stretta-del-papa-alla-messa-preconciliare-uso-strumentale
Una messa con rito antico, con i celebranti di fronte all'altare, spalle ai fedeli (Foto: Wikipedia)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
4 ore

Voli europei, tariffe quasi raddoppiate

Per quelli intercontinentali il rincaro supera il 35 per cento. Aumento dei prezzi anche per i traghetti.
speciale ucraina
LIVE

Zelensky: ‘Senza uno scambio di prigionieri nessun negoziato’

Sul fronte bellico l’acciaieria Azovstal è ora sotto il controllo russo. Segui il live de laRegione
Estero
12 ore

Colombia, Betancourt ritira la candidatura alle presidenziali

Sfavorita nei sondaggi ha deciso di sostenere il candidato indipendente Rodolfo Hernández: ‘L’unico che oggi può sconfiggere il sistema’
Estero
18 ore

Marin e Andersson, le due premier che sfidano Putin

La finlandese, con una storia familiare difficile, e la svedese, eletta per un cavillo, stanno traghettando i loro Paesi nella Nato
Estero
1 gior

La Bielorussia mette al bando ‘1984’ di Orwell

Vietato possedere copie del romanzo. Arrestato alcuni giorni fa l’editore Andrey Yanushkevich che nel 2020 ha pubblicato la versione in lingua bielorussa
Confine
1 gior

San Bartolomeo Val Cavargna, Lady Demonique candidata

Il 12 giugno la performer erotica Doha Zaghi contenderà la poltrona di sindaco a Eleonora Bari
Confine
1 gior

Alla stazione di Chiasso con 206mila euro in valigia

Le banconote da 200 e 500 euro sono state trovate nelle valigie di una coppia bulgara proveniente dalla Germania e diretta in Italia
Confine
1 gior

Caro-benzina anche in Italia. Ma sotto i livelli ticinesi

Malgrado il rincaro, fare il pieno nella Penisola resta un’opzione sempre attrattiva: oltre 20 centesimi in meno al litro
16.07.2021 - 18:58
Aggiornamento : 21:06

Stretta del Papa alla Messa preconciliare: 'Uso strumentale'

Il Papa si dice 'preoccupato' per l'uso del rito in latino, caro ai tradizionalisti, in funzione di opposizione alle novità introdotte dal Concilio Vaticano II

Sguardo all'altare, spalle ai fedeli e rito in latino: questo tipo di Messa non sarà più possibile nelle parrocchie. Chi vorrà celebrare con il rito preconciliare dovrà rivolgersi al vescovo che deciderà il giorno e assegnerà un luogo per la funzione e un sacerdote, verificando che però questo non sia lo strumento per porsi contro le novità del Concilio Vaticano II e del magistero dei Pontefici. In ogni caso niente latino per le letture.

Papa Francesco ha deciso con un Motu Proprio una stretta sulla Messa cara ai tradizionalisti e con questo probabilmente amplierà il solco che li divide dal suo pontificato. Ma d'altronde il tentativo di tenere unita quella parte della Chiesa, che strizza l'occhio ai Lefebvriani, al resto dei cattolici sembra sostanzialmente fallito. Lo fa intendere lo stesso Papa Francesco nella lettera ai vescovi che accompagna il suo provvedimento. È "una situazione che mi addolora e mi preoccupa", scrive Bergoglio sottolineando che "l'intento pastorale dei miei Predecessori", Giovanni Paolo II prima e Benedetto XVI poi, proteso al "desiderio dell'unità" è stato "spesso gravemente disatteso".

Un provvedimento che era nell'aria da qualche tempo e che veniva evocato con 'timore' da cardinali come Raymond Burke o Robert Sarah, come anche dall'ex Nunzio in Usa Carlo Marià Viganò.

Papa Francesco, nella lettera ai vescovi con la quale spiega le motivazioni delle nuove norme che disciplineranno le Messe in rito antico, sottolinea "un uso strumentale del Missale Romanum del 1962, sempre di più caratterizzato da un rifiuto crescente non solo della riforma liturgica, ma del Concilio Vaticano II, con l'affermazione infondata e insostenibile che abbia tradito la Tradizione e la 'vera Chiesa'". Il Papa chiede dunque ai vescovi maggiore responsabilità e vigilanza su coloro che chiedono di celebrare la Messa antica. Era "una possibilità offerta da san Giovanni Paolo II e con magnanimità ancora maggiore da Benedetto XVI al fine di ricomporre l'unità del corpo ecclesiale nel rispetto delle varie sensibilità liturgiche" ma "è stata usata - sottolinea Francesco - per aumentare le distanze, indurire le differenze, costruire contrapposizioni che feriscono la Chiesa e ne frenano il cammino, esponendola al rischio di divisioni".

In un passaggio della lettera Papa Bergoglio punta l'indice anche contro gli eccessi opposti e dunque contro chi, tra schitarrate e balletti, sfora in veri e propri "abusi" nelle celebrazioni. "Al pari di Benedetto XVI, anch'io stigmatizzo che in molti luoghi - sottolinea Francesco - non si celebri in modo fedele alle prescrizioni del nuovo Messale, ma esso addirittura venga inteso come un'autorizzazione o perfino come un obbligo alla creatività, la quale porta spesso a deformazioni al limite del sopportabile". Ma in sostanza il Motu Proprio "Traditionis custodes" è principalmente indirizzato a quella parte dei cattolici che guardano indietro e ritengono con il rito antico di preservare "la vera Chiesa".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
concilio vaticano ii lefebvriani papa francesco rito antico
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved