ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
27 min

Violenta lite in famiglia a Verbania

L’alterco ha avuto per protagonisti un 32enne di origini albanesi e con cittadinanza italiana e suo padre, con quest’ultimo lievemente ferito
Estero
1 ora

Il terremoto più violento nella regione addirittura dal 1202

È quanto afferma il centro libanese di geofisica in merito al sisma che ha interessato Turchia e Siria
Stati Uniti
2 ore

Cura dimagrante in vista per Dell: via 6’650 impieghi

Calo della domanda e futuro incerto pesano sull’azienda statunitense, costretta a tagliare il 5% della forza lavoro globale del gruppo
Estero
2 ore

Nel sud est della Turchia la terra trema nuovamente

Dopo il violento terremoto della notte, un’altra scossa, stavolta di magnitudo 7,5, ha investito una regione già sommersa di macerie
Confine
3 ore

Tenore di vita sopra le righe e serate con i calciatori Vip

Arrestato un gestore di slot machine di Busto Arsizio, per aver ‘alleggerito’ gli apparecchi per 700 mila euro
Estero
4 ore

Di Jindiris ora resta solo un cumulo di macerie

Il violento terremoto ha raso al suolo la cittadina siriana al confine con la Turchia. Quasi raggiunto il migliaio di vittime complessive
Italia
4 ore

Gli hacker lasciano gran parte dello Stivale senza internet

Una domenica al... buio virtuale: la compagnia telefonica Tim in panne per oltre mezza giornata, accesso alla rete non disponibile per ore
Turchia
5 ore

Sale ad almeno 771 il numero di vittime del terremoto

Dichiarato lo stato di emergenza in tutto il nord-est della Turchia. Sollecitato l’intervento delle organizzazioni umanitarie internazionali
Francia
5 ore

Sette bambini e la loro madre morti in un incendio

Drammatico rogo a Charly-sur-Marne, nel nord dell’Esagono. Gravemente ferito il padre della famiglia
la guerra in ucraina
04.12.2022 - 22:05

Il mega yacht di Medvedchuk all’asta, i ricavi a Kiev

Valore 200 milioni di dollari: si tratta del primo caso. ‘Londra ferma l’oligarca russo Fridman’

Ansa, a cura di Red.Estero
il-mega-yacht-di-medvedchuk-all-asta-i-ricavi-a-kiev
Viktor Medvedchuk dopo l’arresto (Keystone)

Una parte dell’immenso tesoro degli oligarchi legati al Cremlino potrebbe presto iniziare a fluire nelle casse ucraine, come risarcimento per i danni di guerra. Il superyacht da 200 milioni di dollari del controverso Viktor Medvedchuk, sotto sequestro in Croazia, sarà preso in consegna dalle autorità di Kiev e messo all’asta. E per la prima volta gli ucraini potranno incassare i proventi di un bene di un soggetto colpito dalle sanzioni. Oggi poi i media di Kiev festeggiano l’arresto, e il rilascio su cauzione, da parte del National Crime Agency (Nca) del Regno Unito di Mikhail Fridman, uno tra i più ricchi oligarchi russi di origine ucraina. Il 68enne Medvedchuk, politico e uomo d’affari ucraino molto legato a Vladimir Putin (che è il padrino di sua figlia), era stato arrestato ad aprile dalle forze di Kiev e consegnato a Mosca lo scorso settembre, nell’ambito di uno scambio di prigionieri. Mentre il suo yatch, ormeggiato in Croazia, era stato sequestrato perché possibile frutto di un’attività di riciclaggio di denaro.

Gigante di 92 metri

La novità, adesso, è che un tribunale locale ha stabilito che l’imbarcazione dovrà essere affidata a una task force del governo ucraino per "preservarne il valore economico vendendolo all’asta". In questo caso, si tratta di vero e proprio gioiello: la Royal Romance, di oltre 92 metri, che dispone di cabine per 14 ospiti, spazio per 21 membri dell’equipaggio, oltre a una piscina di 4 metri di larghezza e una "cascata a poppa".

Di recente un altro superyacht sequestrato a un oligarca russo, Dmitry Pumpyansky, era stato venduto all’asta a un acquirente non rivelato per 37,5 milioni di dollari. Ma i proventi erano andati alla banca d’affari statunitense JP Morgan, come risarcimento di un debito contratto dallo stesso oligarca Pumpyansky. Nel caso di Medvedchuk, invece, si tratterebbe della prima vendita del genere per conto del popolo ucraino da quanto i governi occidentali hanno imposto restrizioni sui beni di centinaia di oligarchi, dall’inizio dell’invasione russa.

Soltanto in Italia, ad esempio, la Guardia di finanza ha congelato asset per oltre 800 milioni di euro - tra barche, ville, complessi immobiliari e quote societarie - di alcuni degli uomini più ricchi della Russia e ritenuti vicini a Putin. Anche il mega yacht ‘Scheherazade’, fermo nel porto di Marina di Carrara, di cui proprio lo zar sarebbe il proprietario occulto.

Caccia agli oligarchi

Le maglie occidentali nei confronti degli oligarchi sono sempre più strette. A pagarne le conseguenze, ultimo in ordine di tempo, è, secondo i media ucraini, Mikhail Fridman: il miliardario 56enne (nato in Ucraina, ma che ha fatto fortuna in Russia) è stato fermato dai britannici giovedì scorso nella sua sontuosa residenza a Londra.

Rilasciato su cauzione, è accusato di riciclaggio, cospirazione per frodare il Ministero dell’Interno e cospirazione per falsa testimonianza. Fridman, fondatore tra l’altro di di Alfa-Bank, una delle più grandi banche private russe, aveva preso le distanze dalla guerra in Ucraina sostenendo che "costerà vite e danneggerà due nazioni che sono affratellate da centinaia di anni". A marzo Fridman era stato sottoposto a sanzioni e oggi è stato anche fermato nell’ambito dell’inchiesta inglese. Evidentemente, non gli è servito essere il primo oligarca dell’entourage di Putin a esprimere contrarietà alla guerra.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved