Nuoto
07.04.2022 - 16:33

Promozione per Lugano e Mendrisiotto

Ai Campionati svizzeri a squadre titoli assoluti a Ginevra e Uster. Salve tutte le squadre ticinesi già nella massima lega

di di Stefano Minotti
promozione-per-lugano-e-mendrisiotto

Il campionato svizzero a squadre è tradizionalmente la manifestazione più sentita del calendario nazionale e lo dimostrano le formazioni qualificate ogni anno, che tra cori e originalissimi costumi, rendono questa gara una vera e propria festa. E c’è molto da festeggiare per due delle compagini impegnate a Oberkirch questo fine settimana nella serie cadetta: la formazione femminile della Mendrisiotto Nuoto e quella maschile della Lugano Nuoto sono riuscite infatti a ottenere la promozione in Lna, a partire dalla prossima stagione. Classificatesi entrambe al terzo rango, vengono promosse in virtù del fatto che l’Uster, secondo in ambo le graduatorie, già partecipa al campionato di serie A. Per i luganesi, guidati dalle buone prove di Matteo Galli, Matteo Tobel e Alessandro Giangreco, un ottimo bottino di 16’988 punti, che fa ben sperare per l’approdo nella massima serie; le momò, tra cui spiccano Giulia Capuano (sesta migliore prestazione del campionato con il 25.96 dei 50 stile libero) ed Eleonora Clerici, hanno racimolato un totale di 16’627 punti, che già quest’anno sarebbe stato sufficiente per un buon piazzamento nel campionato di serie A. Insieme alle ticinesi hanno ottenuto la promozione tra gli uomini il Lausanne Natation e tra le donne la Genève Natation, le quali, con 19’273 punti, partecipando alla massima serie si sarebbero piazzate sul secondo gradino del podio.

Il campionato di serie A maschile è stato vinto dalla formazione maschile del Genève Natation, guidata da uno scatenatissimo Roman Mytiukov, autore anche nei 100 stile libero in 47.39. La super squadra, che comprendeva anche atleti del calibro di Maxim Lobanovszkij (internazionale ungherese vicecampione europeo), Jeremy Desplanches e Nils Liess, ha vinto il feroce testa a testa combattutosi per tutto il fine settimana con l’Uster Wallisellen capitanato da Antonio Djakovic (primo svizzero di sempre a scendere sotto i 15’ nei 1500 stile libero, nuotati 14:59.81) e che schierava anche il ticinese Andrea Mozzini Vellen. Gli zurighesi, guidati dalla macchina da punti Maria Ugolkova, hanno però potuto festeggiare la vittoria nella classifica femminile.

Manterranno il loro posto nella massima serie anche la prossima stagione tutte le squadre ticinesi: tra gli uomini sesto rango per l’A-Club, settimo per la Turrita Nuoto e ottavo per la Ns Locarno, nonostante un Noè Ponti in grande spolvero; nella classifica femminile nona piazza per le ondine della Ns Locarno e decimo per le ragazze della Turrita.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved