manny-pacquiao-si-ritira-ora-la-sfida-per-la-presidenza
(Keystone)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
5 min

Cambio di programma a Kitzbühel, la libera spostata a domenica

Le forti precipitazioni nevose hanno costretto ad anticipare a sabato lo slalom. Rimane in calendario la prima discesa di venerdì
CALCIO
5 ore

Marchesano tra i candidati della Swiss Football Night

Il ticinese dello Zurigo tra i finalisti per il titolo di miglior giocatore della Super League. Il 27 gennaio la cerimonia di premiazione
SKICROSS
5 ore

Lesione al ginocchio per Fanny Smith

La vodese si è infortunata in Canada nell’ultima tappa di Coppa del mondo. Conta di ristabilirsi prima dell’inizio dei Giochi di Pechino
Hockey
7 ore

Se ne va una bandiera: Vauclair lascia l’Hcl e torna all’Ajoie

È il direttore sportivo del club giurassiano, con cui ha firmato un contratto di cinque anni. ‘Mi sentirò sempre parte della famiglia bianconera’.
Calcio
7 ore

Monzialo e Lungoyi lasciano il Football Club Lugano

L’attaccante francese in prestito fino a giugno alla squadra austriaca Skn St. Pölten; il nazionale U21 girato al San Gallo
Tennis
9 ore

Con Bencic si chiude il sogno svizzero agli Australian Open

È la prima volta dal 1995 che la Svizzera non è rappresentata nel terzo turno del tabellone maschile o femminile a Melbourne
Tennis
10 ore

Jil Teichmann si inchina a Victoria Azarenka

La svizzera ha perso 6–1 6–2 contro la ex numero uno al mondo
Hockey
20 ore

Non è un martedì facile, ma il Lugano torna a sorridere

Traber e Bertaggia spianano la strada, ma poi i bianconeri debbono fare i conti con il ritorno dell’Ajoie, prima di centrare la prima vittoria del 2022
Podismo
1 gior

Lukas Oehen e Giulia Salvadé vincono il cross di Bellinzona

Gab protagonista con cinque vittorie nella quinta prova di Coppa Ticino Ftal Aet che ha lanciato l’annata 2022. In evidenza anche Rcb e Sab.
Boxe
29.09.2021 - 09:520

Manny Pacquiao si ritira, ora la sfida per la presidenza

L’otto volte campione del mondo e attualmente senatore filippino ha annunciato la fine carriera dopo 25 anni. Sfiderà alle urne l’attuale presidente Duterte

Il leggendario pugile filippino Manny Pacquiao, candidato alla presidenza, ha annunciato che appenderà i guantoni al chiodo dopo più di 25 anni di boxe professionale.

Pacquiao, 42 anni, campione del mondo in otto diverse categorie di peso e attualmente senatore con l’ambizione di succedere al presidente filippino Rodrigo Duterte, ha ammesso che la decisione è stata “la più difficile” della sua vita. “È difficile per me accettare che la mia carriera di pugile è finita”, ha dichiarato Manny Pacquiao in un messaggio video pubblicato su Twitter che è diventato rapidamente virale.

"Oggi annuncio il mio ritiro”

La dichiarazione arriva 10 giorni dopo che il pugile diventato eroe nazionale si è dichiarato candidato alle elezioni presidenziali del maggio 2022 nelle Filippine.

Pacquiao, che è cresciuto nelle strade prima di diventare una star internazionale, ha annunciato la sua candidatura poche settimane dopo il suo ultimo combattimento da professionista, una sconfitta il 22 agosto a Las Vegas contro il cubano Yordenis Ugas.

Ha iniziato la sua carriera professionale nel gennaio 1995 con una borsa di 1.000 pesos (19 euro) prima di accumulare un’enorme fortuna stimata in più di 500 milioni di dollari.

Il pugile, che è sposato e ha cinque figli, ha ringraziato i suoi milioni di fan in tutto il mondo. Ha anche tributato un ringraziamento speciale al suo allenatore di lunga data Freddie Roach, dicendo che lo considera un membro della “sua famiglia, un fratello, un amico”.

Pacquiao è entrato in politica nel 2010, quando è stato eletto come deputato, prima di diventare senatore nel 2016. A volte ha scatenato polemiche con le sue dichiarazioni pro-governo contro la guerra alla droga o contro i gay.

“Cambiare più vite”

Nel suo messaggio video, ha detto che la boxe gli ha dato “la possibilità di combattere per uscire dalla povertà” e “il coraggio di cambiare altre vite”. “Non dimenticherò mai quello che ho fatto e ottenuto nella mia vita. Non posso immaginare che ho appena sentito il gong finale” che suona la fine della lotta, ha aggiunto il campione, considerato uno dei migliori pugili di tutti i tempi.

Pacquiao è molto popolare nell’arcipelago di 110 milioni di persone, dove la sua generosità e la sua ascesa dalla povertà estrema sono profondamente ammirate. Mentre si prepara a diventare ufficialmente un candidato presidenziale, ha promesso di affrontare la povertà e la corruzione nel tentativo di fare appello agli elettori con la sua storia. Dopo due mandati come deputato e uno come senatore, l’elezione del pugile alla più alta carica non è irrealistica anche se è tutt’altro che assicurata.

I fan vedono Pacquiao come la prova vivente che le persone che lavorano sodo possono avere successo, indipendentemente dal loro background. Per contro, i critici accusano il quarantenne di mancare di intelligenza e di non servire spesso il Senato, sollevando dubbi sulla sua capacità di guidare l’arcipelago. L’ormai ex pugile si è scontrato pubblicamente con Duterte di recente sulla corruzione ufficiale e sulla gestione di una disputa marittima con Pechino, e questo potrebbe costargli il sostegno, dato che l’attuale presidente rimane estremamente popolare.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved