nei-400-metri-ricky-petrucciani-deve-accontentarsi-dell-argento
ATLETICA
26.06.2022 - 16:18

Nei 400 metri Ricky Petrucciani deve accontentarsi dell’argento

Ancora una medaglia ticinese sabato ai campionati svizzeri. L’onsernonese è stato battuto nel rettilineo finale da Lionel Spitz

La seconda giornata dei campionati svizzeri di atletica, svoltisi a Zurigo, ha regalato al Ticino la medaglia d’argento di Ricky Petrucciani sul giro di pista. L’onsernonese dell’Lc Zurigo ha perso la possibilità di conquistare il quarto titolo consecutivo, superato nel rettilineo finale da Lionel Spitz: 45"71 per il neocampione nazionale, 45"99 per il ticinese che aveva rappresentato la Svizzera ai Giochi olimpici di Tokyo. Dotato di grande tenacia, Spitz sarà un outsider da prendere in considerazione per gli Europei di Monaco di Baviera.

Nelle gare con ostacoli, l’attenzione si è focalizzata su Noemi Zbären e Jason Joseph. La bernese, sesta ai Mondiali di Pechino del 2015, ritrova la possibilità di rivaleggiare con le migliori dopo una preparazione finalmente senza guai fisici. Certo, la 28enne non ha ancora raggiunto i livelli della sua prima esperienza internazionale, ma nei 100 ostacoli è nuovamente scesa sotto i 13". A Zurigo ha dimostrato sia in semifinale (12"96), sia in finale (12"99) di essere in grado di infrangere quella che rimane una soglia simbolica. La Zbären aveva già corso sotto i 13" – la prima volta dal 2015 – al meeting Citius di Berna, una decina di giorni fa. I tre crono di valore fatti segnare nel giro di poco tempo, dovrebbero valerle la presenza ai Mondiali di Eugene, dove sarà accompagnata da Ditaji Kambundji. La sorellina di Mujinga, dopo aver corso i 100 piani venerdì sera, ha rinunciato a prendere parte alla sua prova preferita.

In campo maschile, Jason Joseph ha ricevuto, proprio come lo scorso anno, una salutare boccata d’ossigeno prima di un appuntamento importante. Il basilese ha fatto suoi i 110 ostacoli con un eccellente 13"27 (13"25 in semifinale): «I miei dati di velocità e potenza sono i migliori di sempre. E adesso li posso scaricare in pista», ha sottolineato il basilese per spiegare una progressione di oltre un decimo di secondo. A questo punto, il suo record svizzero di 13"12 torna a essere un obiettivo concreto.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
atletica campionati svizzeri lionel spitz ricky petrucciani
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved