lo-zar-putin
laR
 
01.03.2022 - 09:33
di Franco Rocchetti, Losone

Lo Zar Putin!

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Nacque a Leningrado il 7 ottobre 1952, laurea in legge nel 1975. Putin è un vero figlio dell’Urss e memore dell’assedio di Leningrado. Suo padre vi restò ferito e sua madre rischiò di morire per denutrizione in quel tragico assedio. Unico di tre fratelli sopravvissuto alla guerra. La sua psicologia trae forse origine da quell’assedio e dall’idea che la Russia corra il rischio di essere assediata e debba difendersi dalle minacce esterne. Ai tempi del crollo dell’Unione Sovietica, Putin era Comandante del Kgb a Dresda. Queste sue esperienze potrebbero aiutarci a capire certe sue avventate decisioni. I suoi ideali di riferimento sembrerebbero essere un miscuglio tra zarismo e comunismo, forze antitetiche sul piano storico, ma che lui ha cercato di sintetizzare nello spirito russo. La sua filosofia geopolitica di riferimento è il panslavismo: un’area di influenza geopolitica che coincida con la vecchia Urss. Sono passati più di vent’anni da quando Putin è diventato per la prima volta premier e poi presidente. Il suo potere si è via via logorato, e ora lui prova a ridargli smalto lanciando una guerra patriottica. C’è chi ha scritto di comportamenti da "fascismo rosso" e c’è chi paragona la sua invasione dell’Ucraina a quella di Hitler della Polonia. Rosso nel senso che Putin era un membro del Partito comunista dell’Urss. Un tempo, i sovranisti europei tendevano ad elevarlo a loro punto di riferimento, ma l’aggressione all’Ucraina ha gelato i loro entusiasmi ed aumentato i timori per una guerra dagli esiti imprevedibili. È evidente che Putin pensasse a questo attacco da tempo e con dovizia di particolari, ma, dagli eventi sul campo, non abbia tenuto in debito conto la determinazione degli Ucraini ad una eroica resistenza.! Lo Zar Putin dovrà prenderne atto!

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
filosofia geopolitica putin zar
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved