laRegione
scandalo-ginnastica-viola-amherd-scioccata-e-stupita
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Atletica
9 min

Diamond League con Losanna e Zurigo, per le finali

Il circuito dei meeting più importanti parte dal Marocco il 23 maggio. Athletissima il 26 agosto, il Weltklasse del Letzigrund l'8 e 9 settembre
Gallery
Calcio
6 ore

Per il Lugano una bella vittoria fuori dal campo

Il club bianconero ottiene l'approvazione della modifica al regolamento delle licenze in tema di stadio. Campana: '2021 anno decisivo’
Calcio
15 ore

Se si parla di giochi, 'Ibra' non ci mette la faccia

Il calciatore svedese del Milan si scaglia su Twitter contro Fifa e sindacato dei giocatori: 'Chi li ha autorizzati a usare il mio nome e il mio volto?'
Hockey
18 ore

È ad Ambrì il futuro di Inti Pestoni?

Stando al Blick, il ventinovenne attaccante ticinese sarebbe pronto al ritorno in Leventina, dopo cinque stagioni trascorse a Zurigo, Berna e Davos
Hockey
19 ore

Brutta tegola per l'Ambrì: Conz fuori fino a febbraio

Il ventinovenne portiere biancoblù si è lesionato il legamento collaterale interno del ginocchio destro: ne avrà per almeno due mesi
Calcio
19 ore

Champions League, domani i primi verdetti

Barcellona, Juventus, Chelsea e Siviglia sono in ottima posizione per il passaggio agli ottavi di finale con due turni di anticipo
Altri sport
19 ore

Lotta al doping, più protezione per le 'gole profonde'

Il Parlamento dello sport approva il nuovo statuto, in vigore da gennaio, che d'ora in poi punirà coloro cercheranno d'impedire le segnalazioni d'infrazione
Hockey
21 ore

Dopo il caos viario di venerdì, il Lugano riparte dal Ginevra

Una settimana dopo la loro ultima partita, Fazzini e compagni tornano in pista: domani alla Cornèr Arena è di scena il Servette
Ginnastica
16.11.2020 - 11:410
Aggiornamento : 12:18

Scandalo ginnastica, Viola Amherd scioccata e stupita

In seguito alle molestie e alle umiliazioni a Macolin la consigliera federale auspica un cambiamento radicale, con l'etica tenuta di più in considerazione

I casi di molestie e umiliazioni avvenute al centro sportivo di Macolin hanno scosso la consigliera federale Viola Amherd. In futuro, secondo la ministra, gli aspetti etici dovrebbero essere maggiormente presi in considerazione nella promozione dello sport. In un'intervista pubblicata oggi dal Tages-Anzeiger, la consigliera federale si dice preoccupata dalle vicende di giovani ginnaste umiliate e attaccate nella loro dignità a Macolin. La ministra dello sport si dice inoltre stupita che queste ultime abbiano osato parlarne solo una volta smesse le competizioni. In seno alla Federazione svizzera di ginnastica esiste in taluni ambiti una cultura della paura e ciò non è tollerabile, secondo Amherd.

Nuova partenza

Per la consigliera federale, occorre rivedere il sistema dalle fondamenta. Non è accettabile che bambini e giovani in piena fase di pubertà siano sottoposti a tali pressioni da perdere completamente la fiducia in se stessi. I responsabili politici e delle federazioni sportive hanno per troppo tempo chiuso gli occhi, aggiunge Amherd, per la quale le recenti dimissioni ai vertici della Federazione svizzera di ginnastica sono il segnale di una nuova partenza. Ciò non sarebbe possibile se le persone responsabili degli abusi fossero ancora in carica, sottolinea la ministra. A suo avviso le medaglie non devono essere il solo criterio di performance, l'etica deve essere presa in maggiore considerazione. In futuro, le direttive etiche dovranno giocare un ruolo nella distribuzione di fondi. Altrimenti la cultura e i comportamenti scorretti rischiano di perdurare.

La carta etica non basta

Tra Swiss Olympic e le varie federazioni sportive esiste una carta etica, ricorda la consigliera federale vallesana, aggiungendo che ciò però non basta. I responsabili politici devono accompagnare più da vicino le associazioni sportive e verificare se la carta venga applicata quotidianamente.

La ministra dello sport rileva inoltre che se ciò non si verificasse, allora lo Stato interverrà e imporrà delle sanzioni, sebbene manchino attualmente gli strumenti per farlo. Per il momento, Amherd non vuole ritirare i finanziamenti alla Federazione di ginnastica per non punire migliaia di giovani atleti.

Ma se i fatti denunciati si riproducessero, allora vi saranno anche conseguenze finanziarie. Sembra che i soldi siano la sola lingua compresa da taluni responsabili, aggiunge la ministra.

Due settimane fa, otto ginnaste di alto livello avevano denunciato i metodi di allenamento e i maltrattamenti subiti al Centro sportivo di Macolin in un reportage pubblicato nell'inserto "Magazin" del Tages-Anzeiger. Parlavano di una cultura della paura che prevale a Macolin e di abusi psicologici. Da allora, diverse dimissioni sono state registrate in seno alla Federazione svizzera di ginnastica.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved