Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
21 ore

Cantonali ’23: la capogruppo del Plr Gianella scende in campo

Sul caso dell’ex direttore di scuola media del Luganese indigna la presunta violazione del dovere di informazione, eppure una direttiva c’è
Newsletter
1 gior

Se la lite tra rivali in amore degenera, interviene... il papà

Dalle lacune nella comunicazione emerse nel caso dell’ex direttore delle Medie arrestato alla politica economica della Bns. Passando per Ior Francia 1998
Newsletter
2 gior

A Caslano centinaia di lettere per il voto non recapitate

A Bellinzona l’integrazione passa dal ghiaccio, mentre la funivia che sale da Intragna a Pila e Costa crea discussione nelle Centovalli
Newsletter
4 gior

Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai familiari

Su laRegione di oggi trovano spazio anche le dimissioni di Ueli Maurer, gli aggiornamenti sul delitto di Emmenbrücke e un approfondimento sul ‘rascismo’
Newsletter
5 gior

Docente arrestato, quelle antenne che funzionano a singhiozzo

Il Decs non ha sentito le ‘voci’ sul direttore: ma non è il primo fulmine a ciel sereno nei Palazzi del Cantone. E intanto si parla ancora di telelavoro
Newsletter
1 sett

Direttore arrestato, si surriscaldano gli animi

Incontro animato alla scuola media del Luganese tra famiglie e Decs. Ma la temperatura sale in Ticino anche per il caro casse malati
Newsletter
1 sett

Urna per urna, da Fratelli d’Italia passando dall’Udc

Un’edizione che vede in Prima pagina i prossimi Campionati del mondo di calcio. Senza dimenticare le aggregazioni
Newsletter
1 sett

‘Non mi piace perdere’, parola di Roger Federer

Oggi su laRegione: il fenomeno del gaming, le ‘Corti inCanto’ di Locarno cercano un nuovo organizzatore e i segnali del sì alla riforma Avs21
04.01.2022 - 05:30
Aggiornamento: 14:44

A Lugano gli autogestiti mordono il freno

Il rapporto del Ps sul preventivo 2022 del Cantone, la corsia per i Tir nel Mendrisiotto e un eventuale lifting dello stadio di Bellinzona

a-lugano-gli-autogestiti-mordono-il-freno

Un’intervista alla municipale luganese Cristina Zanini Barzaghi (del Ps), chiamata a difendersi dalle critiche avanzate dalla Gioventù socialista (Giso) sull’opportunità di continuare a lavorare nell’esecutivo della città sul Ceresio. Esecutivo che nella questione dello sgombero e della demolizione dell’ex Macello ha portato avanti “ripetuti ed evidenti abusi di potere”. Sull’edizione di oggi le dichiarazioni dell’esponente socialista si affiancano alla notizia dell’assemblea e dell’azione dimostrativa degli autogestiti, che ieri sera hanno bloccato le strade in zona Cassarate.

Affrontiamo pure un altro tema: la corsia ad hoc per i Tir nel Mendrisiotto. Il Consiglio di Stato (CdS) ne è all’oscuro. Per sua stessa ammissione, il governo ha appreso delle intenzioni dell’Ufficio federale delle strade (Ustra) dai media. In effetti, né il Cantone né il Dipartimento del territorio hanno “ricevuto delle indicazioni ufficiali sui propositi dell’Ustra”. Indicazioni che per altro, a questo punto, sono attese e che comunque (che siano ipotesi o progetti concreti) preoccupano. E una richiesta di sospensione della procedura – come si legge nella pagina del Mendrisiotto – è stata inviata all’Ustra anche dalla Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto e Basso Ceresio (Crtm)...

“Le spese aumenteranno a causa dell’evoluzione dei bisogni della società e non perché si gettano i soldi dalla finestra, come troppi continuano a dire”. È una delle frasi contenute nel rapporto del Partito socialista sul Preventivo 2022 del Cantone, che chiude con un disavanzo di 135 milioni di franchi e che sarà al centro della seduta parlamentare al via lunedì 24 gennaio. Un rapporto elaborato dal capogruppo in Gran Consiglio Ivo Durisch. Pubblichiamo un riassunto dello stesso rapporto, che propone uno stop agli sgravi, il ripristino del coefficiente d’imposta cantonale al 100 per cento, altri due anni di rendita ponte Covid e altro ancora. E il decreto Morisoli? “Pericoloso”.

Nell’edizione odierna anche un reportage da Kandahar, dalla moschea dei miracoli del Mullah Omar, dove i più anziani ricordano la vita dell’uomo più sfuggente e potente dell’Afghanistan. Come quella volta in cui invocò la pioggia tra i fedeli increduli.

E ancora: le prospettive di un lifting allo stadio di Bellinzona nell’eventualità in cui l’Acb passasse nella categoria superiore: per il sindaco Mario Branda “interventi di dettaglio che valuteremo come eseguire”.

Buona lettura

Leggi anche:

Sull’ex Macello Cristina Zanini Barzaghi colpita dal fuoco amico

Corsia per i Tir: ‘Fermate la procedura’

Il Ps: ‘Più bisogni, più spese. Decreto Morisoli pericoloso’

La moschea dove nacque il mito del Mullah Omar

Lavori in vista allo stadio per un’eventuale promozione dell’Acb

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved