La Macan è sempre se stessa, ma i ritocchi estetici le conferiscono una ‘presenza’ più pulita, moderna e suggestiva
Auto e moto
29.03.2019 - 14:150

Porsche Macan

L’evoluzione a tutto campo del compatto Suv Porsche spicca per la linea più pulita e mordente e sfoggia ulteriori evoluzioni nel campo della qualità della guida dinamica, sempre di livello superiore. Anche grazie al nuovo V6 turbo della ‘S’.


La Macan è sempre se stessa, ma i ritocchi estetici le conferiscono una ‘presenza’ più pulita, moderna e suggestiva

Il Suv cadetto di casa Porsche riparte… da se stesso: gli aggiornamenti di metà carriera lasciano pressoché inalterate le forme della Macan, ma i numerosi dettagli ridisegnati fanno emergere ulteriori tocchi di personalità e dinamismo. Il look adotta i più recenti dettami stilistici: la coda sfoggia la sottile linea luminosa a tutta banda già vista su Panamera e 911 e il frontale è visualmente più pulito e largo. Come di consueto per la Casa, la nuova gamma parte con due versioni subito disponibili, cui seguiranno le altre declinazioni, la base e la S. Abbiamo a disposizione quest’ultima per la prima presa di contatto, dotata di un V6 benzina con turbo che offre ben più dei soli 14 cv guadagnati rispetto alla generazione precedente: l’unità, sempre di 3 litri, è rielaborata in profondità ed impiega la singola turbina all’interno della “V” con condotti di scarico speciali per garantire superiore prontezza di risposta. Ai 354 cv costanti tra 5’400 e 6’400 giri – con allungo corposo verso la zona più alta del contagiri e sonorità via via più pungente ed appagante – si combina una robusta coppia di 480 Nm già da 1’360 giri, per un insieme che fa della “S” una versione di gran maturità; il compromesso tra prestazioni, piacere di guida e fruibilità quotidiana trova qui un riferimento di tutto rispetto.
Il carattere molto dinamico della Macan d’origine è pienamente rispettato, con ulteriori evoluzioni date dalle modifiche nei materiali e nelle geometrie delle sospensioni in funzione di un maggior equilibrio ma, anche, di una guidabilità più intensa. A bassa andatura, anche con assetto regolabile sul registro confortevole, la sensazione è quella di trovarsi su un’auto molto sportiva, poiché su dossetti ed imperfezioni il molleggio è limitato e traduce nell’abitacolo buona parte di queste lievi scosse; l’effetto è ben avvertibile anche se smorzato il giusto per non disturbare, suggerendo però subito l’impostazione mordente del modello.
Al crescere dell’andatura, tuttavia, il tutto si stempera in un comfort via via più normalizzato, che permette viaggi in tutto relax; per ritrovare la voluta aggressività tra le curve occorre passare a tarature più dinamiche. L’operazione è facilitata dall’introduzione del comando delle modalità di guida sul volante, corredata come di consueto dal pulsantino per attivare per 20 secondi la massima reattività della meccanica, molto comodo per un sorpasso rapido o per un’iniezione di adrenalina… istantanea. La S mette in campo infatti un’accelerazione ben solida, che le permette di traguardare i 100 km orari da fermo in 5,1 secondi con pacchetto Sport Plus. Come in precedenza, le opzioni tecniche per incrementare la dinamica di marcia restano numerose, tra cui regolazione elettronica degli ammortizzatori, sospensioni pneumatiche registrabili in altezza, funzionalità Torque Vectoring Plus per ottenere il bilanciamento attivo della motricità per migliorare ulteriormente precisione, rapidità ed efficacia tra le curve.
Le strade del test bagnate e parzialmente innevate non hanno lasciato troppo spazio alla guida più ispirata, ma in ogni caso la “S” lascia intravedere il consueto, eccellente bilanciamento Porsche con movimenti ridotti della carrozzeria, bella precisione di sterzo e tanta velocità in curva, sempre facile da gestire. Con l’usuale apporto dinamico del cambio a doppia frizione, molto rapido e diretto nella modalità operativa più spinta. Sui circuiti innevati del terreno di prova dell’ACS, inoltre, la reattività della trazione integrale (anch’essa ottimizzata) evidenzia una volta di più il potenziale della soluzione 4x4. Il raffinato abitacolo resta sostanzialmente quello conosciuto ed offre una sistemazione privilegiata in special modo nella zona anteriore, con poltrone avvolgenti e ricche di regolazioni, mentre il nuovo sistema di navigazione-infotainment guadagna ulteriori funzionalità sempre connesse oltre allo schermo centrale a sfioramento con risoluzione HD e diagonale aumentata da 7,9 a ben 10,9 pollici. I tanti assistenti alla guida permettono la miglior protezione attiva, inclusa la marcia automatica in colonna con regolatore adattivo, mentre per il massimo isolamento acustico è disponibile a richiesta la vetratura isolante termoacustica.

Scheda Tecnica

Modello Porsche Macan
Versione S
Motore 6 cilindri a V, benzina turbo,
3.0 litri
Potenza, coppia 354 cv, 480 Nm
Trazione integrale
Cambio automatico
Massa a vuoto 1’865 kg
0-100 km/h 5,1 secondi
Velocità massima 254 km/h
Consumo medio 8,9 l/100 km (omologato)
Prezzo 85’500 Chf
La compri se… sei in cerca di un Suv di chiara indole sportiva, adatto ai viaggi ma in primo luogo appagante
da guidare
Potrebbe interessarti anche
Tags
macan
porsche
guida
km
cv
porsche macan
campo
suv
secondi
© Regiopress, All rights reserved