nuova-zelanda-la-macarena-a-ripetizione-non-disperde-i-no-vax
Ieri, tutto come prima
15.02.2022 - 18:29
Aggiornamento: 19:52

Nuova Zelanda, la ‘Macarena’ a ripetizione non disperde i no-vax

A nulla erano serviti idranti e arresti: a Wellington la polizia ‘bombarda’ i manifestanti con la playlist delle 25 canzoni più detestate di sempre

Guerriglia a colpi di musica a Wellington, capitale della Nuova Zelanda, contro i manifestanti che occupavano gli spazi limitrofi al Parlamento per protestare contro le restrizioni sanitarie. Una volta constatata l’inefficacia dei metodi tradizionali (appelli, idranti, arresti), le forze dell’ordine locali hanno usato contro i no-vax la ‘Macarena’ e altre canzoni ritenute ‘insopportabili’, diffuse a volumi molto alti. Quella che Radio New Zealand ha denominato ‘La battaglia degli altoparlanti’ si è tenuta per una giornata intera (lo scorso sabato, riferisce Il Post), con il popolare singolo del duo musicale spagnolo Los del Río ‘rinforzato’ da brani dell’americano Barry Manilow, da una versione stonata di ‘My Heart Will Go On’ di Céline Dion, da ‘You’re Beautiful’ di James Blunt, dalla canzone per bambini ‘Baby Shark’ e altri brani da una playlist delle 25 canzoni più detestate di sempre, così come riportato dal sito neozelandese Stuff.

L’esito non è stato quello sperato: qualcuno sulla ‘Macarena’ ha danzato, altri hanno cantato insieme all’interprete e l’opposizione ha parlato di ‘effetto boomerang’.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
macarena no-vax nuova zelanda playlist wellington
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved