26.09.2022 - 17:07
Aggiornamento: 27.09.2022 - 10:36

Il libro esplosivo che scuote la Gran Bretagna

Il 6 ottobre esce ‘Cortigiani, il potere nascosto dietro la Corona’ e già è atteso come l’ultimo scoop che coinvolge la famiglia reale inglese

il-libro-esplosivo-che-scuote-la-gran-bretagna
Fratelli coltelli

Segnatevi questa data se siete amanti delle vicissitudini della famiglia reale inglese. Il 6 ottobre esce infatti il libro destinato a scuotere ancora una volta la serenità dei Windsor, dopo il dolore della morte di Elisabetta. Titolo eloquente: ‘Courtiers: the hidden power behind the Crown (Cortigiani, il potere nascosto dietro la Corona)’. Lo ha scritto Valentine Low, firma del Times che da decenni si occupa di teste coronate e autore di diversi scoop (fu lui, per esempio, a dar la notizia che l’ex capo dello staff dei Sussex li aveva accusati di bullismo). Protagonista assoluta: Meghan Markle, moglie del principe Harry.

Si tratta di un tomo di 422 pagine che riporta sulla copertina la corona di San Giorgio. Fra gli aneddoti, frutto di anticipazioni di stampa, lo stupore di Meghan quando capì che non gli veniva corrisposto un extra per incontrare la folla. Oppure il caso di Samantha Cohen, ex segretaria privata dei Sussex, riempita di improperi e di urla "prima, durante e dopo" il viaggio in Australia. "Sam ci ha sempre detto che era come lavorare per una coppia di teenager. L’hanno portata al limite della sopportazione".

Nel libro sono poi dettagliati tanti altri casi di bullismo nei confronti dei sottoposti. E quando le si faceva notare che avrebbe dovuto trattare meglio i dipendenti, Meghan opponeva questa frase: "Coccolare la gente non è il mio mestiere". E con un collaboratore di Harry ha rotto così il ghiaccio: "Penso che sappiamo entrambi che io sarò uno dei tuoi boss adesso". Poi c’è "l’incidente della tiara". Per il suo matrimonio, Meghan aveva scelto di posare sulla sua chioma la tiara di diamanti dell’ex regina Mary (moglie di Giorgio V). Ma non immaginava che avrebbe dovuto chiedere il permesso a Elisabetta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved