La trazione integrale non solo rende la guida più facile ed efficace, ma si rivela utile quando le condizioni meteorologiche si fanno avverse
Auto e moto
06.03.2018 - 09:350

SEAT Leon CUPRA ST

Le automobili possono avere i pregi più diversi, ma difficilmente riescono a unire quelli che sono in antitesi tra loro. Eppure in SEAT sono riusciti in un piccolo capolavoro: difficile trovare una vettura che offra un pacchetto più completo di quest

Nella sede elvetica di SEAT avranno sicuramente festeggiato quando è stato loro comunicato che la Leon CUPRA sarebbe stata disponibile anche con una variante a trazione integrale. Nello specifico questa sarebbe stata abbinata al cambio doppia frizione DSG e resa disponibile per la carrozzeria familiare, che in casa abbreviano con la sigla ST. I numeri previsionali danno un’idea più chiara del motivo per il quale hanno gioito: al di là del fatto che circa un quarto delle Leon vendute sono delle CUPRA, il 68% di queste viene scelto con la carrozzeria ST e più in generale il 93,5% delle Leon CUPRA è equipaggiato con il cambio DSG. Risultato finale: il 95% delle SEAT Leon CUPRA ST vendute avrà la trazione integrale 4Drive – giusto perché dire il 100% risultava un tantino troppo assoluto.
L’occasione per introdurre questa variante è stata il classico aggiornamento di metà carriera che ha interessato prima la Leon e successivamente la sua versione sportiva. Fari anteriori e posteriori rivisitati, nuovo disegno dei cerchi in lega e due colori inediti: all’esterno cambia ben poco, anche perché c’era ben poco da cambiare con un design quasi senza tempo come il suo. L’ambiente sportivo della CUPRA è sottolineato dalla presenza di un volante sportivo a tre razze e dai pannelli porta par-zialmente rivestiti in Alcantara. Un materiale quest’ultimo che, abbinato alla pelle, ritroviamo nel rinnovato rivestimento dei sedili sportivi a guscio, che sono peraltro molto contenitivi. Pur avendo tutto il diritto di esprimere il suo notevole potenziale, la Leon CUPRA resta piuttosto “normale” sia dentro che fuori. O quantomeno senza eccessi, che come vedremo in seguito è perfettamente in linea con il carattere che esprime su strada. D’altro canto chi acquista una ST lo fa anche per una questione di praticità. Sia l’accessibilità che la disponibilità di spazio della sezione posteriore sono molto buone, mentre il bagagliaio ha dalla sua una notevole capienza (587 litri), un vano regolare e una soglia di carico bassa.
Tra gli argomenti d’acquisto da un lato c’è sicuramente la praticità, dall’altro però ci sono anche i 300 cavalli erogati dal noto 2 litri TSI. Nell’uso quotidiano la Leon ST CUPRA è… una normalissima Leon: non senti il motore, l’assetto non è rigido, il DSG molto dolce nelle cambiate, il consumo contenuto attorno ai 9 l/100 km. Davvero perfetto. Tanto che di principio si tende sempre ad usare la modalità “Comfort” negli spostamenti quotidiani dato che lo sterzo preciso e comunicativo e l’assetto che cerca un buon contatto con l’asfalto la rendono assai gradevole. Quando fanno capolino le prime curve il rollio e le reazioni lente ti fanno cercare la modalità “Sport”: la tonalità del propulsore si fa più interessante e l’assetto si irrigidisce ancorandola al terreno, sebbene per trovare la sua ragione d’essere nella guida impegnata bisogna salire un altro gradino e selezionare la modalità “CUPRA” – che ci ha veramente sorpreso. Tanto per cominciare non diventa mai estremamente rigidità di sospensioni, lasciando grande spazio alla trasmissione di informazioni provenienti da pneumatici e corpo vettura. L’interazione conducente-automobile diventa quindi motivo di grande coinvolgimento pur essendo la Leon ST meno tagliente della versione a tre porte, specialmente per quanto concerne gli inserimenti in curva. Anziché essere una sportiva pura come la SC con trazione anteriore, differenziale autobloccante e cambio manuale, la ST così configurata si cala nel ruolo della “tuttofare” che offre una buona dose di sportività e un invidiabile equilibrio ma senza mai strafare. Anche le prestazioni non sono così esplosive pur essendo oggettivamente di notevole spessore, e più che voler colpire chi guida con l’energia che ci mette nel raggiungere la velocità massima preferisce far vedere quanto sia efficace la sua motricità grazie alla quale puoi mettere il pedale a tavoletta in uscita di curva molto prima di quanto saresti portato a fare. E in tutta sicurezza.
In tale ottica la SEAT Leon ST CUPRA offre un pacchetto generale che è estremamente difficile (per non dire impossibile) trovare sul nostro mercato tra prestazioni, consumi, comfort, praticità e prezzo. Soprattutto il prezzo gioca un ruolo fondamentale, dato che un esemplare come questo è proposto a 46’350. Riuscite per caso a trovare qualcosa di meglio per una cifra inferiore? Se si, chiamateci!

Scheda Tecnica

Modello SEAT Leon ST
Versione CUPRA DSG 4Drive
Motore 4 cilindri, 2 litri, turbo-benzina.
Potenza, coppia 300 cv, 380 Nm
Trazione integrale
Cambio doppia frizione a 6 rapporti
Massa a vuoto 1’540 kg
0-100 km/h 4,9 secondi
Velocità massima 250 km/h
Consumo medio 7,2 l/100 km (omologato)
Prezzo 46’350 Chf
La compri se… ti piacciono prestazioni elevate
e sei alla ricerca di un’auto che
te le offra assieme a tutto il resto che un’automobile possa darti.
Ad un prezzo molto concorrenziale, tra l’altro.
Tags
leon
leon cupra
st
seat
seat leon
trazione
dsg
leon st
km
cambio
© Regiopress, All rights reserved