Venezia
0
Torino
0
2. tempo
(0-0)
LECHEMIA E./LOHOFF J.
0
GOLUBIC V./TEICHMANN J.
1
2 set
(5-7 : 1-0)
due-dosi-pfizer-o-astrazeneca-efficaci-contro-la-delta
Keystone
La variante Delta non sembra sfuggire all’effetto dei vaccini Pfizer e AstraZeneca
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

Germania: Spd è il primo partito con il 25,7%

In attesa dei risultati definitivi delle elezioni, Olaf Scholz parla già da cancelliere ma dovrà accordarsi con i leader di Verdi e Liberali
Estero
1 ora

Covid, il Cile non rinnova lo stato emergenza

Dal 1° il governo non potrà più introdurre restrizioni come lockdown e il coprifuoco nazionale notturno ora in vigore da mezzanotte alle 5 del mattino
Estero
2 ore

Linea dura a New York: via medici e infermieri non vaccinati

Il personale sanitario che non ha ricevuto almeno una dose contro il coronavirus, perderà il posto di lavoro e non avrà diritto al sussidio alla disoccupazione
Estero
2 ore

La Cia di Donald Trump voleva rapire e assassinare Julian Assange

Nel 2017 l’agenzia era pronta a tutto per mettere le mani sul fondatore di WikiLeaks; lo rivela un rapporto di Yahoo! News
Estero
3 ore

L’attentatore di Ronald Reagan sarà completamente rilasciato

John Hinckley nel 1981 tentò di assassinare il presidente statunitense per attirare l’attenzione dell’attrice Jody Foster; lascerà il carcere a giugno 2022
Estero
8 ore

Francia, Macron colpito da un uovo durante una visita a Lione

L’uomo autore del lancio dell’uovo (che non si è neanche rotto all’impatto con il presidente francese) è stato subito fermato dal servizio d’ordine
Estero
8 ore

Una tigre di Sumatra uccide un minatore d’oro in Indonesia

L’animale era, secondo i testimoni, molto grande ma magro, probabilmente affamato. Secondo le stime, restano in natura al massimo 400 esemplari della sottospecie
Estero
8 ore

La Cina stringe sugli aborti

Dopo i provvedimenti contro le gravidanze interrotte a seconda del sesso del nascituro, il nuovo pacchetto di misure risponde ai timori per la natalità in calo
Estero
22.07.2021 - 18:360
Aggiornamento : 18:58

Due dosi Pfizer o AstraZeneca efficaci contro la Delta

Rassicuranti i risultati di uno studio britannico. Ma dopo una sola iniezione l’immunizzazione crolla al 30%.

Roma – Dopo la doccia fredda dello studio israeliano, che pochi giorni fa aveva ipotizzato una forte perdita di efficacia del vaccino Pfizer nell'evitare l'infezione dalla variante Delta del Sars-Cov-2, dati più rassicuranti vengono dalla Gran Bretagna, un altro paese molto avanti nella campagna e da cui si possono quindi trarre indicazioni per il futuro anche nel resto d'Europa.

Secondo l'agenzia sanitaria Public Health England, due dosi di vaccino Pfizer o Astrazeneca proteggono dalla malattia sintomatica, con solo una piccola diminuzione di efficacia. Per lo studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine, sono stati utilizzati i dati dei positivi in Inghilterra di cui era stato sequenziato il virus, per un totale di circa 20mila casi di variante Delta, elaborati in due modi diversi.

Una sola dose non basta

Due dosi di vaccino Pfizer sono risultate efficaci all'88% nel prevenire la malattia sintomatica, contro il 93,7% della Alfa. Per quanto riguarda l'efficacia dell'AstraZeneca, con due dosi è risultata del 67%, più alta quindi del 60% riportato da altri studi, rispetto al 74,5% della Alfa. L'analisi ha confermato anche che una sola dose non basta: per entrambi i vaccini l'efficacia dell'immunizzazione parziale si ferma intorno al 30%. "Sono state notate solo differenze modeste nell'efficacia del vaccino con la variante delta rispetto alla alfa dopo le due dosi - scrivono gli autori nelle conclusioni -. Le differenze sono molto più marcate dopo aver ricevuto una dose singola. Questi dati supportano gli sforzi per massimizzare la diffusione della vaccinazione completa tra le popolazioni vulnerabili".

A una conclusione diversa erano arrivati gli esperti del ministero della Salute israeliano, che avevano preso in considerazione i dati relativi ai contagi nel paese tra le persone protette con il vaccino Pfizer, l'unico usato. Secondo i numeri diffusi l'efficacia era passata dal 94% osservato per le altre varianti al 64% della Delta, ferma restando un'elevata protezione nei confronti delle forme più gravi della malattia e del rischio di decesso.

Anticorpi in calo dopo poche settimane

In Italia ancora non ci sono studi specifici per la variante Delta, ma secondo gli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità per quanto riguarda l'infezione il ciclo completo di vaccinazioni ha un'efficacia tra il 79,8% e l'81,5%, a seconda della fascia d'età.

Al problema dell'efficacia però, suggerisce uno studio sempre inglese pubblicato su Lancet, potrebbe aggiungersi quello della durata degli anticorpi dati dal vaccino. Quelli generati dalla seconda dose, affermano gli esperti dell'University college di Londra, iniziano a diminuire dopo poche settimane, e il calo potrebbe indicare la necessità di un richiamo, almeno per le persone più fragili.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved