covid-terapia-di-gruppo-nella-miniera-di-sale-polacca
Wieliczka, nel 2002 l'ultimo cavallo in miniera (Keystone)
Curiosità
21.05.2021 - 14:540
Aggiornamento : 18:31

Covid, terapia di gruppo nella miniera di sale polacca

Si scende in ascensore fino a 130 metri sottoterra, seguendo un labirinto di cunicoli creato dai minatori

a cura de laRegione

Una delle più antiche miniere di sale del mondo risalente al XIII secolo, Wieliczka, nel sud della Polonia, è divenuta una sorta di centro di terapia con un pizzico di divertimento per i pazienti post-Covid, a oltre 130 metri sotto terra. La miniera è patrimonio mondiale dell'Unesco. Nel corso dei secoli, i minatori ne hanno fatto un'opera d'arte unica, scolpendo un labirinto di cunicoli che conducono a camere e cappelle illuminate da lampadari di sale. Il sito è un'attrazione turistica, ma anche una località termale che cura pazienti con problemi polmonari da quasi 200 anni. Ora accoglie anche pazienti Covid inviati dalla sanità pubblica per soggiorni di tre settimane, oltre a clienti privati.

I pazienti scendono nel vecchio pozzo della miniera in un ascensore in gruppi di 10 o 15 e percorrono gallerie di sale, seguendo i binari un tempo utilizzati dai treni delle miniere. Una volta all'interno della camera del lago Wessel, alta 15 metri e dotata di terrazze in legno, si sottopongono a esercizi di respirazione e stretching sotto la supervisione di un medico. "In genere, i pazienti che hanno avuto Covid hanno sintomi molto più gravi rispetto a quelli con asma normale. Ma gli ex pazienti Covid possono ritrovare la loro salute normale. In media, c'è un miglioramento dal 60 all'80% dei loro test fisici", riferisce Agata Kita, fisioterapista.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved