fraser-pryce-firma-il-gala-d-addio-di-lea-sprunger
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Nhl
1 ora

Merzlikins prolunga per 5 anni con Columbus

Il portiere lettone con licenza svizzera, ex degli Juniores dell’Hcl, gioca in Ohio da due anni
Swimrun
5 ore

Per Sabina Rapelli un argento mondiale che vale oro

Ötillö: la ticinese e Alexis Charrier secondi con un tempo più basso dei vincitori 2019. “Felicissimi così: al primo tratto a nuoto pensavo fosse finita”
Hockey
12 ore

A Lugano tra decisioni rinviate, emozioni e altri due punti

Acciuffati a sette decimi dalla fine, i bianconeri battono lo Zugo segnando il gol-partita al supplementare, grazie a un’azione personale di Bertaggia
Hockey
12 ore

Il secondo tempo condanna l’Ambrì Piotta

Terza sconfitta filata per i biancoblù, che contro il Rapperswil pagano il crollo nel periodo centrale
Gallery
Motociclismo
12 ore

‘Siamo riusciti a tenere il passo dei team ufficiali’

Il secondo posto al Bol d’Or lancia il finale di stagione del team Moto Ain di Roby Rolfo
Calcio femminile
13 ore

Tutto facile per la Svizzera in Moldavia

Le ragazze di Nils Nielsen si sono imposte 6-0 sulle padrone di casa nel secondo match delle qualificazioni ai Mondiali del 2023, confermando il primato
Calcio
16 ore

Razzismo: multa e partita a porte chiuse per l’Ungheria

La Fifa sanziona la federazione ‘per il comportamento di buona parte dei tifosi’ nel match di qualificazione ai Mondiali contro l’Inghilterra
Calcio
19 ore

Quattro giovani ticinesi convocate con le Nazionali

Paulina Stanic, Melissa Rondalli e Alyssa Keller chiamate per un campo di allenamento con la U15 a Tenero, Melissa Colombo con la U16 a Briga
Hockey
20 ore

Lo Zugo si tiene stretto il ticinese Dario Simion

L’attaccante ha prolungato di tre anni il contratto che lo lega alla squadra con cui, la stagione scorsa, ha vinto il titolo svizzero
Calcio
20 ore

Dalla Cambogia mire principesche sul Saint-Etienne

Il principe Norodom Ravichak, figlio del fratellastro dell’attuale re, si è detto intenzionato a rilevare il club che versa in difficoltà finanziarie da anni
Calcio regionale
21 ore

Calcio regionale, i risultati del weekend più discusso

Non solo la maxirissa, ma anche risultati importanti per Collina, Monteceneri e Gordola. Ecco il riassunto
Inline
21 ore

Il Sayaluca si aggiudica il derby di Lna

La partita con il Malcantone ha mantenuto le promesse. In Lnb brivido per il Novaggio Twins
CALCIO
1 gior

Il Fc Locarno si scusa per gli scontri di sabato sera

In un comunicato le bianche casacche sollecitano tutti gli interessati a collaborare per una veloce soluzione del caso
Atletica
14.09.2021 - 22:070
Aggiornamento : 22:56

Fraser-Pryce firma il Galà d’addio di Lea Sprunger

La giamaicana stratosferica nei 100 m, nei quali in 10"78 ha realizzato il nuovo record dello stadio (5 in tutta la serata) davanti a Kambundji e Del Ponte.

Serata da record al Galà dei Castelli di Bellinzona, con il pubblico tornato finalmente a riempire il Comunale (toccati i 5’000 spettatori) e che ha spinto le stelle dell’atletica mondiale a firmare ben cinque primati dello stadio, uno al maschile e tre al femminile. Tra questi, lo straordinario 10"78 nei 100 m con cui la giamaicana Shelly-Ann Fraser Pryce si è presa la scena (davanti a Kambundji e Del Ponte) nella serata dell’addio alle competizioni di Lea Sprunger.

Apertasi con l’ormai classico appuntamento del pre-meeting dedicato alle giovani speranze della nostra atletica (da segnalare in particolare nei 100 m U18/U20 le vittorie di Nathan Oberti in 10”87 e di Desirée Regazzoni in 12”24), la serata del Comunale è entrata nel vivo con l’inizio del salto con l’asta femminile (poi andato con un ottimo 8,70 m alla slovena Sutej, mentre nel lungo maschile si è imposto con 7,81 l’italiano Randazzo) e con gli 800 m sempre delle donne, nei quali la giamaicana Goule ha mantenuto le attese imponendosi in 1’58”20 ma fermandosi a 10 centesimi dall’obiettivo record dello stadio (quinto posto in 1’59”98 per la migliore rossocrociata, Lore Hoffmann).

Primato del meeting centrato invece nella prima gara al maschile, i 400 m ostacoli, con lo svedese Bengtström che già nella finale B (nella quale Mattia Tajana chiudendo in 50”96 ha fallito l’assalto al record ticinese) ha cancellato il 48”64 di Fabrizio Mori portandolo a 48”53. Un tempo abbassato poi a 48”15 dal brasiliano Dos Santos, bronzo olimpico a Tokyo e impostosi nella finale A.

Nella gara forse più attesa della serata, i 100 m femminili, a prendersi la scena è stata la giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce, che con un clamoroso 10”78 ha polverizzato il record dello stadio (10”95) firmato nel lontano 1996 dalla sua connazionale Marlene Ottey. Di fronte all’inarrivabile prestazione della seconda ai Giochi di Tokyo, si sono dovute accontentare rispettivamente del secondo e del terzo posto Mujinga Kambundji (10”99) e Ajla Del Ponte (11”11), che non sono quindi riuscite a dare l’assalto al primato nazionale della ticinese (10”90).

Anche nei 400 m femminili il miglior tempo dell’impianto (54”08 dell’americana Kim Batten nel 1998) è stato abbattuto grazie al 54”01 del fenomeno olandese classe 200 (bronzo a Tokyo) Femke Bol, ma l’emozione più grande l’ha sicuramente regalata Lea Sprunger, seconda in 54”53 per la quale l’ultima gara della stagione rappresentava anche l’ultima di una lunga carriera che l’ha vista tra le altre cose conquistare il titolo europeo nel 2018. Emozionata, la 31enne vodese a fine gara si è presa l’abbraccio delle colleghe (in particolare dell’amicona Ajla Del Ponte) e l’ovazione del Comunale, con gli organizzatori che l’hanno pure nominata socia onoraria del Galà.

Dopo i 1500 m maschili (altro primato dello stadio grazie al 3’35”48 del lussemburghese Grethen), altro momento topico con dei 100 m maschili dal cast stellare. Forse condizionati da una partenza rimandata ben due volte, i migliori sprinter al mondo (al via due terzi dell’ultimo podio olimpico) non sono riusciti a stare sotto i 10 secondi, con il canadese André De Grasse che correndo in 10”06 si è preso la rivincita della finale a cinque cerchi precedendo lo statunitense Fred Kerley (10”11) e l’altro americano Justin Gatlin (che dal canto suo potrebbe aver disputato l’ultima prova della carriera). Ultimo e lontano dal suo personale l’elvetico William Reais (10”46).

I 100 m ostacoli sono andati come previsto alla favorita olandese Nadine Visser con un 12”57 che le ha permesso di battere l’ennesimo record del meeting della serata (terza in 12,95 l’elvetica Ditaji Kambundji), mentre al maschile (110 m h) il rossocrociato Jason Joseph si è rifatto dopo la partenza falsa di Zurigo imponendosi in 13”34.

L’ultima gara al maschile (i 400 m vinti in 45”28 dall’olandese Dobber) sono stati l’occasione per salutare e ringraziare per l’incredibile stagione (culminata con la semifinale alle Olimpiadi) un Ricky Petrucciani che è sembrato aver proprio (comprensibilmente) finito la benzina e che si è dovuto accontentare del quinto posto in 46”38 (ben lontano dal suo personale di 45”02).

Sono invece mancati 11 centesimi a Mujinga Kambundji per migliorare il già suo record nazionale dei 200 m, gara che ha chiuso la serata e che l’ha vista trionfare in 22”36, prendendosi l’ultimo meritato applauso dell’ennesima grande serata di atletica vissuta al Comunale.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved