non-esistono-piu-le-fredde-stagioni
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
9 ore

Auto in colonna? L’Ata ci vuole mettere un... tetto

Dall’incontro con l’economista Christian Marazzi a quello con i letterati Yari Bernasconi, Anna Ruchat e Fabiano Alborghetti. E... Putin
Newsletter
1 gior

Polizia del Vedeggio, quattro agenti sotto inchiesta

Dallo Stato Maschile russo al ‘re degli alberi’ (la quercia), pedalando per le strade del Mendrisiotto in compagnia di Gino Mäder... fino a Davos
Newsletter
2 gior

Mafia, cosa resta a 30 anni dall’uccisione di Falcone

laRegione di oggi dedica un’analisi da Palermo sulla strage di Capaci. Cervelli: a volte tornano, ampio spazio alle eccellenze che decidono di restare
Newsletter
4 gior

Essere o non essere (ancora) alcol free? Il dilemma di Migros

Su laRegione oggi: soci al voto per l’alcol sugli scaffali; bufera in Rai sui talk show; la nuova Super League
Newsletter
5 gior

La rivincita demografica di San Gallo su Lugano

Su laRegione oggi: città a confronto: avanti con l’interscambio a Biasca; le poltrone russe di Schröder; finale scudetto, Leao vs Brozovic
Newsletter
6 gior

Festa finita in rissa, parla la vittima del pestaggio di Locarno

E ancora, di polizia unica e Abbonamento Arcobaleno a tutti i deputati, passando per il Giro d’Italia, al declino degli Stati Uniti
Newsletter
1 sett

Incidenti di percorso, tentativi di fuga e giustizia ‘canonica’

Su laRegione oggi: Zanini Barzaghi replica a Schönenberger; Aldi e Bignasca via da TiSin; il prete momò: giustizia e misericordia; Cattaneo ‘green’
Newsletter
1 sett

Corsia Tir sull’A2, nonostante le proteste spuntano le modine

Su laRegione oggi: A2, cantiere in vista; la sinistra riflette sulla sconfitta; Giudici spinge Bertini; Cannes torna in sala; Usa, il pericolo è interno
19.01.2022 - 05:30

Non esistono più le fredde stagioni

Lo strano gennaio analizzato dai meteorologi, la mozione dei Comunisti per monitorare i politici, il livello del Verbano, il Circo Knie. E Berlusconi

«Il mese di febbraio potrà riservare ancora grosse sorprese, ma le attuali proiezioni mostrerebbero uno dei 5–10 inverni più caldi a Sud delle Alpi e dei 20 per quanto riguarda la Svizzera». Spinti dalle temperature miti degli ultimi giorni, apriamo con le parole di Luca Nisi di MeteoSvizzera sull’inverno ticinese che ci ha risparmiato, per ora, le temperature ‘polari’. Secondo il meteorologo, intervistato da Federica Ciommiento, è la frequenza con la quale si presentano singole stagioni così a dire del cambiamento climatico in corso. Questo per quanto riguarda noi umani: su flora e fauna risponde invece Marco Conedera, ricercatore presso l’Istituto federale di ricerca Wsl.

Nei giorni in cui si fa sempre più caldo il tema del referendum per il sostegno ai media privati, Massimiliano Ay, granconsigliere e segretario politico del Partito Comunista, illustra a Lorenzo Erroi la mozione per il monitoraggio dello spazio concesso ai politici su tv, radio, giornali e siti d’informazione da affidarsi “all’Osservatorio europeo di giornalismo, eventualmente in collaborazione con l’Osservatorio della vita politica regionale”, sulla scia di quanto avviene in Italia con l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AgCom). E il nuovo direttore dell’Osservatorio, il professore di giornalismo digitale Colin Porlezza, replica.

La comunicazione della possibilità di mantenere il livello del Lago Maggiore un po’ più alto nella bella stagione (un metro e 35 centimetri sopra lo zero idrometrico, 10 centimetri in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) ma non a un metro e mezzo, come indicato il 22 dicembre scorso dall’Autorità di Bacino del Po, ha provocato una sollevazione generale dei sindaci e degli operatori turistici del Verbano, soprattutto sulla sponda piemontese. Ma criticità si prospettano anche su quella locarnese. Ne scrivono Serse Forni e Marco Marelli.

Il suo direttore, al termine della fortunata tappa luganese, fa trapelare dubbi sul ritorno in Ticino del Circo Knie, essendo la sede abituale del tendone, quando a queste latitudini, interessata nei prossimi anni dal cantiere del Polo sportivo e degli eventi. L’affermazione che la famiglia Knie sia interessata esclusivamente a una soluzione a Lugano ha dato il là a perplessità nel Sopraceneri. Ne scrive Dino Stevanovic, tastando umori di sindaci e municipali.

Elezione del Presidente della Repubblica italiana: “Chi se non lui”, scrivevano su ‘il Giornale’, caldeggiando l’unica soluzione possibile: Silvio Berlusconi. Che forse non è l’unica soluzione possibile. Ne scrive Aldo Sofia nel suo editoriale.

A tutti, buona lettura.

Leggi anche:

Media, i comunisti chiedono di monitorare il pluralismo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
caldo circo knie inverno silvio berlusconi ticino verbano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved