Ambrì
5
Langnau
6
fine
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Lakers
6
Zurigo
5
fine
(2-1 : 3-1 : 1-3)
La Chaux de Fonds
7
Ticino Rockets
0
fine
(1-0 : 5-0 : 1-0)
Kloten
6
GCK Lions
2
fine
(2-0 : 2-1 : 2-1)
Visp
2
Zugo Academy
4
fine
(1-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
0
Sierre
3
fine
(0-1 : 0-0 : 0-2)
al-via-il-processo-in-appello-di-julian-assange
Keystone
La compagna di Assange Stella Morris e altri sostenitore fuori dall’aula oggi a Londra
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
8 ore

Zaki sarà scarcerato, ‘ma non è stato assolto’

Lo studente egiziano dell’Università di Bologna era stato arrestato in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva
Francia
11 ore

Esplosione: crolla un edificio, un morto accertato

Una donna e il suo bebè sono invece stati estratti vivi dalle macerie
Estero
1 gior

Gli Usa vogliono boicottare le Olimpiadi di Pechino

Nessun rappresentante del governo statunitense sarà presente ai Giochi invernali di Pechino. La replica: ‘Offesa al popolo cinese’
Confine
1 gior

Vigezzo: ubriaco aggredisce Carabinieri, arrestato

L’episodio si è verificato sabato notte; ubriaco, un 64enne si è scagliato sugli agenti intervenuti per calmarlo
Estero
1 gior

A New York vaccino obbligatorio per i lavoratori privati

Misura voluta dal sindaco uscente Bill De Blasio. Nel 2020 la maggiore città Usa era stata molto colpita dal coronavirus, con almeno 34mila morti
Confine
1 gior

Cabiate, ergastolo per il 26enne che picchiò a morte una bimba

Un cittadino rumeno uccise la figlia della compagna lo scorso gennaio, dopo averla violentata. La difesa ricorrerà in Appello
Estero
1 gior

Francia: giovedì si decide sul nuovo allestimento di Notre-Dame

L’ambizione è dare alla cattedrale una nuova giovinezza in vista della riapertura prevista per il 2024. Ma non mancano le polemiche
Estero
1 gior

Power Index: gli Usa i più influenti anche in Asia

È la prima volta che gli Stati Uniti rafforzano il loro potere nella regione, superando di 2 punti percentuali la Cina
Estero
1 gior

Myanmar: Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere

Il premio Nobel per la pace è stato condannato per incitamento a disordini pubblici e per la violazione delle misure anti-Covid
Francia
2 gior

La riconquista di Zemmour parte tra proclami e scontri

Tafferugli e sedie lanciate in aria tra attivisti antirazzisti ed alcuni militanti di estrema destra. Il candidato: ‘Obiettivo, immigrazione zero’
Estero
2 gior

Londra impone il tampone anche prima della partenza

La nuova stretta sui viaggia per l’allarme Omicron scatena la protesta di compagnie aeree e tour operator
Estero
2 gior

‘Esecuzioni sommarie’, l’Occidente condanna i talebani

A quasi 4 mesi dalla presa di Kabul, le vendette dei talebani che avevano promesso l’amnistia per i nemici finiscono nel mirino degli Stati Uniti
Estero
27.10.2021 - 20:380

Al via il processo in appello di Julian Assange

Battaglia cruciale dinanzi alla giustizia britannica. Il cofondatore rischia l’estradizione negli Stati Uniti. Ci vorranno mesi per la sentenza.

a cura de laRegione

Londra – Battaglia cruciale al via sulla vita e il destino di Julian Assange. Dinanzi all’Alta Corte di Londra è iniziato il processo d’appello sul ricorso presentato dalle autorità di Washington contro la decisione di primo grado con cui la giustizia britannica ha negato a gennaio a sorpresa l’estradizione del cofondatore di WikiLeaks agli Usa. Un processo articolato in due udienze cui seguirà l’attesa del verdetto destinata a protrarsi fra 6 e 8 settimane: prima della parola fine, e salvo successive code di fronte alla Corte Suprema del Regno o a quelle internazionali.

Fuori dall’aula si sono dati appuntamento anche stavolta diversi attivisti, decisi a contestare l’iniziativa giudiziaria americana e a invocare che il 50enne australiano - detenuto in attesa d’una decisione nel carcere di massima sicurezza inglese di Belmarsh dal 2019, pur non avendo più alcuna pendenza penale sull’isola, dopo i 7 trascorsi da rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra - non venga consegnato oltre Oceano e sia liberato al più presto. Appello condiviso fra gli altri da associazioni come Amnesty International, dal Consiglio per i diritti umani dell’Onu e dal Consiglio d’Europa; e a maggior ragione - come sottolineano i suoi avvocati, la sua compagna Stella Morris, suo padre, i collaboratori di WikiLeaks - alla luce sinistra di quanto emerso di recente sui piani che la Cia avrebbe predisposto nel 2017, sotto la presidenza Trump e la guida di Mike Pompeo, per rapire e forse assassinare Julian quando ancora si trovava nell’ambasciata ecuadoriana.

Fino a 175 anni di carcere

Se estradato, Assange rischia una pena monstre fino a 175 anni di carcere negli Usa, dove gli si dà la caccia da oltre 10 anni dopo la montagna d’imbarazzanti documenti segreti diffusi a milioni fin dal 2010 da WikiLeaks attraverso alcune delle più prestigiose testate giornalistiche al mondo: documenti fra cui spiccano i file del Pentagono trafugati dall’ex militare Chelsea Manning e contenenti rivelazioni su crimini di guerra commessi in Afghanistan e Iraq.

Washington accusa l’ex primula rossa australiana di presunta complicità con Manning in reati di pirateria informatica; imputazione a cui ha poi aggiunto a scoppio ritardato addirittura quella di spionaggio (violazione dello Espionage Act), contestata per la prima volta nella storia in un caso di rivelazione mediatica di documenti e nei riguardi di un civile, per di più straniero.

Dubbi sulla credibilità del perito

La giudice britannica di primo grado Vanessa Baraister aveva negato l’estradizione, pur rifiutando di accogliere le argomentazioni della difesa contro la legittimità di un’inchiesta denunciata da più parti come una vendetta politica e una minaccia alla libertà d’informazione, sulla base di una perizia medica che ipotizzava rischi di suicidio per Assange: date le sue condizioni psico-fisiche e il trattamento giudiziario e carcerario a cui potrebbe andare incontro.

Ma il team legale che rappresenta il governo Usa è riuscito a ottenere il diritto a presentare appello sollevando dubbi sulla credibilità non della perizia, bensì del perito: preso di mira per aver nascosto alla giudice il fatto - di cui era venuto a conoscenza riservatamente in veste di medico - che Assange avesse avuto due figli dalla Morris durante il periodo trascorso nella sede diplomatica di Quito.

La ‘garanzia’

Nell’udienza odierna, gli avvocati al servizio degli inquirenti americani hanno tentato inoltre di rassicurare la corte d’appello sul trattamento che potrà essere riservato ad Assange, escludendone la reclusione in regime d’isolamento in una prigione federale: garanzia bollata peraltro come poco credibile dai difensori del ricercato, sulla base dei precedenti.

Assente in aula, il fondatore di Wikileaks - che frattanto ha visto cadere in questi anni anche le controverse accuse parallele di stupro sollevate contro di lui in Svezia, quando già si trovava nel mirino degli States, e accantonate infine dalla stessa magistratura di Stoccolma - ha seguito il procedimento in video da Belmarsh. Mentre la compagna Stella Morris, rivolgendosi ai sostenitori fuori dal tribunale, ha lanciato nuovi allarmi sulla sua salute: “Sono molto preoccupata - ha detto - l’ho visto sabato ed è dimagrito, provato. Spero davvero che la corte metta fine a questo incubo”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved