13.05.2021 - 15:22

Napoleone: gioielli figlia adottiva venduti per 1,5 mio a Ginevra

I nove gioielli, messi in vendita in lotti separati, comprendevano un collier, un paio di orecchini, un bracciale, un anello, una spilla e una tiara

Ats, a cura de laRegione
napoleone-gioielli-figlia-adottiva-venduti-per-1-5-mio-a-ginevra
(Keystone)

Ginevra – I gioielli ornati di zaffiri e diamanti appartenuti alla figlia adottiva di Napoleone Bonaparte sono stati venduti complessivamente all'asta a Ginevra per 1,5 milioni di franchi, superando di gran lunga le stime di Christie's (430mila franchi). Tra i preziosi spiccava una parure di zaffiri indossati da Stéphanie de Beauharnais, granduchessa di Bade, nipote dell'imperatrice Joséphine, che la ricevette in dono dalla cugina Hortense, ex regina d'Olanda e moglie separata di Louis Bonaparte.

I nove gioielli, messi in vendita in lotti separati, comprendevano un collier, un paio di orecchini, un bracciale, un anello, una spilla e una tiara: erano rimasti nella stessa famiglia da quando erano stati offerti alla figlia adottiva di Napoleone, Stéphanie de Beauharnais, in occasione del suo matrimonio al Palais des Tuileries nel 1806.

La tiara è stata aggiudicata per 420'000 franchi, mentre era stimata tra 140'000 e 250'000 franchi: un insieme di 38 zaffiri originari di Ceylon furono utilizzati per creare questo set all'inizio del 1800.

Tra i lotti storici offerti dalla casa d'aste Christie's c'era anche un'importante corona di zaffiri di Maria II, regina del Portogallo (metà del XIX secolo), incastonata al centro con un notevole zaffiro birmano: stimato 170'000-350'000 franchi, il prezzo finale è salito fino a 1,77 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved