porsche-taycan-base-d-eccellenza
L’inedito allestimento a trazione posteriore conserva lo stesso look levigato e ricercato delle altre versioni. Ruote standard da 19”.
Auto e moto
23.03.2021 - 06:000

Porsche Taycan, “base” d’eccellenza

Arriva la versione di ingresso, comunque potente e con autonomia consistente

di AS

Si espande ulteriormente la gamma della Taycan, questa volta verso il basso con l’inedita versione di accesso dotata di sola trazione posteriore: ma con prestazioni annunciate in ogni caso di alto livello. Ad affiancare Turbo S, Turbo e 4S arriva dunque la Taycan… e basta, sulla quale si possono scegliere due differenti batterie che a loro volta sono combinate a diversi livelli di potenza: la soluzione standard è la batteria Performance da 79,2 kWh, con la quale sono a disposizione fino a 408 cv nella modalità Overboost con Launch Control che si traducono in 326 cv normalmente a disposizione. L’accumulatore più performante Performance Plus, a due strati di celle anziché singolo strato, eroga 93,4 kWh ed in questo caso i cavalli salgono fino a 476 in modalità piena potenza (per brevi tratti) e a 380 cv continuativi. Secondo la Casa, entrambe le versioni della berlina sportiva sono in grado di sfoggiare la medesima accelerazione da fermo ai 100 km/h, con un tempo ridotto a 5,4 secondi, nonché identica punta massima fissata in 230 km orari. Le autonomie differiscono invece leggermente: la meno performante raggiunge i 431 km (ciclo WLTP), la Plus si spinge fino a 484 km.

La Taycan base, in entrambe le soluzioni, adotta tutte le più recenti migliorie introdotte alla fine dello scorso anno, con particolare riferimento alla soluzione Plug & Charge che permette di pagare le ricariche di corrente senza applicazione né carta di credito, sfruttando il collegamento wireless crittografato tra vettura e stazione stessa; il caricabatterie di bordo è da 22 kW, mentre sfruttando le reti pubbliche a massima potenza si possono sfruttare flussi di corrente fino a 225/270 kW a seconda dei due tipi di batteria per ottenere tempi di ripristino fino a 22 minuti per passare dal 5 all’80% di capacità (100 km di autonomia ogni 5 minuti). Le Taycan base possono inoltre essere aggiornate da remoto aggiungendo funzionalità o assistenti aggiuntivi; al momento sono disponibili Porsche Intelligent Range Manager (PIRM), Servosterzo Plus, Assistente attivo al mantenimento di corsia e Porsche InnoDrive (regolatore di velocità adattivo con funzioni aggiuntive). Sul piano puramente estetico, la Taycan di ingresso adotta cerchi Aero da 19 pollici con pinze freni in tinta nera; stessa finitura che distingue la parte anteriore del frontale, le minigonne laterali e il diffusore posteriore. In opzione le sospensioni pneumatiche adattive, combinate alla regolazione elettronica degli ammortizzatori. La Taycan a trazione posteriore è attesa presso le concessionarie verso metà marzo; i prezzi in Germania, comprensivi di tasse, partono da 83.520 Euro.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved