laRegione
ford-explorer-hybrid-alla-grande
Lungo oltre cinque metri, il Suv “full size” Ford spicca per il look deciso e per l’accoglienza generosa per sette. La meccanica ibrida permette consumi interessanti.
ULTIME NOTIZIE Auto e moto
Auto e moto
1 gior

Audi Q5, arriva la versione Sportback

L’inedita coda, più rastremata e sportiva, conferisce al Suv tedesco un look suggestivo.
Auto e moto
2 gior

Porsche 911 Turbo S, vertice di emozioni

La Coupé più potente estende a tutto campo le sue qualità dinamiche: la guida è ancora più unica
Auto e moto
3 gior

Volkswagen ID.4, elettrica e crossover

Secondo modello con propulsione a batteria, combina stile ricercato e spazi interni generosi
Auto e moto
3 gior

Porsche Panamera, evoluzione della specie

Il restyling “leviga” look, sportività e qualità della guida. 80 cv in più per la Turbo
Auto e moto
6 gior

Fascino e funzionalità per la Mercedes GLB 250

Compatta ma notevolmente versatile, offre tanto spazio insieme a un look stile Classe G
Auto e moto
1 sett

Wrangler Unlimited, l’icona Jeep si fa 4xe

In arrivo anche sull’immortale 4x4 americana la motorizzazione ibrida plug-in da 375 cv
Auto e moto
2 sett

Porsche Taycan, ecco gli aggiornamenti 2021

Diverse funzioni aggiuntive potranno essere abilitate da remoto; cresce in versatilità la ricarica
Auto e moto
2 sett

Suzuki Ignis, a prova di simpatia

Lievi ritocchi per la compatta da città e non solo. Elastico il 1.2 con sistema ibrido leggero
Auto e moto
2 sett

Honda Jazz 1.5 e:HEV, ibrida convincente

La nuova generazione della monospazio compatta brilla per spazio, versatilità e briosità
Auto e moto
2 sett

Cresce l’autonomia sul Mercedes eVito

Nuovi motori e variante elettrica con batteria maggiorata per la gamma commerciale leggera
test drive
2 sett

Suzuki Vitara 4x4 Hybrid, compatta ma capace

Trazione integrale, meccanica micro-ibrida e dotazione completa per questo Suv ‘tascabile’
Auto e moto
2 sett

Porsche Cayenne GTS, il ritorno del V8

L’allestimento sportivo di Casa aggiunge “sapore” grazie alla nuova unità, più potente e capace
NOVITÀ
3 sett

Mercedes Serie S, nuovamente al vertice

L’ultima evoluzione dell’ammiraglia punta a nuovi primati per tecnologie, sicurezza e accoglienza
Auto e moto
3 sett

Porsche 911 Targa 4S, magia senza tempo

La convertibile più classica incanta per il “sapore” speciale. Con guida sportiva d’eccezione
Auto e moto
24.09.2020 - 17:350

Ford Explorer Hybrid, alla grande

Maestoso e imponente, offre spazio, accoglienza e meccanica esuberanti. Con consumi sotto controllo

di AS

Inutile girarci intorno: la Explorer è proprio “enorme” e non fa nulla per nasconderlo, spiccando tra i Suv di taglia massima per imponenza ed una certa aggressività d’insieme: caratteristiche precise volute dalla marca nello specifico per il mercato americano. Ma certamente, anche in Europa un certo “sogno americano” trova pieno riscontro nel sapore tutto a stelle e strisce che questo possente veicolo ibrido riesce a profondere, sia da fuori sia una volta al suo comando. Perché al pari del design, anche la stessa posizione di guida è dominante: alta, col corpo però “sprofondato” in uno spazio di bordo considerevole, non soltanto in lunghezza. L’Explorer non solo, infatti, eccede i cinque metri di lunghezza (5,06 m per la precisione), ma a specchi retrovisori aperti impegna la carreggiata per ben 2,28 m: si può facilmente capire che gli spazi ristretti dei centri storici europei non sono il suo pane, anche se gli spigoli marcati della carrozzeria e la profusione di sensori e telecamere di manovra rendono in realtà ogni disimpegno più che fattibile, con la dovuta attenzione. Giusto i parcheggi affiancati con spazi calibrati incrementano la difficoltà: dove si entra normalmente con ogni mezzo, a bordo di questo si deve invece talvolta rinunciare.

Il regno della vettura sono gli spazi aperti, dove può tra l’altro sprigionare tutto il suo notevole potenziale dinamico, facendo segnare la bella sorpresa di non consumare come il classico Suv americano: la meccanica ibrida “regala” infatti un contributo consistente alla riduzione della richiesta di carburante, tanto che guidando con attenzione si resta senza troppa fatica su una media su percorso vario attorno ai 9,5 l/100 km, come abbiamo riscontrato durante la prova. Non male per un sette posti pesante due tonnellate e mezzo. Grazie alla batteria al litio ricaricabile su presa di rete (13,6 kWh la capacità, 4h20’ di ricarica su Wallbox Ford o rete pubblica), inoltre, la pura modalità elettrica “regala” un’autonomia a zero emissioni locali che nella pratica raggiunge un valore di poco superiore ai 30 km: non molti, ma più che sufficienti per disimpegnarsi ad esempio nei centri con limitazioni di accesso. Al di là di questo impegno specifico, la Explorer ibrida può in ogni caso contare su un’ampia autonomia (serbatoio benzina da 68 litri) con buona capacità di traino (2500 kg).

La guida è in stile prettamente USA, prediligendo un’andatura fluida più che grintosa: grazie alla notevole coppia complessiva e alla consistente spinta elettrica assicurata dal motore supplementare da 75 kW (102 cv), la grande Explorer offre variazioni di andatura molto rapide con un filo di gas, dimenticando la meccanica per concentrarsi unicamente su strada e panorama. Non che in curva manchi mordente: le massicce ruote da 20” e i movimenti controllati della carrozzeria permettono un’aderenza di tutto rispetto, con cambi di direzione agili a sufficienza; ma la stessa modalità di marcia sportiva sembra quasi ridondante. Ce ne sono altre sei, incluse quelle specifiche per l’andatura sia puramente elettrica sia su terreni a bassa aderenza. Affondando con decisione l’acceleratore la Explorer è esuberante, ma è vero che mostra una risposta del gas perfettibile nell’armonizzazione tra le due fonti di spinta; docile il cambio automatico a dieci marce, dai passaggi di rapporto sostanzialmente impercettibili data anche la notevole coppia disponibile. Sterzo sempre un po’ carico, mentre la frenata da classica ibrida lascia meno sensibilità e precisione nei rallentamenti “di fino”.

A bordo, lo stesso schermo centrale da 10”1 sembra sparire nell’opulenza di arredo e nelle dimensioni sopra la media di spazi e sedute; le tre file, tutte regolabili con posti in estrema coda a scomparsa, permettono un’ottima accoglienza con elevata convivialità. Bene la posizione di guida, ampia e altrettanto comodamente personalizzabile. Si fanno apprezzare, nell’uso, anche gli svariati sistemi di ausilio attivo alla guida, raffinati nello sviluppo ed altrettanto affidabili nell’uso: con particolare menzione per il regolatore adattivo con funzionalità di marcia in coda automatica e della correzione attiva della traiettoria per restare in corsia.

Scheda Tecnica

ModelloFord Explorer
Versione3.0 EcoBoost Plug-in-hybrid ST-Line
MotoreSistema ibrido plug-in con 3.0 V6 benzina biturbo, motore elettrico
Potenza, coppia457 cv, 825 Nm
TrazioneIntegrale
CambioAutomatico 10 rapporti
Massa a vuoto2’466 kg
0-100 km/h6,0 secondi
Velocità massima230 km/h
Consumo medio3,1 l/100 km (omologato)
Prezzo88'100 CHF

 

© Regiopress, All rights reserved