colombo-e-zanotti-settimi-nella-loro-prima-cape-epic
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
51 min

Jerôme Bachofner torna in riva alla Limmat

Dopo tre stagioni con lo Zugo, l’attaccante 25enne si accorda con i Lions, con cui nel 2018 aveva vinto il titolo
Podismo
1 ora

Delorenzi e Lucchina regolano il plotone di crossisti

Massiccia partecipazione alla quarta tappa di Coppa Ticino. Che ora si prende un mese di pausa e tornerà a metà gennaio
Hockey
13 ore

‘Contro il Davos ci è mancato un po’ di tutto’

Kneubuehler torna sulla sconfitta dell’Ambrì in casa dei grigionesi. ‘Stanchi dal giorno prima? No, è più mentalmente che non eravamo pronti”
Calcio
13 ore

Il Bellinzona torna da Bienne con un pareggio

Terzo pari, in rimonta, per i Granata di Aeby. ‘All’intervallo ero arrabbiato, poi i ragazzi si sono assunti maggoiri responsabilità’
Tennis
14 ore

Due a zero alla Croazia, la Davis torna in Russia

Per la terza volta dopo 2002 e 2006 i russi mettono le mani sull’Insalatiera. Il punto decisiva lo conquista Daniil Medvedev
SCI ALPINO
14 ore

Il forte vento causa l’annullamento della libera di Beaver Creek

Gli organizzatori hanno provato sia ad abbassare il punto di partenza, sia a posticipare per tre volte il via, ma senza risultati
Formula 1
14 ore

È una domenica bestiale: il Mondiale torna in parità

Lewis Hamilton vince il penultimo Gran Premio della stagione sull’asfalto di Gedda e pareggia i conti con Verstappen. Si deciderà tutto all’ultima corsa
BASKET
15 ore

La Sam Massagno si offre la testa della classifica

La Spinelli batte l’Olympic, mentre il Lugano cede al Monthey e scivola in ultima posizione
MOUNTAIN BIKE
25.10.2021 - 15:440
Aggiornamento : 18:13

Colombo e Zanotti settimi nella loro prima Cape Epic

La gara sudafricana, sull’arco di otto giorni, ha proposto 619 km per un dislivello di oltre 15’000 metri. Vittoria per la coppia Sarrou-Beers

È finita domenica in Sudarfrica l’Absa Cape Epic, l’unica corsa a tappe di mountain bike di 8 giorni classificata come hors catégorie dall’Unione ciclistica internazionale (Uci). Trecento squadre, 619 chilometri di paesaggi incontaminati e 15’250 metri di dislivello: la gara, che doveva essere completata da entrambi i membri delle squadre, era partita il 17 ottobre. Filippo Colombo e Juri Zanotti, esordienti nella Cape Epic, hanno lasciato il segno, conquistando la settima posizione nella classifica generale.

Il percorso si snodava su un terreno tanto vario quanto aspro, fra valli e maestose catene montuose, profondi burroni e foreste autoctone, coste spettacolari e rigogliosi vigneti: strade sterrate polverose e impegnative, faticose salite rocciose, discese da brivido, attraversamenti di fiumi e veloci singletrack forestali.

Il primo giorno la coppia cresciuta nelle fila del Vc Monte Tamaro ha chiuso al secondo posto (alle spalle di Matt Beers e Jordan Sarrou) un prologo di 20 km e 600 metri di dislivello, in una giornata iniziata con pioggia e fango e con il vento che ha poi liberato il cielo dalle nuvole.

La seconda frazione (98 km per 1’800 metri di dislivello) è iniziata tra molti problemi (dapprima un inghippo al cambio, poi una foratura) che hanno costretto Colombo e Zanotti ad accumulare un ritardo considerevole, poi ridotto nel finale. La coppia ha chiuso al 13esimo posto, ma il giorno successivo, in una frazione durissima (94 km/2’050), ha pagato la fatica accumulata e ha chiuso al 14º rango. La tappa del giro di boa (88 km/2’100), che prevedeva la scalata al Franties Pass (forse la più dura di tutto il percorso), la coppia della Bmc-Ktm l’ha chiusa con uno splendido settimo posto che l’ha portata al decimo rango della generale.
Posizione ulteriormente migliorata al termine della quinta frazione (73 km/1’650), breve ma molto dura. La fatica dei 378 km già percorsi ha iniziato a farsi sentire sotto forma di numerosi ritiri. La coppia svizzero-italiana, pur soffrendo sull’ultima salita, ha chiuso all’ottavo rango e in generale ha scalato una posizione, piazzandosi al nono posto.

Altra bella prestazione nella sesta frazione (85 km/2’900) con il sesto posto al termine di una giornata costellata di salite, risultato addirittura migliorato (5º) nella penultima giornata (95 km/2’300), nonostante condizioni meteo tutt’altro che favorevoli (la pioggia ha reso molto fangosi i percorsi).

Nell’ultimo giorno di gara (66/1’850), Colombo e Zanotti sono stati vittima di tre forature, ma nonostante ciò, pur chiudendo al 14esimo posto di tappa, sono riusciti a mantenere il settimo rango nella classifica generale. Un grande risultato per la loro prima Absa Cape Epic, chiusa con un ritardo di 1h18’47” dai vincitori, il francese Jordan Sarrou e il sudafricano Matthew Beers.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved