Italia

Cadavere bendato appeso al guardrail: forse torturato

A un primo esame tagli e segni di percosse sarebbero stati riscontrati soprattutto sulla testa. Probabilmente si trovava in quel luogo da qualche giorno

Il recupero del corpo
(Ansa)
25 settembre 2023
|

Il cadavere di un uomo con i piedi legati, bendato e con segni di percosse e tagli, probabilmente torturato prima di essere ucciso, è stato trovato appeso al bordo della Gvt, una arteria ad alta velocità in Friuli Venezia-Giulia. Le indagini sono affidate ai Carabinieri di Trieste. Il cadavere era sospeso all'esterno della strada, in una zona di vegetazione, poco visibile per chi transita con l'auto. A trovarlo sono stati i tecnici dell'Anas, giunti sul posto per effettuare opere di manutenzione.

I vari segni che sono stati riscontrati sul cadavere fanno pensare che l'uomo potrebbe essere stato torturato prima di essere ucciso. A un primo esame tagli e segni di percosse sarebbero stati riscontrati soprattutto sulla testa. Il rinvenimento è avvenuto poco dopo la galleria di Valmaura, in direzione di Muggia, all'altezza della Ferriera di Servola.

Il cadavere presenterebbe segni di saponificazione, un elemento che fa ritenere che fosse sul posto dove è stato rinvenuto da almeno qualche giorno. Non si esclude che possa essere di carnagione scura. Non è stato invece ancora possibile comprendere se si tratta di un cittadino italiano o straniero.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE