SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
4 ore

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector
QATAR 2022
4 ore

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
4 ore

Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina

Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
7 ore

Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi

Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
10 ore

La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani

La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
13 ore

All’Australia basta un gol di Duke

Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
14 ore

Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera

Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
17 ore

Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta

Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
BOCCE
25.09.2022 - 21:54
Aggiornamento: 22:11

Ai Mondiali di Roma la giovane Svizzera non delude

I giovani rossocrociati tornano dalla competizione juniores con un argento e un bronzo, conquistati dai ticinesi Ryan Regazzoni e Giorgia Cavadini

di Riccardo Ballinari
ai-mondiali-di-roma-la-giovane-svizzera-non-delude
Il podio romano con Ryan Regazzoni

Si è concluso con la conquista di un argento e un bronzo l’avventura dei giovani rossocrociati ai Mondiali Juniores di Roma. Un risultato tutto sommato soddisfacente per i nostri colori, visti i progressi messi in mostra da nazioni che, boccisticamente parlando, fino a ieri nel panorama delle manifestazioni internazionale figuravano perlopiù quali comparse. Date uno sguardo al medagliere a fine articolo e capirete. Senza dimenticare che, oltre alla giovane età, i nostri erano tutti esordienti in un competizione mondiale. Il risultato migliore lo ha ottenuto Ryan Regazzoni nell’individuale guadagnandosi l’argento, giocando in maniera quasi perfetta fino all’atto conclusivo, dove purtroppo il giovane luganese ha perso il filo del discorso nella partita decisiva che lo ha visto opposto all’italiano Nicolò Lambertini, soccombendo per 12-1. Sarà giustamente deluso della sua prova in finale, ma non dovrà dimenticare che ha pur sempre portato a casa una medaglia argento, che ha meritato con sudore e sacrificio e della quale deve andar fiero. Un grande come lo è stato Dante D’Alessandro, uno che se ne intende avendone disputate moltissime e vincendole quasi tutte, afferma che le finali sono sempre difficili da giocare, anche quando i pronostici ti danno favorito. E se lo dice lui…

L’altra medaglia, di bronzo, l’ha conquistata Giorgia Cavadini nel tiro di precisione, lei che è stata la più utilizzata del quintetto svizzero avendo giostrato anche nell’individuale e nella coppia mista. Una specialità quest’ultima che non predona la benché minima imprecisione e che mette a dura prova anche i colpitori più attrezzati. Si è qualificata per le semifinali fornendo prove convincenti, arrendendosi solo davanti all’italiana Martina Zurigo. Senza infamia e senza lode le prove fornite da Gioele Bianchi e Jacopo Faul. Il primo, impegnato in coppia con Regazzoni, è incappato in una giornata storta nel quarto di finale vinto dal sorprendente duo libico. Il secondo ha disputato il torneo maschile nel tiro di precisione. Non è riuscito a superare il girone di qualificazione ai quarti di finale, alternando prestazioni di buon livello ad altre meno soddisfacenti. Un’esperienza della quale dovrà comunque fare tesoro per le sue future prove a livello internazionale. I due coach, Marco Regazzoni e Maurizio Dalle Fratte, hanno svolto il loro compito egregiamente. Un esperienza utilissima anche per loro. Torneremo su questo Mondiale approfondendo l’argomento nel prossimo "angolo delle bocce".

Il medagliere
Italia: 3 ori e 2 argenti. Paraguay: 1 oro e 1 argento. Croazia: 1 oro, 1 argento e 1 bronzo. Brasile: 1 oro e 1 bronzo. Turchia: 1 oro e 1 bronzo. Argentina: 1 argento e 4 bronzi. Austria: 1 argento.
Slovacchia: 2 bronzi. Cile, Uruguay, Ungheria e Libia: 1 bronzo. Svizzera: 1 argento e 1 bronzo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved