SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
17 min

Ecco i 25 convocati di Fischer per i Beijer Hockey Games

Si gioca a Zurigo e Malmö, con Fora, Mirco e Marco Müller, Thürkauf, Heim, Eggenberger e Bichsel
Calcio
1 ora

Non valido il contratto di Ziyech al Psg

I documenti relativi al trasferimento dal Chelsea sono giunti fuori tempo massimo alla Lega francese di calcio
Hockey
9 ore

L’hockey stravagante di Sankt Moritz ’48

75 anni fa, al termine di una lunga pausa forzata, per ospitare i primi Giochi dopo la pace ritrovata furono scelte la Svizzera e le nevi engadinesi
il dopopartita
14 ore

L’Ambrì espugna Zugo ‘con la testa e con la lotta’

Uno spunto di Heed dopo 14" di overtime regala la decima vittoria da due punti ai suoi. Pestoni: ‘Ora sottovalutare l’Ajoie sarebbe un errore gigantesco’.
IL DOPOPARTITA
14 ore

Lugano in bianco in un martedì nero. ‘Questione di feeling’

Cinque schiaffi nel primo tempo, triste primato di una partita che si spegne subito. Gianinazzi ‘Probabilmente, un domani gestirei la cosa diversamente’
Altri sport
15 ore

Hockey su prato, Lugano promosso in Serie B Indoor

Decisivi i due successi ottenuti contro Grasshopper e Berna al torneo finale di Prima Lega a Zurigo
Hockey
16 ore

Tim Heed regala due punti d’oro all’Ambrì Piotta

Ottima prestazione dei leventinesi a Zugo: la sfida ha premiato la truppa di Cereda, vittoriosa 3-2 dopo l’overtime
Hockey
16 ore

Nuovo tonfo del Lugano, gode il Friborgo

Dolorosa sconfitta per la truppa di Luca Gianinazzi: ospiti padroni totali alla Cornèr Arena e vincenti per 6-1, con cinque gol nei primi 20’.
Unihockey
19 ore

Ticino fermato dal Kloten

I bellinzonesi, sconfitti in casa dai Jets 7-3, chiudono settimi in classifica e sfideranno nei playoff l’Ad Astra
sci nordico
19 ore

Campionati regionali, vince un... varesino

Fra le donne successo di Manuela Leonardi di Bedretto, fra le ragazze vince Anna Pronzini e fra i ragazzi Levin Arduser
Basket
20 ore

Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’

La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
20 ore

Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno

La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
20 ore

Golubic subito sconfitta a Lione

Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
Tennis
1 gior

Djokovic più forte di tutti e di tutto

Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
1 gior

Gattuso lascia il Valencia

Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
1 gior

Addio a Bobby Hull

Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
1 gior

‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’

Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
L’ANGOLO DELLE BOCCE
1 gior

Ad Anna Giamboni la prima gara del circuito femminile 2023

A Dietikon, l’esponente della Gerla ha superato in finale la bleniese Lorella Ferrari con il punteggio di 12-2
CROSS
1 gior

Roberto Delorenzi vince a Moghegno

La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
SCI ALPINO
1 gior

Diciannove nomi nella selezione rossocrociata per i Mondiali

Rimangono liberi cinque posti che verranno assegnati dopo lo slalom maschile di sabato a Chamonix
VOLLEY
1 gior

Doppia sconfitta, ma il Bellinzona esce a testa alta

Le ragazze della capitale superate sabato in campionato dal Lucerna e domenica in Coppa dal Lugano
BASKET
1 gior

Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore

Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
1 gior

Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl

Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Atletica
10.08.2021 - 18:51

Galà dei Castelli a tutta velocità... femminile

Martedì 14 settembre al Comunale di Bellinzona Ajla Del Ponte, Ricky Petrucciani e Mujinga Kambundji con tutti gli elvetici che si sono battuti a Tokyo

gala-dei-castelli-a-tutta-velocita-femminile
+3

Le passate edizioni - tutte, nessuna esclusa - ci hanno insegnato che vale sicuramente la pena unirsi alle migliaia di appassionati e di amanti dello sport che prendono la via del Comunale per assistere al Galà dei Castelli, manifestazione ormai di livello mondiale che porta a Bellinzona tutto il meglio dell'atletica svizzera e molte stelle del panorama internazionale, unite all’interno di una cornice impagabile, primattori di una recita spettacolare e ad altissimi contenuti tecnici ed emotivi.

L’edizione targata 2021, quella che segna il ritorno del pubblico allo stadio e del villaggio nei suoi pressi, non fa certamente eccezione. Al contrario. Infatti, a poche ore dalla chiusura dei Giochi olimpici di Tokyo il Galà dei Castelli ha annunciato la presenza a Bellinzona di tutte le più grandi stelle dell’atletica svizzera. A partire, beninteso, dalla beniamina di casa Ajla Del Ponte, splendida quinta nella finale dei 100 metri e quarta nella staffetta, capace di stampare un 10’’91 olimpico che le vale il primato nazionale. Con la ticinese, in gara anche la compagna di squadra Mujinga Kambundji, madrina storica della manifestazione che ha sempre onorato con la propria bella e sorridente presenza anche lo scorso anno, nonostante fosse infortunata, bronzo mondiale di Doha sui 200 metri e anche lei reduce da una grande prestazione a Tokyo con il sesto tempo complessivo nei 100 metri, il medesimo piazzamento nella staffetta e la finale sui 200 metri chiusa al settimo posto. Molto atteso anche un secondo ticinese, Ricky Petrucciani, semifinalista a Tokyo nei 400 e astro nascente del giro di pista, lanciato anch’egli con ottimi riscontri anche sulla ribalta internazionale.

Da sempre, il Galà gioca le sue carte (sempre vincenti) su due piani: da un lato è il meeting degli svizzeri, una rassegna che offre agli atleti rossocrociati una vetrina prestigiosa e concorsi di sicuro richiamo e livello; d’altro canto, è un evento di caratura internazionale, capace di richiamare al Comunale il meglio dell'atletica mondiale, attratta da ospitalità, fascino del luogo, ambiente e condizioni ideali per esprimersi al meglio. Mai come quest’anno, più che in altre occasioni, l’eccellenza mondiale il Galà se la ritrova in casa, grazie a Del Ponte, Kambundji, Petrucciani, ma anche a Lea Sprunger, regina del movimento nazionale femminile, la quale ha scelto il Comunale per chiudere una carriera di altissimo livello.

Le premesse affinché l’edizione 2021 sia esplosiva ci sono dunque tutte, anche perché gli organizzatori stanno portando a compimento le trattative con gli atleti che completeranno un’offerta già sin d’ora particolarmente allettante. «Non è poi così scontato che tutti gli atleti svizzeri siano a Bellinzona - puntualizza Beat Magyar, responsabile della comunicazione nonché una delle “anime” della manifestazione -. Dietro alla loro conferma c’è un grande lavoro, in primis del direttore tecnico “Chico” Cariboni. Il nostro meeting e la nostra organizzazione sono molto apprezzati dagli atleti. Zurigo e Losanna viaggiano a una velocità superiore alla nostra, e questo fa sì che molti elvetici lì non riescano a gareggiare, pur essendo di classe mondiale. In meeting di quel livello, i posti sono quasi tutti assegnati. Da noi tutti ricevono una possibilità. Inoltre, senza svelare delle cifre, siamo anche piuttosto generosi nei confronti degli atleti svizzeri. Li trattiamo molto bene e loro ricambiano con la stessa moneta: infatti, non mancherà nessuno, il 14 settembre, nonostante si vada verso il termine di una stagione molto lunga».

Il Galà beneficia dell’ottimo lavoro svolto negli anni: c’è fiducia reciproca che facilita il buon esito delle trattative. «Molti degli svizzeri in inverno ci contattano per dirci che, a prescindere dalla data che ancora non è nota, loro ci saranno».

Una trentina di finalisti

«Chico - prosegue Magyar -ha fatto e sta continuando a fare un lavoro pazzesco. L’ossatura, la base del meeting, non è mai stata di così elevata qualità come per questa edizione. Partiamo da un livello che è già altissimo. Già vale la pena venire al Comunale per vedere all’opera gli svizzeri che sono stati a Tokyo. Su questi presupposti, Cariboni può costruire un evento mai visto prima. Non lo voglio mettere sotto pressione, ma mi auguro che Bellinzona possa ospitare nel complesso una trentina di finalisti dei Giochi. È una cifra enorme. E tra questi, anche un certo numero di medaglie olimpiche. Sul cui numero non mi posso esprimere, le contrattazioni sono in corso, i Giochi sono finiti da poco. Posso però garantire che i nomi di richiamo saranno tanti. Andremo nettamente oltre l’offerta (già sontuosa, ndr) del 2019. E metteremo in pista gare di notevole livello, ponendo i migliori svizzeri di fronte ad avversari di spessore mondiale, per battere i quali dovranno sudare. Ê giusto così, il vero spettacolo è questo».

100 e 200 femminili?

«Lo sprint femminile - svela Magyar - lo stiamo definendo. Le ragazze sono talmente brave che stiamo pensando di proporre sia i 100 sia i 200. La densità e la qualità attuali dello sprint mondiale femminile sono talmente importanti… Senza nulla togliere a Jacobs, la finale dei 100 femminili è stata nettamente superiore a quella degli uomini. Lo stesso dicasi per i 200. Stiamo quindi studiando la possibilità di celebrare lo sprint femminile, ospitando le due gare regine dell’atletica, al momento attuale. Sia per la Svizzera, sia a livello mondiale. Anche perché possiamo contare sulla presenza delle quattro ragazze della 4x100 rossocrociata».

Il Galà dei Castelli potrà contare nuovamente sul massimo supporto del pubblico allo stadio e riproporre all’esterno del Comunale il villaggio gara, da sempre molto apprezzato. «È un bene che possa rifiorire la festa popolare che da sempre contraddistingue il nostro meeting. Siamo molto felici che il Galà venga “restituito” alla gente che negli anni ha dimostrato di amarlo. Gli atleti meritano uno stadio pieno. Se lo merita anche Lea Sprunger, atleta numero del movimento nazionale, che al Comunale disputa l’ultima gara della sua stupenda carriera».

L'eco che fuorisce dalla cornice del Comunale si riverbera ben al di fuori del confini nazionali... «Srf detiene i diritti svizzeri di trasmissione del nostro evento. Ebbene, mi hanno comunicato che molto probabilmente venderanno i diritti esteri perché ne è stata fatta richiesta e c’è grande interesse».

Sconti in prevendita

La prevendita del Galà dei Castelli è già aperta sul sito “biglietteria.ch” e i biglietti sono disponibili a prezzi popolari. «Per premiare chi deciderà di darci subito fiducia è in corso una promozione (con scadenza) che prevede sconti sul prezzo dei biglietti», chiude Magyar.

Tutte le informazioni sul meeting saranno sempre presenti sul sito ufficiale www.galadeicastelli.ch nonché sulle pagine ufficiali Facebook e Instagram.

Parterre di lusso

Da Tokyo a Bellinzona, gli svizzeri ci sono tutti

Oltre alle citate Ajla Del Ponte e Mujinga Kambundji, al Comunale correranno anche le altre due brillanti staffettiste della 4x100m Salomé Kora e Riccarda Dietsche. Come detto, sarà il Comunale di Bellinzona ad avere l'onore di salutare la più grande campionessa svizzera di sempre, Lea Sprunger, che si congederà dall’atletica e ha scelto proprio il Ticino per la sua gara di commiato. La campionessa europea di Berlino sui 400 metri del 2018, affronterà il suo ultimo giro di pista della carriera con la compagna di staffetta Yasmin Giger.

William Reais, campione europeo under 23 sui 200 metri e semifinalista olimpico, tenterà di migliorare il suo personale. Nei 110 ostacoli le ambizioni di Jason Joseph ai Giochi si sono spente in semifinale, ma a Bellinzona il primatista nazionale sarà pronto per una rivincita.

Al Comunale anche Angelica Moser, campionessa europea indoor nel salto con l’asta; la giovanissima Ditaji Kambundji (sorellina di Mujinga), fresca campionessa europea under 20 sui 100 ostacoli; Lore Hofmann, che ha mancato la finale olimpica per pochissimo; Delia Sclabas negli 800 metri e Jonas Raess nei 1500.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved