Italia
Dal cono all'acqua, raffica di aumenti sui prodotti estivi
Estate rovente anche per i prezzi in Italia, dove tutto costa (un po') di più. Per i gelati aumento quasi del 20% su base annua
Il rincaro è servito
(Keystone)
22 luglio 2023
|

Raffica di aumenti per i prezzi in Italia (e non solo lì) dei prodotti alimentari tipici dell'estate. Il Codacons – il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori – segnala che il riso costa oggi il 32% in più rispetto allo scorso anno, i pomodori il 12,8% in più, mentre la voce radici, bulbi, funghi e altri vegetali (finocchi, carote, cipolle, aglio, asparagi, carciofi) ha subito aumenti medi del 23,6%; le patate sono rincarate addirittura del 26,9%, e per condire una pietanza con olio d'oliva occorre mettere in conto una maggiore spesa del 26,7%. Per la verdura fresca si spende in media il 17,8% in più, con punte del +22% per i cavoli. Male anche la frutta fresca: gli aumenti sono in media dell'8,3% con punte del 16% per le arance e del 15,2% per i frutti a bacca (uva, kiwi, more, mirtilli, ecc.).

Va peggio per i gelati, che rincarano del 18,9% su base annua, mentre per una birra si spende in media il 13,2% in più (+15,8% per quelle non alcoliche). Le bevande gassate aumentano del 19,5%, i succhi di frutta del 15,8% e sono più cari anche aperitivi alcolici (+10%) e acqua minerale (+11,9%).

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE