Ambrì
5
Langnau
6
fine
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Lakers
6
Zurigo
5
fine
(2-1 : 3-1 : 1-3)
La Chaux de Fonds
7
Ticino Rockets
0
fine
(1-0 : 5-0 : 1-0)
Kloten
6
GCK Lions
2
fine
(2-0 : 2-1 : 2-1)
Visp
2
Zugo Academy
4
fine
(1-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
0
Sierre
3
fine
(0-1 : 0-0 : 0-2)
scandalo-bild-sesso-e-abusi-in-redazione
L’ormai ex direttore della Bild Julian Reichelt (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
8 ore

Zaki sarà scarcerato, ‘ma non è stato assolto’

Lo studente egiziano dell’Università di Bologna era stato arrestato in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva
Francia
12 ore

Esplosione: crolla un edificio, un morto accertato

Una donna e il suo bebè sono invece stati estratti vivi dalle macerie
Estero
1 gior

Gli Usa vogliono boicottare le Olimpiadi di Pechino

Nessun rappresentante del governo statunitense sarà presente ai Giochi invernali di Pechino. La replica: ‘Offesa al popolo cinese’
Confine
1 gior

Vigezzo: ubriaco aggredisce Carabinieri, arrestato

L’episodio si è verificato sabato notte; ubriaco, un 64enne si è scagliato sugli agenti intervenuti per calmarlo
Estero
1 gior

A New York vaccino obbligatorio per i lavoratori privati

Misura voluta dal sindaco uscente Bill De Blasio. Nel 2020 la maggiore città Usa era stata molto colpita dal coronavirus, con almeno 34mila morti
Confine
1 gior

Cabiate, ergastolo per il 26enne che picchiò a morte una bimba

Un cittadino rumeno uccise la figlia della compagna lo scorso gennaio, dopo averla violentata. La difesa ricorrerà in Appello
Estero
1 gior

Francia: giovedì si decide sul nuovo allestimento di Notre-Dame

L’ambizione è dare alla cattedrale una nuova giovinezza in vista della riapertura prevista per il 2024. Ma non mancano le polemiche
Estero
1 gior

Power Index: gli Usa i più influenti anche in Asia

È la prima volta che gli Stati Uniti rafforzano il loro potere nella regione, superando di 2 punti percentuali la Cina
Estero
1 gior

Myanmar: Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere

Il premio Nobel per la pace è stato condannato per incitamento a disordini pubblici e per la violazione delle misure anti-Covid
germania
19.10.2021 - 20:280

Scandalo Bild: sesso e abusi in redazione

Emergono i retroscena sulla cacciata del direttore Julian Reichelt. Alcune dipendenti: ‘Chi va a letto con il capo ha il lavoro migliore’

a cura de laRegione

Il tabloid che più di ogni altro dà caccia al clamore in Germania, la Bild, finisce a sua volta per dare scandalo, per la condotta del suo giovane direttore, Julian Reichelt. A 42 anni l’ex reporter di guerra è stato cacciato, dopo che il New York Times ha messo nero su bianco le denunce di diverse giovani dipendenti del giornale: “Ecco come funziona la Bild, chi va a letto col capo ha il lavoro migliore”, aveva dichiarato una di loro agli investigatori, secondo quanto riferisce il giornale americano.

Arrivato nel 2017 alla guida del tabloid tedesco più letto in Europa, Reichelt era già finito alla ribalta la scorsa primavera, quando Axel Springer, il colosso editoriale tedesco che proprio oggi ha formalizzato l’acquisto dell’americano Politico, aveva avviato un’inchiesta interna sul suo comportamento. La vicenda però fu rapidamente chiusa di fronte alla circostanza che le accuse sollevate dalla redazione “di relazioni sessuali consenzienti e consumo di droga sul posto di lavoro” non avessero rilevanza penale.

Una montagna di bugie

Dopo 12 giorni di ferie forzate, Reichelt era tornato al suo posto, affiancato da una donna. Ma l’articolo del principale quotidiano americano, uscito nel weekend, è stato davvero eclatante, e Axel Springer ha fatto sapere lunedì sera di aver licenziato con effetti immediati il direttore della Bild, nominando subito un successore: Johannes Boie, 37 anni, finora alla guida della Welt am Sonntag. Springer ha parlato di "nuovi approfondimenti" che avrebbero rilevato “una separazione poco chiara fra sfera professionale e privata” nella condotta del direttore, il quale avrebbe fra l’altro “mentito” in passato.

In effetti l’articolo del Nyt ha sollevato una bufera in Germania, dove fra l’altro è uscito fuori che alcune inchieste sul “sistema Reichelt” fossero state censurate. Spiegel e lo stesso Nyt hanno pubblicato ad esempio stralci di un dossier del gruppo “Ippen“, che ha motivato la rinuncia alla pubblicazione degli affaires del direttore della Bild col "timore di dare la sensazione di voler danneggiare economicamente un gruppo rivale”. La stampa americana non ha avuto invece alcuna remora: un lungo articolo di Ben Smith, esperto di media del Nyt, ha rilanciato le accuse "di inviti a cena via Instagram e promozioni veloci per le giornaliste, che però cadevano velocemente anche dalle grazie del direttore”. Secondo le accuse, Reichelt, sposato, sarebbe arrivato a produrre un certificato di separazione falso per dimostrare a una giovane giornalista di essere libero.

In uno dei primi casi raccontati dal Nyt, risalente al 2016, Reichelt avrebbe provato a convincere una ragazza di 26 anni di non rendere noto il loro rapporto per non perdere il posto, e l’avrebbe promossa, un anno dopo, una volta raggiunta la direzione. Smith riporta però anche lo “shopping” del colosso editoriale tedesco, con la recente acquisizione di ‘Politico’ e che, nelle parole del ceo Mathias Doepfner, mira a diventare “il gruppo editoriale digitale guida del mondo democratico”. E ricorda le forti battaglie anticomuniste di Axel Springer durante la guerra fredda, come i molti matrimoni del fondatore, che in terze nozze sposò la moglie del vicino di casa, la quarta volta la vicina della sua seconda moglie e la quinta la nanny di famiglia, Friede Springer, che oggi siede ai posti di comando della Axel Springer.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved