presidente-della-repubblica-italiana-accordo-su-mattarella-bis
Keystone
29.01.2022 - 15:11
Ats, a cura de laRegione

Presidente della Repubblica Italiana, accordo su Mattarella-bis

Dopo sette votazioni che non hanno espresso un nome che raccogliesse i voti necessari fra i partiti, si va verso la riconferma del presidente uscente

Ci vorrà un’ottava votazione, forse risolutiva, per scegliere il futuro presidente della Repubblica italiana. Incapaci di mettersi d’accordo su un nome nuovo, la maggioranza dei partiti vuole riconfermare Sergio Mattarella. Al termine della settima votazione di stamattina, Mattarella ha ottenuto 387 voti.

Il nome di Mattarella è scaturito in tarda mattinata dopo un vertice della maggioranza dei partiti di governo. La prossima votazione è prevista per le 16.30.

Nell’attesa, i capigruppo si recheranno al Quirinale per chiedere a Mattarella di rimanere per un altro mandato (sette anni). Finora l’attuale Presidente ha sempre escluso un secondo mandato. In precedenza solo Giorgio Napolitano era rimasto per due mandati.

Stamane, uscendo dal vertice dei partiti di governo, Matteo Renzi ha definito una grandissima gioia la scelta di riconfermare Mattarella. “Gli italiani non meritano altri giorni di confusione. Riconfermiamo il Presidente Mattarella al Quirinale e Draghi al governo: i problemi degli italiani non aspettano”, ha affermato dal canto suo il leader della Lega Matteo Salvini.

“Oggi pomeriggio si può andare finalmente verso la chiusura. In questi minuti si stanno creando le condizioni trasversali per recepire i chiari segnali del Parlamento. Non perdiamo altro tempo, serve stabilità”, ha scritto sui social il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia.

E’ opportuno che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella resti al Quirinale per il bene e la stabilità del Paese, avrebbe detto lo stesso premier, Mario Draghi, citato da fonti autorevoli.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
quirinale repubblica italiana sergio mattarella
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved