, prima di chiudere il quarto avanti di 3, con Bracelli e Williams. Secondo quarto in fotocopia rovesciata: Tigers sul 20-31 al 3’ ma rimontati in fretta, fin sul 28-31 al 5’. Ancora allungo e recupero basilese, fino ad arrivare alla pausa sul 41-42. Terzo quarto con i Tigers che scappano sul 45-52 e poi sul 50-62 al 7’, con la tripla di Dell’Acqua, ma gli Starwings recuperano fino al 56-63 all’ultima pausa. Ultimo quarto con i Tigers che al 6’ si ritrovano sul 65-80 con una tripla di Bracelli, poi l’allungo fino a +16 e chiusura con schiacciata di Sampson per il 76-91.

Lugano: Sampson 37, Bracelli 10, Warden 13, Dell’Acqua 3, Battey 6, Montanari, Donnelly, Williams 22, Picco. Note: Basilea 34/73, 47 rimbalzi, palle perse 13; Lugano 35/74, 36 rimbalzi, 12 palle perse.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE