ULTIME NOTIZIE Estero
Stati Uniti
2 ore

La Florida si prepara all’uragano Ian

Sono 300mila le persone che sono state evacuate dalle aree più esposte
Giappone
2 ore

Al via i funerali di Stato per Abe (con protesta)

Migliaia le persone che partecipano alla cerimonia funebre, anche se non manca chi si dice contrario ai funerali di Stato per l’ex presidente
Confine
15 ore

Como, Varese e Sondrio, nelle province calano i voti

L’affluenza alle urne è diminuita, ma il centrodestra ne esce vincente. Il partito di Giorgia Meloni sbanca anche nella patria della Lega
Estero
15 ore

Meloni sulla testa di Letta e Salvini

Un riassunto di quel che è successo alle elezioni in Italia, ‘per chi l’ha visto e per chi non c’era’
Ecuador
15 ore

Naufragio alle Galapagos: l’unica svizzera a bordo sta bene

La donna era fra i passeggeri dell’imbarcazione protagonista di un grave incidente che ha visto la morte di quattro persone
Stati Uniti d'America
16 ore

Dodicenne spara al padre: aveva fatto un patto con un’amica

L’adolescente di una cittadina del Texas, a est di Dallas, avrebbe stretto un accordo con una coetanea per uccidere le due famiglie
Stati Uniti d'America
17 ore

New York non è una città per donne: casi di stupro in aumento

Critiche alla gestione della sicurezza sono rivolte alla polizia e all’Unità vittime speciali dopo l’incremento dell’11% dei casi
Italia
17 ore

Il leader dei Dem Enrico Letta non si ricandida alla segreteria

Dopo la sconfitta elettorale la sinistra fa il mea culpa e afferma di voler portare avanti “un’opposizione dura e intransigente”
15.08.2022 - 20:32
Aggiornamento: 21:23

Rushdie, l’Iran smentisce i legami con l’aggressione

I giornali conservatori del Paese islamico dipingono però l‘accoltellatore, che si è dichiarato non colpevole, come un uomo ’coraggioso e ligio al dovere’

Ansa / Ats, a cura di Red.Web
rushdie-l-iran-smentisce-i-legami-con-l-aggressione
Keystone
L’’autore dei “Versi Satanici”

"Smentiamo categoricamente" qualsiasi legame tra l’attentatore e l’Iran. E "nessuno ha il diritto di accusare la Repubblica islamica dell’Iran", ha dichiarato Nasser Kanani, portavoce del ministero degli esteri, nella sua conferenza stampa settimanale. Si tratta della prima reazione ufficiale di Teheran all’aggressione subita dal 75enne scrittore britannico-americano venerdì scorso sul palco di un centro culturale a Chautauqua, nello stato di New York, quando il 24enne Hadi Matar, uno statunitense di origine libanese, gli ha sferrato dieci coltellate.

"In questo attacco, solo Salman Rushdie e i suoi sostenitori meritano di essere biasimati e persino condannati. Insultando i sacri principi dell’Islam e superando le linee rosse di oltre un miliardo e mezzo di musulmani e di tutti i seguaci delle religioni divine, Salman Rushdie si è esposto alla rabbia e alla collera del popolo", ha notato il portavoce del ministero degli esteri iraniano. È "completamente contraddittorio", ha aggiunto, "condannare da un lato l’azione dell’aggressore e dall’altro assolvere l’azione di chi insulta le cose sacre e islamiche".

Ricoverato in ospedale con gravi ferite dopo l’accoltellamento, Salman Rushdie, 75 anni, sta un po’ meglio secondo i suoi parenti. Il suo agente Andrew Wylie ha dichiarato al Washington Post che "la strada verso la guarigione è iniziata". Salman Rushdie, nato nel 1947 in India da una famiglia di intellettuali musulmani non praticanti, aveva infiammato parte del mondo musulmano con la pubblicazione nel 1988 de "I versi satanici", un romanzo considerato dai più rigorosi come blasfemo nei confronti del Corano e del profeta Maometto. Nel 1989 il Grande ayatollah Ruhollah Mostafavì Mosavì Khomeynì (24 settembre 1902-Teheran 3 giugno 1989), fondatore della Repubblica islamica, aveva emesso una fatwa che chiedeva l’uccisione di Salman Rushdie, che ha poi dovuto vivere per anni sotto la protezione della polizia. La fatwa (che nel diritto islamico, corrisponde ai responsi del diritto romano) di Khomeyni contro lo scrittore non è mai stata revocata e molti dei suoi traduttori sono stati attaccati.

L’accoltellatore di Rushdie, accusato di "tentato omicidio e aggressione", si è dichiarato "non colpevole" tramite il suo avvocato. In Iran, il quotidiano ultraconservatore Kayhan si è congratulato con "quest’uomo coraggioso e ligio al dovere che ha attaccato l’apostata e vizioso Salman Rushdie". Javan, un altro giornale ultraconservatore, ha scritto che si trattava di un complotto degli Stati Uniti, che "probabilmente volevano diffondere l’islamofobia nel mondo".

Leggi anche:

Salman Rushdie è sulla via della guarigione

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved