Impossibile non dedicarle almeno un’occhiata: i
Auto e moto
12.06.2017 - 14:090

Jaguar F-Pace S

Ha ancora senso, al giorno d’oggi, acquistare un motore a benzina per un SUV, seppur particolarmente sportiveg­giante? Non sempre.
Ma a volte capita di dover (o poter) fare un’eccezione. Come in questo caso. Ecco la prova completa della F-Pace più potente in circolazione.

 

Se la Jaguar F-Pace è desiderabile, la F-Pace S lo è ancora di più. E non è una mera questione estetica. Certo, i paraurti specifici con finiture argentate, le prese d’aria maggiorate, le pinze freno rosse e i cerchi da 20 pollici rafforzano non poco la sua immagine, ma sebbene nel vano motore di una “S” si possa celare anche un validissimo 3 litri turbodiesel da 300 cavalli, qui parliamo di tutt’altra cosa: di un V6 da 3 litri, rigorosamente a benzina, sovralimentato mediante un compressore volumetrico. 380 cavalli, 450 Newtonmetri. Tanto basta per farla scattare da 0 a 100 chilometri orari in 5,5 secondi. Prestazioni robuste, di spessore, caratterizzate da un’erogazione lineare e una risposta dell’acceleratore sempre cristallina. E poi c’è quella tonalità allo scarico particolarmente aggressiva, come vuole lo spirito un po’ ribelle del marchio, presente quando serve ma discreto quando si procede a velocità costante.
L’incisività della più potente tra le F-Pace emerge all’affrontare delle prime curve, dove a colpire è l’inserimento pronto e uno sterzo elettrico particolarmente comunicativo, come l’intera vettura. Una caratteristica positiva comune a molte Jaguar quella di poter guidare con il fondoschiena. È ben aggrappata al suolo con un notevole grip meccanico, e al tempo stesso un retrotreno collaborativo quanto basta per incrementarne l’agilità nei percorsi più stretti. Un capitolo a parte lo merita la trazione integrale, che privilegiando le ruote posteriori incrementa non poco il coinvolgimento alla guida con quel piacere di poter chiudere la curva con l’acceleratore riallineando in anticipo lo sterzo.
Abbandonata la guida impegnata e selezionate nuovamente le modalità di guida abituali, il primo SUV di Jaguar fa tutto quello che fanno anche gli altri SUV, ovvero portarti comodamente dal punto A al punto B, sebbene lui riesca a rendere davvero piacevole e godibile qualsiasi situazione di guida si profili all’orizzonte, sarà anche solo per quel sound coinvolgente anche durante le leggere accelerazioni. Certo è che tutto questo va pagato: non ci riferiamo al prezzo d’acquisto, bensì alla necessità di provvedere ai circa 12 litri di benzina che richiede ogni 100 chilometri.
Sul profilo dei contenuti tecnici la F-Pace è un bel pezzo di ingegneria. Architettura del telaio in alluminio, un raffinato schema delle sospensioni, rapidi ed efficacissimi dispositivi elettronici per adattare al meglio tutti i componenti ad ogni situazione di guida. Tanto che non si devono sottovalutare nemmeno le sue capacità al di fuori dei percorsi asfaltati – dopotutto Jaguar è pur sempre sorella di Land Rover… Ma oltre alla tecnica è anche la digitalizzazione ad essere allo stato dell’arte: il nuovissimo sistema di infotainment “In Touch Control Pro” è a nostro avviso il migliore presente sul mercato per modernità, velocità di funzionamento e capacità di connessione. Giusto per fare un esempio potete programmare il vostro viaggio dallo smartphone ed inviarlo alla vettura, integrandolo con orari dei trasporti pubblici, condividendo l’ora di arrivo aggiornata con un contatto della vostra rubrica e visualizzando sui vostri schermi una visione interattiva a 360 gradi della località di arrivo. E questo era, appunto, un solo esempio.
La vita a bordo della F-Pace è oltremodo gradevole anche grazie all’acquisizione della plancia delle berline XE/XF, ordinata ma un po’ impersonale. Ciò è tuttavia in parte compensato da rifiniture di buon livello e materiali di pregio come l’intero padiglione rivestito in Alcantara, sebbene non manchi qualche economia nelle zone un po’ più nascoste che non è sempre accettabile per un’automobile che può costare anche più di 100’000 franchi (sempre tenendo conto che il suo prezzo di partenza corrisponde alla metà). Nessun appunto invece sull’abitabilità, che nonostante il taglio dinamico delle linee esterne non delude le aspettative nemmeno per chi siede dietro e convince per un bagagliaio ampio (650 litri), ben conformato e ben dotato. Resta solo un piccolo sassolino nella scarpa relativo all’aspetto estetico, in quanto traslare gli stilemi di F-Type, XE ed XF sul corpo vettura di un SUV non è esattamente una delle operazioni più armoniose di questo mondo. Anche se, senz’ombra di dubbio, è di sicuro impatto. 

Scheda Tecnica

ModelloJaguar F-Pace
VersioneS
Motore6 cilindri, benzina 
(compressore volumetrico), 
3 litri 
Potenza380 cv
Coppia450 Nm
Trazioneintegrale
Cambioautomatico a 8 rapporti
Massa a vuoto1’861 kg
0-100 km/h5,5 secondi
Velocità massima250 km/h
(limitata elettronicamente)
Consumo medio:8,9 l/100 km (dichiarato)
Prezzoda 88’900 franchi

 

Tags
f-pace
jaguar
guida
litri
suv
benzina
po
jaguar f-pace
vettura
© Regiopress, All rights reserved