CHI Blackhawks
0
SJ Sharks
2
fine
(0-0 : 0-1 : 0-1)
NJ Devils
5
PHI Flyers
2
3. tempo
(1-1 : 1-0 : 3-1)
BOS Bruins
4
VAN Canucks
2
3. tempo
(1-1 : 0-1 : 3-0)
ANA Ducks
0
TOR Leafs
2
2. tempo
(0-0 : 0-2)
a-13-anni-spara-col-fucile-per-errore-e-uccide-la-sorella
I soccorsi dopo la strage (Twitter)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
4 ore

Barbados diventa Repubblica e rimpiazza Elisabetta

Il 30 novembre, a 50 anni dall’indipendenza dal Regno Unito, s’insedierà la prima presidente. Alla cerimonia parteciperà anche il principe Carlo.
coronavirus
6 ore

Avanza la variante Omicron, un caso sospetto in Svizzera

Gli esperti: ‘Più contagiosa, ma meno pericolosa’. Israele chiude i confini e aumentano i casi rilevati in Europa
Estero
6 ore

Frontex, sorvoli per evitare altri morti nella Manica

Vertice sui migranti senza il Regno Unito, ma Parigi tende la mano: ‘Lavoriamo tutti assieme’
stati uniti
7 ore

Spara col fucile per gioco e uccide l’amico di 5 anni

A premere il grilletto un ragazzino di appena 13 anni, portato in carcere dalla polizia. Aumentano le vendite di armi negli Usa
Estero
12 ore

Moderna: se necessario, un nuovo vaccino pronto a inizio 2022

La casa farmaceutica precisa che serviranno circa due settimane per un’idea precisa sull’efficacia dei vaccini contro la variante Omicron
Estero
15 ore

Repubblica Ceca, Petr Fiala è il nuovo premier

Il nuovo governo dovrebbe avere 18 ministri dei cinque partiti che a novembre hanno firmato l’accordo di coalizione
Estero
16 ore

Ripartono domani a Vienna i colloqui con l’Iran sul nucleare

Pochi giorni fa Teheran aveva ribadito di non voler rinunciare al proprio programma. Il clima prevalente è di generale pessimismo
Estero
16 ore

Serbia, bagno di folla per Vucic alla convention del suo partito

In un clima elettrizzato, con cori da stadio e sventolio di vessilli, il presidente ha sfoderato alcuni elementi del suo repertorio nazionalpatriottico
Estero
16 ore

‘Omicron dà sintomi lievi’

Così si è espressa Angelique Coetzee, presidente della Associazione dei medici del Sudafrica
Estero
18 ore

Omicron, Israele chiude le sue frontiere

Il primo ministro Naftali Bennett: ‘La priorità assoluta ora è mantenere un’economia funzionante e un sistema scolastico attivo’
Estero
1 gior

Test molecolare e isolamento per chi entra in Gb

Lo ha detto il premier Boris Johnson, il quale ha anche dichiarato che sarà introdotto l’obbligo della mascherina nei negozi e sui trasporti pubblici
italia
17.10.2021 - 21:320
Aggiornamento : 21:55

A 13 anni spara col fucile per errore e uccide la sorella

La tragedia nel Bresciano: il giovane non è imputabile, mentre il padre è indagato per gestione di armi

Il dramma nel dramma. La storia di una famiglia che piange una figlia rimasta uccisa a 15 anni per una fatalità e un figlio tredicenne che non si dà pace e che ha sulla coscienza un peso enorme. “È una vicenda dolorosa, assurda e tragica per chi non c’è più e anche per chi resta”, dice la gente di San Felice del Benaco, paese nel Bresciano travolto e stravolto dalla morte di una ragazza colpita al petto da un colpo di fucile esploso inavvertitamente dall’arma da caccia del padre finita nelle mani del fratello più piccolo che l’ha usata probabilmente come se fosse un giocattolo.

Gli interrogatori

Dopo una notte di interrogatori si è chiarito quanto accaduto in una villetta di un residence del paese sulla sponda bresciana del Lago di Garda. “È stato un incidente, un drammatico incidente”, hanno fin dall’inizio assicurato gli inquirenti. Quella che è cambiata, nella ricostruzione di chi indaga, è la persona che ha premuto il grilletto del fucile regolarmente detenuto, così come l’altra decina di armi presenti nell’abitazione della famiglia coinvolta. Inizialmente sembrava che fosse stato il padre ad esplodere il colpo che ha ucciso la figlia 15enne, mentre Roberto Balzaretti, 57 anni medico legale e già assessore ai servizi sociali in paese, davanti al pubblico ministero Francesco Carlo Milanesi ha spiegato che l’arma al momento della tragedia era in mano al figlio più piccolo di 13 anni. Il giovanissimo avrebbe sfruttato un momento di disattenzione del genitore rientrato dalla caccia, ha impugnato l’arma e ha premuto il grilletto.

Non poteva immaginare che il fucile avesse il colpo in canna e neppure che in quel momento lungo il corridoio di casa passasse la sorella, raggiunta in pieno petto. E morta sul colpo. Padre e figlio sono immediatamente usciti di casa per chiedere aiuto e pare essere stato un vicino a rendersi conto della gravità della situazione. Quando i soccorsi sono arrivati in eliambulanza, la 15enne, studentessa di liceo a Saló era già morta.

Tutti sotto choc

Sotto choc il fratellino, il padre e la madre, anche lei medico. Per i militari è stato per tutta la sera di ieri impossibile parlare con il genitore e con il fratellino della ragazzina. Poi nella notte è arrivata la svolta, straziante. Roberto Balzaretti era stato inizialmente indagato per omicidio colposo ma, quando la dinamica è stata chiarita, per l’uomo l’accusa a piede libero mossa dalla procura si è trasformata in omessa custodia dell’arma per una serie di mancanze gravi sulla gestione dentro le mura domestiche di fucili e pistole.

Il figlio 13enne, proprio alla luce della giovanissima età, non può essere imputabile. Già nella stessa serata dell’incidente fuori dall’abitazione della famiglia Balzaretti si erano ritrovati, tutti increduli, molti ragazzini, amici della 15enne deceduta e del fratellino. Il pubblico ministero titolare dell’inchiesta ha disposto l’autopsia sul corpo della 15enne, mentre restano da chiarire ancora diversi aspetti della tragedia. Perché l’arma fosse carica, perché non era custodita sotto chiave, come sia stato possibile che il ragazzino sia riuscito a prenderla senza che nessuno se ne accorgesse. Domande che potranno chiarire il quadro, ma che non renderanno meno drammatica una vicenda tremendamente dolorosa e senza precedenti in provincia di Brescia.

Senza parole Simone Zuin, il sindaco di San Felice, paese dove la giovane viveva ma che frequentava poco avendo frequentato le elementari a Rezzato e poi il resto del percorso scolastico a Saló. “In momenti come questo ritengo che la miglior cosa sia il silenzio", commenta il primo cittadino della paese gardesano. "La nostra - ha aggiunto - è una Comunità distrutta da quanto accaduto. Silenziosamente ci stringiamo attorno alla famiglia per l’affetto che proviamo e per condividere rispettosamente la sofferenza di queste tragiche ore”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved