Il rinnovato frontale, ben più distintivo e imponente, include proiettori posizionati molto più in alto che in precedenza
Auto e moto
25.11.2019 - 16:340

Mitsubishi L200

Versatilità e attitudine al ‘lavoro’ duro evolvono sul classico pick-up giapponese, forte di una nuova unità turbodiesel.

La sesta generazione del popolare pick-up L200 si presenta forte di interessanti evoluzioni, a partire dal look rivisto in profondità con frontale e parte delle fiancate integralmente di nuovo disegno, con look che adotta il più recente design Mitsubishi. Telaio e scocca (separati) presentano ulteriori affinamenti nella resistenza e nella rigidità, l’impianto frenante è stato potenziato mentre le sospensioni sono leggermente rinforzate su entrambi gli assali. Non cambia in maniera sostanziale la lunghezza complessiva – sempre attorno ai 5,30 metri per la versione doppia cabina e cassone di valide dimensioni (1,52 m x 1,47 m). Sotto il cofano, è inedito il motore turbodiesel: il precedente due litri e mezzo lascia il posto al più evoluto quattro cilindri 2.2 litri “prestato” dalla Outlander, caratterizzato ora da un livello di potenza unico per tutte le versioni. I cavalli a disposizione diventano 150 erogati ad appena 3’500 giri, con coppia massima di 400 Nm costanti tra 1’750 e 2’250 giri. La nuova unità include il trattamento post-combustione tramite AdBlue e risponde alle normative antinquinamento Euro 6d Temp, con consumi omologati già secondo il protocollo WLTP. Insieme al nuovo motore c’è un altrettanto inedito cambio automatico, ora a sei rapporti in luogo di cinque, che affianca nell’offerta la classica trasmissione manuale a sei marce, mentre il già sofisticato comparto di trazione integrale Super Select 4WD-II guadagna ulteriori funzionalità, nell’ottica di un’ulteriore crescita nelle già elevate capacità di marcia in fuoristrada.
L’evoluto sistema 4x4 già contemplava la funzionalità della marcia integrale permanente (4H), innestabile fino a 100 km/h partendo dalla base a ruote motrici posteriori, oltre alle due modalità con differenziale centrale bloccato e marce ridotte; la novità è dunque costituita dall’aggiunta dell’inedita gestione elettronica Off Road, tramite la quale è possibile scegliere tra differenti programmi di marcia in funzione del tipo di fondo: Ghiaia, Fango/Neve, Sabbia e Roccia.
Ognuna di esse influenza risposta di gas, cambio automatico (se presente) e controllo di trazione con funzionalità simili al bloccaggio dei differenziali; in aggiunta, è disponibile il bloccaggio meccanico al 100% del differenziale posteriore. In aggiunta al programma Off Road si unisce il controllo della velocità in discesa, regolabile dal conducente tra 2 e 20 km/h di velocità, in grado dunque di frenare automaticamente il veicolo mantenendone costante la velocità prescelta. Così equipaggiato, l’L200 si mostra ancor più autorevole nel fuoristrada tecnico, dove tra l’altro può far contare la possibilità di affrontare inclinazioni laterali fino a 45° con validi angoli di attacco e uscita. Il tutto, con una valida capacità di manovra nello stretto, nonostante gli ingombri ed il passo generosi, grazie al ridotto raggio di sterzata che si ferma ad appena 5,9 metri.
Su strada, il Double Cab oggetto del test conferma le confortevoli qualità di marcia della serie precedente, con un comportamento composto e rilassante ed una guida discretamente precisa; la sterzata è abbastanza progressiva, seppur lenta, mentre il coricamento in curva appare sempre contenuto.
Il nuovo motore ha un funzionamento elastico e regolare, sufficientemente rotondo – emerge un velo di ruvidità ai bassi – ma anche piuttosto silenzioso, tanto che ad andatura costante si avvertono praticamente solo i fruscii di origine aerodinamica. Il cambio automatico a sei rapporti è svelto e piacevole nel funzionamento, con la marcia in più che permette maggior flessibilità nel misto e più comfort autostradale; il cambio manuale, di serie, è solido e abbastanza preciso negli innesti, ma contraddistinto da una manovrabilità tutt’altro che rapida. A bordo, l’ambiente rivisto in alcuni dettagli conserva finiture soprattutto robuste, con accoglienza di buona qualità riservata ai passeggeri anteriori unita a una più che discreta libertà di movimento sul divano posteriore, adatto anche a percorrenze di media o lunga distanza. Cresce la lista degli assistenti attivi alla guida, “rinforzata” anche con monitoraggio angoli ciechi, frenata d’emergenza e altro ancora.

Scheda Tecnica

Modello Mitsubishi L200
Versione Double Cab Diamond (A/T)
Motore 4 cilindri, turbodiesel, 2.2 litri
Potenza, coppia 150 cv, 400 Nm
Trazione Posteriore/Integrale
Cambio Automatico 6 rapporti
Massa a vuoto 2’030 kg
0-100 km/h n.d.
Velocità massima 174 km/h
Consumo medio 9,7 l/100 km (omologato)
Prezzo 44’950 Chf
La compri se… trovi nella carrozzeria con cassone tutte le risposte alle esigenze di versatilità e trasporto su strada… e non.
© Regiopress, All rights reserved