SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Bob
1 ora

Stavolta per Michael Vogt il podio c’è per davvero

Quarto una settimana prima a Whistler, a Park City lo svittese chiude al terzo rango la prova di Coppa del mondo di bob a due
i mondiali dal divano
5 ore

Questione di prospettiva

Il gol del Giappone, la festa dei tunisini eliminati, ma vittoriosi sulla Francia: la felicità, nel calcio e non, dipende da come guardiamo le cose
Qatar 2022
12 ore

Storico ma inutile successo del Camerun sul Brasile

Gli africani, nel finale di partita, trovano con Aboubakar il gol per battere la formazione delle riserve verdeoro
QATAR 2022
13 ore

Shaqiri, Embolo, Freuler, la Svizzera è agli ottavi

Superata la Serbia al termine di una partita ricca di emozioni. Rossocrociati superiori all’avversario, prestazione eccellente
Sci
13 ore

Lake Louise, Sofia Goggia e un sorriso al fotofinish

Nella prima libera femminile della stagione l’italiana batte per 4 centesimi Suter e per 6 l’austriaca Hütter. Lara è 18esima: ‘Domani ci riprovo’
QATAR 2022
16 ore

Svizzera affronta la Serbia senza Sommer ed Elvedi

I due ancora alle prese con un attacco influenzale. Saranno sostituiti da Gregor Kobel tra i pali e da Fabian Schär in difesa. Shaqiri in campo da subito
Qatar 2022
16 ore

La Corea sconfigge il Portogallo B e va agli ottavi

I sudcoreani rimontano la rete iniziale lusitana, ribaltano il risultato e, grazie al maggior numeri di gol segnati, superano l’Uruguay
QATAR 2022
16 ore

Questione di millimetri, il gol del Giappone era valido

La Fifa precisa che la rete con la quale i nipponici hanno sconfitto la Spagna era regolare, siccome la proiezione della sfera toccava la linea di fondo
Qatar 2022
17 ore

L’Uruguay batte il Ghana 2-0, ma non basta

La sconfitta del Portogallo contro la Corea permette agli asiatici di superare la Celeste a livello di gol segnati
Hockey
17 ore

Fatton senza ghiaccio per sei, otto settimane

Prestato allo Zugo a metà novembre, il ventunenne portiere del Lugano ha rimediato lo strappo dei legamenti di una caviglia
Calcio
17 ore

Il Lugano di Croci-Torti torna a sudare. ‘Siamo carichi’

Ritrovo a Cornaredo per i bianconeri, per l’inizio della preparazione al campionato che riprenderà il 22 gennaio. ‘Una preparazione diversa dal solito’
Altri sport
18 ore

Il Ticino torna da Losanna con sette medaglie al collo

Buon risultato d’assieme per i judoka di casa nostra in una competizione a cui accedevano soltanto i migliori atleti del ranking nazionale
BASKET
19 ore

Due trasferte in Romandia per Spinelli e Tigers

Il Massagno non deve scherzare contro il Nyon, mentre un Lugano con qualche assente di troppo sarà ospite del Ginevra
SCI ALPINO
19 ore

Cdm senza pace, annullata la discesa di Beaver Creek

Uomini fermi, come settimana scorsa a Lake Louise, a causa di vento e precipitazioni nevose. Si tratta della nona gara tolta dal calendario o posticipata
Hockey
23 ore

Tre giornate e multa a Bachofner

Dopo la carica alla balaustra ai danni di Bykov, squalifica e 3’200 fr. di ammenda per l’attaccante dello Zurigo
Ippica
06.09.2021 - 19:40
Aggiornamento: 19:57

Superato... l'ostacolo pandemia, il Borgo torna in sella

Sabato all'ex Aerodromo va in scena la ventottesima edizione del Longines Csi Ascona. Al via i grandi nomi del panorama mondiale

superato-l-ostacolo-pandemia-il-borgo-torna-in-sella

Ventotto edizioni e non sentirne il peso, anzi! Perché l'entusiasmo che anima Manuela Bacchi e tutto lo staff impegnato dietro le quinte del Concorso ippico di Ascona è il medesimo della prima volta. Lo stesso che in tutti questi anni ha permesso alla manifestazione di affermarsi come uno dei più rinomati appuntamenti del calendario ippico, nazionale e internazionale, crescendo per popolarità e, soprattutto, per qualità da un'edizione all'altra. E ci risiamo. Da giovedì fino a domenica il terreno all'ex Aerodromo di Ascona è pronto a vestirsi una volta ancora a festa per mettere in scena un altro capitolo, il ventottesimo appunto, della storia del Longines Csi Ascona. «Nelle ventisette edizioni passate non sono mai mancate le sfide e le difficoltà – sottolinea in sede di presentazione la presidente del comitato d'organizzazione Manuela Bacchi –. Ma queste sfide le abbiamo sempre affrontate come... un cavallo affronta gli ostacoli, cercando il modo migliore per superarle. E se siamo ancora qui è perché ci siamo sempre riusciti, con entusiasmo e con la voglia di andare avanti che è rimasta la medesima del primo giorno. Nemmeno l'anno di pausa forzata dettato dalla pandemia ci ha fermati: ventiquattro mesi e... rotti dopo l'ultima puntata (visto che la manifestazione è stata posticipata di qualche settimana rispetto alla sua collocazione abituale, ndr) ci ritroviamo alla vigilia di un'altra edizione avvincente. In passato il Longines Csi Ascona ha sempre saputo regalarci forti emozioni, e sono persuasa che l'edizione 2021 non sarà di meno. Se siamo ancora qua, quasi trent'anni dopo la prima volta, è perché assieme a me lavora una squadra molto affiatata e competente, sempre pronta a risalire in sella appena un'edizione è agli archivi. Per questo, prima di passare al dettaglio della quattro-giorni di salti, mi preme ringraziare dal primo all'ultimo i nostri collaboratori. Così come i nostri sponsor (Longines, BancaStato, Axim, Kessel, Sit Immobiliare e Liebherr, oltre a Comune ed enti vari, i partner principali), senza i quali non saremmo qui a presentare la ventottesima edizione del nostro concorso». «Un concorso ippico che è sempre stato uno dei fiori all'occhiello delle manifestazioni di Ascona, ma che quest'anno, complice la situazione sanitaria con cui siamo tutti confrontati, è addirittura quello più splendente del bouquet che il nostro Borgo ha da offrire», le fa eco il sindaco di Ascona Luca Pissoglio.

E veniamo appunto ai numeri che caratterizzeranno l'edizione numero 28. Cominciando dalle gare, che saranno in totale ventuno, spalmate appunto su quattro giorni, in un crescendo di emozioni che toccherà l'apice nella giornata di domenica, con alle 12.45 il Gran Premio due stelle Engel & Volkers e Ferien Journal Ascona, e alle 15.30 il Gran Premio quattro stelle Longines presentato da BancaStato, che farà calare il sipario sulla manifestazione. Complessivamente in lizza ci saranno circa 150 tra cavalieri e amazzoni, per un totale di 300 cavalli. «Difficoltà nella difficoltà, quest'anno oltre che sul problema della pandemia, in sede di organizzazione abbiamo anche dovuto chinarci su quello dell'herpes equino, e come da disposizioni della Federazione internazionale abbiamo proceduto a tutta una serie di misure accompagnatorie a tutela della salute dei cavalli», rileva ancora Manuela Bacchi. Poi, appunto, c'è l'aspetto della sicurezza dal profilo sanitario: «Rientrando sotto il cappello dei grandi eventi, quelli con un potenziale di oltre un migliaio di spettatori, anche il Longines Csi Ascona deve sottostare alle disposizioni in materia, con tanto di 'certificato Covid' per le giornate da venerdì a domenica. Grazie alla collaborazione con un pool di farmacie ci sarà la possibilità di eseguire i test di depistaggio anche in una postazione specifica adiacente all'entrata per gli spettatori. Questo perché il Csi dev'essere una manifestazione di e per tutti, e nessuno si deve sentire escluso, pur rispettando le regole sanitarie in vigore».

L'appuntamento con le prime gare è fissato per giovedì, giornata in cui, a partire dalle 13.30 per... scaldare i motori andranno in scena quattro gare, seguite da altre sette il venerdì, con la prima programmata alle 9. Il sabato si comincerà già alle 8, per chiudere, dopo 6 competizioni, alle 20.15. Domenica, ultima giornata, si comincerà alle 15.30 per terminare con il citato Gran Premio quattro stelle delle 15.30. Quando si incoronerà il nuovo re del Longines Csi Ascona, il successore del belga Jos Verlooy, il più bravo due anni fa. E il parterre di pretendenti, come sempre, comprende nomi illustrissimi, di quelli che hanno fatto la storia, recente e passata, dell'ippica. A cominciare dall'indimenticabile e intramontabile Michael Whitaker, il britannico, oggi 63enne, dal lunghissimo palmarès internazionale, che ad Ascona competerà assieme al figlio Jack. Lungo è poi l'elenco dei binomi svizzeri al via, tutti di primissima scelta: da citare, fra gli altri, i vari Sabrina Crotta, Yannick Jorand, Christina Liebherr, Niklaus Schurtenberger o, ancora, Pius Schwizer. «Nomi forti, ancora una volta, che rendono l'idea dello spettacolo che andrà in scena in questi quattro giorni sul terreno dell'ex Aerodromo», rincara il direttore sportivo del Csi Rogier van Iersel.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved