Proiettori e mascherina sottili, su due livelli, ‘firmano’ il frontale del Suv francese dal look ‘cross country’
Auto e moto
11.10.2019 - 06:000

Citroën C5 Aircross

Il nuovo Suv di fascia media si fa notare per il look suggestivo ed al volante offre comfort e isolamento di gran pregio.

Equilibrata nei volumi ma corredata da un design suggestivo, la neonata C5 Aircross proietta la marca francese nella categoria dei Suv intermedi con un look che strizza piacevolmente l’occhio al “cross country”, benché il crossover Citroën sia dotato unicamente di trazione anteriore. Eppure, l’impegno nei confronti dei fondi a minor aderenza resta assolto con attenzione, dato che il modello offre un’altezza minima da terra di tutto rispetto, ben 23 cm, oltre ad essere dotato di controllo di trazione avanzato con diverse modalità di marcia specifiche per tipologia di fondo. Le dimensioni restano pienamente centrate nella categoria: lunghezza di 4,50 metri, generosa larghezza di 1,84 m. La personalizzazione estetica è un altro dei cavalli di battaglia della marca francese ed anche la C5 Aircross mette a disposizione ben trenta combinazioni per gli esterni, grazie anche alla possibilità di adottare il tetto in tre colori a contrasto.
Nell’immaginario collettivo, Citroën resta sinonimo di comfort superiore e, proprio sulla C5 Aircross, la Casa presenta le sospensioni dotate degli innovativi smorzatori idraulici progressivi, capaci di filtrare la strada offrendo un isolamento di qualità superiore. L’assetto di base è infatti molto morbido e soffice, caratterizzato dal famoso effetto “cuscino d’aria” sulle asperità stradali, mentre gli smorzatori intervengono nelle sollecitazioni più ampie per offrire un freno adeguato e limitare i movimenti altrimenti ampi del corpo vettura. Al volante l’effetto è senza dubbio tangibile e si traduce in un costante invito al relax, che la vettura interpreta al meglio: in curva è docile ed appoggia piuttosto in fretta, ma non ha una vocazione sportiva: predilige le andature briose, senza nervosismi. Le prestazioni sono però di tutto rispetto con la motorizzazione al vertice di gamma – turbodiesel due litri da 180 cv e cambio automatico a otto rapporti. Lo scatto da fermo ai 100 km/h richiede solo 8,6 secondi e la punta massima è di 211 km/h, mentre i consumi sono senz’altro interessanti avendo noi stessi potuto registrare medie di poco superiori ai 7 l/100 km su percorso misto. L’erogazione del diesel francese è quella conosciuta: il borbottio al minimo è un po’ evidente e la spinta si esaurisce presto, ben prima dei 4’000 giri, mentre ai regimi intermedi il funzionamento è rotondo e vivace, con bella elasticità. Comodo il cambio a convertitore di coppia (della giapponese Aisin), seppur non troppo reattivo in scalata quando si vuole riprendere senza affondare fino al kick-down. La silenziosità di marcia è invece pregevole a tutte le andature, con il corredo completo di ausili attivi alla guida che completa degnamente il capitolo comfort: la C5 Aircross è piacevolmente “viaggiosa”.
Altrettanto piacevole l’impatto con l’abitacolo, corredato di un buon livello di originalità, senza inutili eccessi: l’atmosfera è ben gradevole, anche se ricercata giusto a sufficienza nei materiali – non mancano estese superfici in plastica economica – nonché molto ergonomica, con comodo tunnel centrale ampio e rialzato che al suo interno mette a disposizione un ampio spazio refrigerato. Menzione d’onore alle poltrone anteriori Advanced Comfort, dotate di imbottitura supplementare in schiuma per garantire ulteriori qualità di sostegno ed assorbimento; sono in effetti assai comode, lasciandosi perdonare i rivestimenti in pelle privi di traforazione e ventilazione ed il piano di seduta non enorme in profondità. Piacevole il volante di piccolo diametro, che suggerisce agilità. Posteriormente non mancano le bocchette di aerazione dedicate e lo spazio per gambe e testa è ben sfruttabile, mentre il divano è regolabile nell’inclinazione degli schienali nonché longitudinalmente per 15 cm. Ampio il vano di carico, da 520 a 1’630 litri. La strumentazione è affidata al cruscotto digitale da 12,3” cui si aggiunge lo schermo centrale da 8” a sfioramento che racchiude navigazione, infotainment e diversi comandi secondari, tra cui i controlli della climatizzazione: per regolare la temperatura è dunque sempre obbligatorio un doppio tocco, meno pratico dei classici comandi dedicati. Completa la dotazione di funzionalità e connettività.

Scheda Tecnica

Modello Citroën C5 Aircross
Motori 3 e 4 cilindri benzina (turbo),
4 cilindri turbodiesel
Potenza da 130 a 180 cv
Cambio manuale o automatico
Trazione anteriore
Consumo medio da 4,1 l/100 km (omologato)
Prezzo da 26’400 Chf
Ci piace perché... spicca per il design simpatico ed originale, seduce con l’isolamento stradale di qualità superiore
Potrebbe interessarti anche
Tags
citroën c5 aircross
comfort
citroën
c5
aircross
citroën c5
c5 aircross
volante
isolamento
km
© Regiopress, All rights reserved