laRegione
mercedes-amg-gt-black-series-no-limits
Carbonio a profusione, massima deportanza aerodinamica, peso alleggerito e 730 cv: la GT Black Series è estrema, pensata per la pista prima che per la strada
NOVITÀ/COMUNICATO
23.09.2020 - 08:000
Aggiornamento : 12:44

Mercedes-AMG GT Black Series: no limits

Al V8 AMG di serie più potente unisce numerose soluzioni racing per ‘volare’

di AS

Torna la denominazione Black Series, già in uso in AMG nelle realizzazioni particolari, per identificare la GT caratterizzata dal più elevato trasferimento di tecnologia dal mondo Motorsport. La coupé tedesca è stata rielaborata in profondità in ogni dettaglio, partendo dallo stesso propulsore V8 biturbo che conserva giusto la cilindrata d’origine di 4 litri adottando però un inedito albero motore piatto, in modo da offrire una risposta più immediata incrementando al contempo la potenza: che arriva a quota 730 cavalli tra 6700 e 6900 giri, con regime massimo di rotazione portato a 7200 giri. Altrettanto notevole la coppia ed ancor più la sua curva di erogazione piatta, con picco di 800 Nm costante tra 2000 e 6000 giri. “Numeri” che consentono uno scatto da fermo ai 100 km/h in 3,2 secondi ed un passaggio 0-200 km orari in meno di 9 secondi, con punta massima di 325 km/h. Specifica anche la trasmissione (montata al posteriore insieme al differenziale per bilanciare le masse), con cambio doppia frizione a sette rapporti profondamente rielaborato ed accelerato nella sua operatività; l’albero di collegamento all’unità motrice è in carbonio, 40% più leggero di quello standard in alluminio.

L’aerodinamica è rivista in profondità e mostra interventi pensati per la massima funzionalità. Tra i tanti elementi, spiccano le feritoie su cofano e passaruota per smaltire l’aria ricevuta dal frontale, dove la porzione inferiore è regolabile su due posizioni per l’impiego su per strada o in pista; nella posizione più estrema accelera i flussi sotto la vettura incrementando l’effetto Venturi. In coda, l’ala fissa di nuova concezione aggiunge un flap centrale mobile su un’escursione di 20 gradi, con regolazione elettronica determinata dal programma di marcia e dalla specifica situazione di guida, cui si aggiunge il generoso diffusore inferiore: l’insieme di tutte le soluzioni consente di ottenere un carico ampiamente superiore ai 400 kg a 250 km/h. Gran parte degli elementi di carrozzeria e strutture è realizzata in carbonio, mentre all’impianto frenante carboceramico si abbiano sospensioni racing in alluminio fucinato con regolazione adattiva degli elementi ammortizzanti. Sono inoltre registrabili manualmente le barre antirollio e la campanatura delle ruote su entrambi gli assali. Specifiche per la pista anche le regolazioni più estreme dell’elettronica, incluso il controllo di trazione adattabile su nove livelli. Gli interni, comunque completi in ogni dotazione, spiccano per i rivestimenti in pelle nappa e microfibra, insieme a sedili a guscio in carbonio. Già ordinabile in Germania, la GT Black Series parte da 289'000 euro tasse escluse.

© Regiopress, All rights reserved