Aarau
2
Sciaffusa
1
2. tempo
(1-1)
Chiasso
0
Rapperswil
1
2. tempo
(0-0)
Servette
0
SC Kriens
0
2. tempo
(0-0)
Grasshopper
0
Thun
0
2. tempo
(0-0)
Ambrì
1
Bienne
4
pausa
(1-2 : 0-2)
Berna
2
Lugano
0
pausa
(1-0 : 1-0)
Davos
2
Lakers
0
pausa
(1-0 : 1-0)
Friborgo
1
Zugo
3
pausa
(1-2 : 0-1)
Losanna
2
Ginevra
2
pausa
(2-2 : 0-0)
Zurigo
0
Langnau
3
pausa
(0-2 : 0-1)
Zugo Academy
2
Ticino Rockets
3
pausa
(1-0 : 1-3)
Aarau
CHALLENGE LEAGUE
2 - 1
2. tempo
1-1
Sciaffusa
1-1
 
 
27'
0-1 CASTROMAN MIGUEL
 
 
30'
MENEZES PAULO
1-1 KARANOVIC GORAN
31'
 
 
2-1 TASAR VAROL
62'
 
 
CASTROMAN MIGUEL 0-1 27'
MENEZES PAULO 30'
31' 1-1 KARANOVIC GORAN
62' 2-1 TASAR VAROL
Venue: Stadion Brugglifeld.
Turf: Natural.
Capacity: 8,000.
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Chiasso
CHALLENGE LEAGUE
0 - 1
2. tempo
0-0
Rapperswil
0-0
 
 
62'
0-1 HADZI MERLIN
HADZI MERLIN 0-1 62'
Venue: Stadio Comunale Riva IV.
Turf: Natural.
Capacity: 5,000.
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Servette
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
2. tempo
0-0
SC Kriens
0-0
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Grasshopper
SUPER LEAGUE
0 - 0
2. tempo
0-0
Thun
0-0
PINGA AIMERY
51'
 
 
 
 
52'
GLARNER STEFAN
51' PINGA AIMERY
GLARNER STEFAN 52'
Venue: Letzigrund.
Turf: Natural.
Capacity: 26,104.
Distance: 97km.
Sidelined Players: GRASSHOPPER CLUB - NATHAN CARDOSO (Injured).
FC THUN - COSTANZO MORENO, FACCHINETTI MICKAEL, RIGHETTI TIMO (Injured).
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Ambrì
LNA
1 - 4
pausa
1-2
0-2
Bienne
1-2
0-2
 
 
10'
0-1 RAJALA
 
 
12'
0-2 BRUNNER
1-2 DAGOSTINI
19'
 
 
 
 
24'
1-3 LUTHI
 
 
34'
1-4 RAJALA
RAJALA 0-1 10'
BRUNNER 0-2 12'
19' 1-2 DAGOSTINI
LUTHI 1-3 24'
RAJALA 1-4 34'
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Berna
LNA
2 - 0
pausa
1-0
1-0
Lugano
1-0
1-0
1-0 ARCOBELLO
11'
 
 
2-0 SCHERWEY
37'
 
 
11' 1-0 ARCOBELLO
37' 2-0 SCHERWEY
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Davos
LNA
2 - 0
pausa
1-0
1-0
Lakers
1-0
1-0
1-0 CORVI
4'
 
 
2-0 PRINCE
36'
 
 
4' 1-0 CORVI
36' 2-0 PRINCE
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Friborgo
LNA
1 - 3
pausa
1-2
0-1
Zugo
1-2
0-1
 
 
8'
0-1 ALBRECHT
 
 
14'
0-2 KLINDBERG
1-2 MOTTET
16'
 
 
 
 
33'
1-3 ALATALO
ALBRECHT 0-1 8'
KLINDBERG 0-2 14'
16' 1-2 MOTTET
ALATALO 1-3 33'
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Losanna
LNA
2 - 2
pausa
2-2
0-0
Ginevra
2-2
0-0
1-0 HERREN
5'
 
 
2-0 JUNLAND
9'
 
 
 
 
11'
2-1 JACQUEMET
 
 
20'
2-2 ROD
5' 1-0 HERREN
9' 2-0 JUNLAND
JACQUEMET 2-1 11'
ROD 2-2 20'
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Zurigo
LNA
0 - 3
pausa
0-2
0-1
Langnau
0-2
0-1
 
 
7'
0-1 BERGER
 
 
10'
0-2 ERNI
 
 
40'
0-3 PESONEN
BERGER 0-1 7'
ERNI 0-2 10'
PESONEN 0-3 40'
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
Zugo Academy
LNB
2 - 3
pausa
1-0
1-3
Ticino Rockets
1-0
1-3
1-0 OEJDEMARK
6'
 
 
 
 
23'
1-1 ROHRBACH
 
 
26'
1-2 STUCKI
2-2 AURIEMMA
27'
 
 
 
 
37'
2-3 ROHRBACH
6' 1-0 OEJDEMARK
ROHRBACH 1-1 23'
STUCKI 1-2 26'
27' 2-2 AURIEMMA
ROHRBACH 2-3 37'
Ultimo aggiornamento: 25.09.2018 21:22
desideri le linee di una coupé, ma senza rinuncia
Auto e moto
12.11.2017 - 18:460

BMW Serie 6 GT

La ‘Gran Turismo’ più grande di casa BMW da Serie 5 diventa Serie 6. Una formalità che non altera la sostanza, di altissimo livello, ora però racchiusa in un abito più convincente. Su strada colpisce sin dai primi metri.

Dal 5 al 6 la distanza è cortissima, ma rispetto alla precedente Serie 5 GT l’inedita Serie 6 Gran Turismo guadagna impagabilmente in eleganza ed accoglienza: un bel salto in avanti per il cambio generazionale della numerazione. Confortato da sostanza di pari caratura, con rilevanti doti di agilità e piacere di pilotaggio combinati ad un livello di comfort superiore: il tutto, però, raggiungibile a patto di equipaggiare la vettura delle necessarie “estensioni” tecniche e tecnologiche, in gran parte a richiesta come di consueto in casa BMW. Lo stile conserva l’impostazione conosciuta, ma proporzioni e volumi appaiono meglio equilibrati e raffinati per suggerire linee di derivazione coupé rispetto al modello uscente; la lunghezza tocca quota 5,09 metri, il peso scende invece di 150 kg.
La nuova Gran Turismo invoca la dimensione del viaggio. Equipaggiata con il trittico di dotazioni dedicate alla dinamica di marcia, come nel caso della 640i a disposizione per il primo contatto su strada – retrotreno sterzante, sospensioni pneumatiche a controllo elettronico e controllo attivo del rollio in curva –, la berlina bavarese stupisce in prima battuta per due qualità: in manovra e a bassa andatura è insospettabilmente agile, mentre  sulla regolazione più morbida delle sospensioni sembra di viaggiare su un cuscino d’aria, tale è la qualità dell’isolamento dal suolo stradale. Sembra quasi di perdere contatto con la strada, ma la sensibilità resta sempre adeguata alla velocità mentre l’insonorizzazione, di notevole qualità, avvolge nel silenzio anche assaggiando in tutto il loro potenziale le invidiate possibilità di trasferimento veloce offerte dalle autostrade tedesche senza limiti. C’è inoltre spazio, eccome, per guidare: il tasto “magico” del selettore di modalità di marcia modifica assetto, feeling di sterzata, risposta di motore e cambio conferendo l’incisività necessaria per trasformare l’imponente berlina sportiva in un “giocattolone” adatto ai rapidi cambi di direzione anche nel misto più stretto, con l’aiuto tangibile del rollio quasi nullo e delle quattro ruote sterzanti. A dispetto di un passo superiore ai tre metri.
Sotto il cofano, i 340 cavalli del sei cilindri in linea con iniezione diretta e turbo dell’unica versione a benzina al lancio (640i xDrive, 87’400 Chf; in alternativa il 3.0 diesel da 265 Cv) sono quel che serve per tradurre in prestazioni tutta la versatilità offerta dal telaio. La coppia notevole, oltre che erogata con curva piatta (450 Nm costanti da 1’380 a 5’200 giri/min.), permette di disporre di gran prontezza, elasticità e spinta da vendere ad ogni regime, il tutto con un’erogazione quanto mai rotonda e fluida – i sei cilindri in linea sono una garanzia – nonché appagante per la piacevolissima sonorità. Con la trazione integrale xDrive la motricità è altrettanto esemplare, mentre le prestazioni mostrano numeri autorevoli: scatto da fermo ai 100 km/h in 5,3 secondi, nonostante una massa a vuoto di 1’835 kg, velocità massima “standard” di 250 km orari autolimitati.
Si aggiunge al quadro il cambio automatico Steptronic a otto rapporti, impeccabile, mentre la sterzata offre un feeling di qualità, pur potendo migliorare ancora nella sensibilità sulle correzioni minime. Nell’eccellenza dell’allestimento non può mancare il corredo completo di ausili alla guida, estesi e raffinati; spiccano tra i tanti il regolatore di velocità attivo con funzione stop&go nel traffico e gli interventi attivi sulla sterzata, non solo per conservare la posizione in carreggiata ma anche in caso di cambio di corsia così come nelle manovre brusche di cambio di corsia/direzione.
L’abitacolo è in linea con le aspettative e rispecchia fedelmente lo stile BMW, senza grosse novità stilistiche; lo schermo centrale (fino a 10,3 pollici) è comandabile al tatto o tramite classico iDrive sul tunnel, a richiesta anche con comandi vocali e/o gestuali. La connettività guadagna ulteriori funzionalità con servizi sempre connessi alla rete. Lo spazio a bordo è ulteriormente ampliato sia per i passeggeri sia per i bagagli (+100 litri, volume utile 610/1’800 litri), la personalizzazione dell’ambiente di bordo è estesa e comprende equipaggiamenti in grado di raffinare ancor più il potenziale di comfort della Gran Turismo.

Scheda Tecnica

Motore6 cilindri benzina (turbo)
e turbodiesel
    Potenza, coppiada 265 a 340 cavalli
Trazioneintegrale
Cambioautomatico a 8 rapporti
Consumo medioda 5,5 l/100 km (omologato)
Prezzoda 86’100 Chf
Ideale perquella clientela che, pur alla ricerca di un’ammiraglia, non rinuncia a distinguersi
La compri se…desideri le linee di una coupé, ma senza rinunciare alla praticità

 

Tags
serie
cambio
bmw
qualità
sterzata
cilindri
gt
velocità
gran turismo
strada
© Regiopress, All rights reserved